Valle d’Aosta: cosa vedere in un weekend (itinerari e idee per tutti!)

di Selene Scinicariello

Vuoi organizzare due giorni nella regione più piccola d’Italia? Ecco una guida dedicata a cosa vedere in Valle d’Aosta in un weekend!

Nonostante le sue modeste dimensioni, infatti, questa regione offre a qualsiasi tipo di viaggiatore la possibilità di trascorrere una vacanza piacevole.

Sia che tu sia un amante della storia e della cultura, sia che tu voglia rilassarti e non pensare a nulla, sia che tu abbia intenzione di camminare o fare sport all’aria aperta, sia che tu sia in coppia o in famiglia, qui non mancano le opportunità per passare un paio di giornate proprio come piace a te!

Noi siamo stati in zona in diverse occasioni e ogni volta ci siamo dedicati a qualcosa di diverso: dalle visite ai castelli alle giornate rilassanti trascorse alle terme, dalla salita in funivia sul Monte Bianco, alle passeggiate nel bosco, senza parlare, poi, delle ottime mangiate in trattoria!

Allora, tu che viaggiatore sei e che tipo di vacanza vorresti trascorrere? Ecco alcune idee da cui prendere spunto per il tuo weekend in Valle d’Aosta!

 

1 – Castelli, siti archeologici romani e non solo: un weekend per gli amanti della storia e della cultura

 

piazza chanoux, tra i consigli su cosa vedere ad aosta in un giorno

Piazza Chanoux.

 

La Valle d’Aosta è una meta perfetta per tutti gli appassionati di storia e di cultura.

Qui è possibile visitare castelli, fortezze, siti archeologici e rovine romane in uno scenario davvero unico: tutto intorno, infatti, la cornice è quella delle alte e delle imponenti montagne valdostane.

Tra i luoghi imperdibili ti segnaliamo:

 

  • Aosta. Il cuore della regione è un autentico libro di storia a cielo aperto dove potrai letteralmente passeggiare sui segni del tempo. Non dimenticarti di visitare il Teatro Romano e di raggiungere l’Arco di Augusto che venne eretto nel 25 a.C. in onore dell’imperatore. In città potrai esplorare anche il Criptoportico Forense, una suggestiva struttura sotterranea davvero ben conservata che anticamente circondava l’area sacra del foro di Augusta Praetoria. Imperdibile è anche la Cattedrale di Santa Maria Assunta e San Giovanni Battista, magnifica chiesa la cui architettura combina elementi romanici e gotici e la Basilica di San Martino. Per approfondire ti invitiamo a leggere la nostra GUIDA PER VISITARE AOSTA IN UN GIORNO!

 

  • L’Area Megalitica di Saint-Martin-de-Corléans. Questo sito si trova poco fuori dal centro storico di Aosta e offre uno sguardo unico sulla vita e le credenze delle popolazioni preistoriche. Il Museo, riaperto da poco, è davvero molto interessante.

 

  • Il Castello di Fénis. Famoso per le sue torri merlate e i magnifici affreschi medievali, questo è uno dei castelli più fotogenici e meglio conservati della regione. Merita davvero di essere visitato perché al suo interno potrai vedere la sala d’armi, il refettorio per soldati e servitori, la dispensa, la cucina, la cappella, la camera domini, la cucina nobile, la sala da pranzo dei signori e la sala di giustizia. A noi è piaciuto moltissimo!

 

  • Il Forte di Bard. Questa imponente fortezza sorge lì dove già agli inizi del VI secolo d.C. esisteva una guarnigione a difesa dell’Impero Romano. Il forte divenne proprietà dei Savoia nel 1242 che lo ingrandirono sempre di più fino a che, con l’arrivo di Napoleone, venne fatto distruggere. Quello che si vede oggi è il rifacimento voluto da Carlo Felice. Dopo un attento restauro, dal 2006 il Forte ospita diversi musei tra cui il Museo delle Alpi, il Ferdinando – Museo delle Fortificazioni e delle Frontiere e le Prigioni. Si tratta di una tappa imperdibile! QUI puoi acquistare il tuo biglietto in anticipo per evitare le code all’ingresso. Il biglietto è venduto direttamente dal Forte di Bard attraverso la piattaforma GetYourGuide.

 

  • Il Castello di Verrès. Costruita su un picco roccioso, la fortezza si distingue per la sua architettura militare che rende palese la sua funzione difensiva. Il panorama sulla vallata è strabiliante e gli interni valgono la pena di essere visitati perché sono particolarmente innovativi per l’epoca della costruzione! Ogni anno i saloni del castello ospitano il Carnevale storico di Verrès.

 

  • Il Castello di Aymavilles. Situato all’ingresso della Val di Cogne, questo castello è uno dei più spettacolari della regione e si distingue per le sue quattro torri cilindriche. Dal Castello di Aymavilles si gode di una vista spettacolare sulla valle, ma il motivo per cui ti consigliamo di visitarlo è soprattutto l’interessante percorso museale che si sviluppa al suo interno e che ti permetterà di scoprire la storia della fortezza e dei suoi antichi proprietari curiosando tra le stanze che regalano uno sguardo autentico sulla vita dell’epoca.

 

Cosa vedere in Valle d’Aosta in 2 giorni (per gli amanti della Storia e della cultura): un’idea di itinerario

 

Giorno 1. Inizia la tua esplorazione dalla città Aosta dove potrai immergerti nell’epoca romana visitando il Teatro Romano, l’Arco di Augusto e il Criptoportico Forense. Dopo una pausa pranzo in uno dei ristoranti del centro, ti suggeriamo di dedicare il pomeriggio alla visita della Cattedrale di Santa Maria Assunta e della Basilica di San Martino. Se ti rimane tempo, nel pomeriggio, potresti valutare l’idea di raggiungere l’Area Megalitica di Saint-Martin-de-Corléans.

 

Giorno 2. Durante la seconda giornata ti suggeriamo di dedicarti alla scoperta dei castelli della regione (con la visita di almeno uno di questi al suo interno). Se hai dormito ad Aosta potrebbe essere una buona idea raggiungere il Castello di Aymavilles. Qui potresti fare una breve sosta che ti consenta di contemplare le sue particolarissime torri cilindriche e scattare qualche foto prima di spostarti al Castello di Fénis per ammirarne gli interni e gli affreschi medievali. A quel punto prima di concludere la giornata potresti dirigerti verso il Forte di Bard anche solo per ammirarlo dall’esterno. Se hai tempo, però, acquista il biglietto per l’ingresso che comprende un museo a scelta!

 

QUI PUOI CERCARE UN ALLOGGIO AD AOSTA!

 

2 – Natura e avventura: due giorni all’insegna dell’aria aperta in estate

 

 

Tanta storia e cultura, ma sicuramente anche tantissima e soprattutto bellissima natura.

La Valle d’Aosta, infatti, è un vero e proprio gioiello naturale che offre infinite possibilità agli amanti dell’outdoor.

Che tu sia un escursionista esperto, un appassionato di sport avventurosi o semplicemente alla ricerca di paesaggi mozzafiato, questa regione non ti deluderà.

Ecco alcuni luoghi da raggiungere e tenere in considerazione per le proprie gite all’aria aperta:

 

  • Il Parco Nazionale del Gran Paradiso. Lo sapevi che si tratta del parco nazionale più antico d’Italia? Questo si sviluppa su ben 13 comuni e regala numerosissime occasioni per godersi la montagna in tutto il suo splendore. Esplora i sentieri che si snodano all’interno del parco: potresti essere così fortunato da riuscire ad ammirare stambecchi e camosci! QUI trovi descritti tutti i sentieri del Parco Nazionale del Gran Paradiso. Ti consigliamo di non perdere la visita al Giardino botanico alpino Paradisia.

 

  • Il Lago Blu. Situato nelle vicinanze di Cervinia, questo piccolo lago deve il suo nome al colore particolarmente intenso delle acque che riflettono il Monte Cervino. Si tratta di un’ottima meta per piacevoli passeggiate.

 

  • Il Lago di Lod. Immerso in un contesto naturale di rara bellezza, questo bacino di origine glaciale è ideale per passeggiate rilassanti e pic-nic.

 

  • Il Lago di Place Moulin. Si tratta di un vasto lago artificiale situato nel comune di Bionaz, in Valpelline, circondato da maestose montagne. Qui si trova la diga ad arco più alta d’Europa! Il lago è l’ideale per una passeggiata non troppo impegnativa.

 

  • Il Lago de Goillet. Tra le alte montagne della Valle d’Aosta, proprio sopra Breuil-Cervinia, il Lago de Goillet è alimentato dalle acque dei ghiacciai del Plateau Rosa. Questo lago artificiale, con le sue acque turchesi che riflettono le cime imponenti che lo circondano, offre uno scenario capace di incantare chi decide di raggiungerlo. Qui potrai goderti momenti di tranquillità lontani dalle folle. È il luogo ideale per una passeggiata rilassante o per un picnic in alta quota immerso in uno dei paesaggi più suggestivi della regione.

 

  • Val Ferret e Val Veny. Queste due valli, situate ai piedi del massiccio del Monte Bianco, offrono panorami spettacolari e sono il punto di partenza per numerose escursioni che variano per difficoltà. Si tratta di luoghi caratterizzati da una natura incontaminata di rara bellezza!

 

  • Sentiero Alta Via 1. Conosciuto anche come l’Alta Via dei Giganti, l’itinerario si sviluppa ai piedi dei massicci più elevati d’Europa (il Monte Rosa, il Cervino e il Monte Bianco). Questo percorso si suddivide in varie tappe con diverse difficoltà, QUI puoi conoscerle tutte e consultare le schede tecniche.

 

  • Il Cammino Balteo. Questo itinerario circolare di circa 350 km si sviluppa lungo i sentieri della bassa e media montagna valdostana e offre l’occasione perfetta per scoprire il patrimonio culturale, storico e naturale della regione. Il percorso si divide in diverse tappe, tutte differenti per lunghezza e difficoltà. Sul sito ufficiale del Cammino trovi tutte le informazioni.

 

  • Le Grotte delle Busserailles. Nella zona della Valtournenche si trova questo orrido percorribile a piedi caratterizzato da un sistema di grotte scavate dall’acqua nel corso di millenni. Si tratta di un luogo davvero affascinante!

 

Se sei un amante degli sport estremi, sappi che il rafting sulla Dora Baltea e il canyoning tra le gole e le grotte della regione (come quelle del torrente Chalamy) sono due delle esperienze più emozionanti per chi cerca adrenalina pura!

 

Cosa vedere in Valle d’Aosta in un weekend (per chi ama le attività outdoor): un’idea di itinerario

 

Giorno 1. Inizia la tua avventura in Valle d’Aosta con una giornata dedicata all’esplorazione del Parco Nazionale del Gran Paradiso o della natura incontaminata della Val Ferret e della Val Veny. Scegli uno dei numerosi sentieri della zona e assicurati che si adatti al tuo livello di esperienza. Dopo una giornata di trekking, rilassati all’interno di un accogliente rifugio.

 

Giorno 2. Il secondo giorno potresti decidere di portare l’adrenalina al massimo con una sessione di rafting sulla Dora Baltea (dicono che QUESTA sia una delle esperienze migliori) o provando il canyoning nella gola di Chalamy. Se questo tipo di avventure non fanno per te potresti decidere di visitare le Grotte delle Busserailles e poi andarti a rilassare sulle sponde del Lago Blu.

 

3 – Borghi da non perdere: due giorni per scoprire la Valle d’Aosta più autentica

 

bard, uno dei consigli su cosa vedere in valle d'aosta in un weekend

Bard.

 

La Valle d’Aosta custodisce alcuni dei borghi più affascinanti d’Italia, vere e proprie piccole perle incastonate in un paesaggio montano di rara bellezza.

Questi luoghi, ricchi di storia e tradizioni, ti permetteranno di godere del lato più autentico della regione.

Ecco quali sono, secondo noi, i borghi più belli:

 

  • Fénis. Conosciuto principalmente per il suo imponente castello medievale, il borgo di Fénis custodisce anche un incantevole esempio di architettura alpina con case in pietra e legno che sembrano uscite da una fiaba.

 

  • Bard. Dominato dall’imponente Forte, questo piccolo villaggio è caratterizzato da vie acciottolate e antiche case in pietra.

 

  • Etroubles. Il borgo viene spesso definito come un vero e proprio museo a cielo aperto grazie alle opere di artisti internazionali esposte lungo le sue strade.

 

  • Arnad. Famoso per il Lardo DOP, Arnad è un borgo che unisce il gusto della tradizione culinaria valdostana con la bellezza delle sue antiche costruzioni in pietra e legno. Non perdere l’occasione di visitarlo per poi fermarti a mangiare i piatti tipici in un ristorante del posto.

 

  • Antagnod. Con le sue case tradizionali e la bella Chiesa di San Martino, un gioiello dell’arte sacra montana, Antagnod è uno dei borghi più belli della regione e conserva un’atmosfera di altri tempi.

 

  • Fontainemore. Attraversato dal Lys, il borgo, con il suo caratteristico Ponte Romano, fa parte del circuito dei Borghi più belli d’Italia (come Etroubles e Bard).

 

  • Cogne. Situato nel cuore del Parco Nazionale del Gran Paradiso, Cogne è un bellissimo borgo circondato da una natura magnifica.

 

Due giorni in Valle d’Aosta alla scoperta dei borghi più belli: un’idea di itinerario

 

Giorno 1. Inizia la tua esplorazione dal piccolo borgo di Fontainemore per una passeggiata rilassante. Per pranzo, invece, raggiungi Arnad per un assaggio dei prodotti tipici e nel pomeriggio raggiungi il borgo di Bard e non perdere l’occasione per una rapida visita al Forte e ai suoi musei.

 

Giorno 2. Durante questa giornata potresti dedicare la mattina al borgo Cogne e magari organizzare una breve passeggiata nel Parco Nazionale del Gran Paradiso. Nel pomeriggio, invece, ti suggeriamo di raggiungere Fenis e di non perdere la visita al Castello.

 

Per questo itinerario considera di alloggiare ad Aosta, ottima base per poterti spostare liberamente nei dintorni. Cerca subito il tuo alloggio ideale ad Aosta su Booking.com: si trovano sempre tante offerte con ottimi prezzi, cancellazione gratuita e recensioni verificate!

 

4 – Sci e non solo: cosa fare in Valle d’Aosta in un weekend invernale

 

panorama dall'alto del monte bianco, uno dei consigli su cosa vedere in valle d'aosta in un weekend

Panorama dal Monte Bianco.

 

La Valle d’Aosta è la destinazione perfetta per un weekend invernale. La regione, infatti, offre non solo alcune delle migliori stazioni sciistiche d’Europa, ma anche una varietà di attività per chi cerca esperienze diverse dallo sci tradizionale.

In questo articolo dedicato a cosa vedere in Valle d’Aosta in un weekend, allora, non potevano mancare alcuni consigli dedicati alla stagione fredda per un fine settimana indimenticabile tra neve, sport e relax.

Innanzitutto, tra le mete migliori per lo sci ti suggeriamo:

 

  • Cervinia. Situata ai piedi del Cervino, questa stazione offre piste da sci che soddisfano sia principianti che esperti, oltre a un collegamento con Zermatt in Svizzera per un’esperienza internazionale. La località è anche famosa per il suo après-ski particolarmente vivace! Se vuoi sciare e goderti un po’ di vita mondana, è qui che devi venire!

 

  • Courmayeur. Ai piedi del Monte Bianco, Courmayeur unisce il fascino di un antico villaggio alpino con impianti di risalita moderni e piste per tutti i livelli, oltre a ristoranti di alta cucina e centri benessere.

 

  • La Thuile. Questa stazione sciistica è connessa con La Rosière in Francia e offre l’opportunità di sciare in due paesi in una sola giornata. Le piste ampie sono ideali per famiglie e principianti, ma non mancano tracciati per sciatori più esperti.

 

Se non sei un amante dello sci, ma a quest’ultimo preferisci le ciaspole, allora ricordati che il Parco Nazionale del Gran Paradiso e il Parco Naturale Mont Avic offrono percorsi mozzafiato per escursioni con le racchette da neve. Qui avrai l’occasione di esplorare una natura incontaminata godendoti i paesaggi innevati in totale tranquillità.

 

Cosa fare in Valle d’Aosta in 2 giorni durante l’inverno: un’idea di itinerario

 

Giorno 1. Inizia la giornata a Courmayeur, una delle località sciistiche più prestigiose e panoramiche della Valle d’Aosta. Trascorri la mattina sulle piste e poi, nel pomeriggio, regalati un’esperienza indimenticabile salendo con la Funivia Skyway Monte Bianco. Questa impressionante opera ingegneristica ti porterà fino a Punta Helbronner a 3.466 metri dove potrai godere di una vista a 360 gradi sulle Alpi. Se allo sci preferisci le ciaspole potrai approfittare dei sentieri nei dintorni di Courmayeur. QUI puoi acquistare un biglietto per la funivia del Monte Bianco in anticipo che include anche il pranzo ad alta quota!

 

Giorno 2. Il secondo giorno, invece, potresti cambiare scenario e spostarti verso La Thuile dove troverai una serie di piste ampie e variegate che offrono anche la possibilità di passare facilmente dal versante italiano a quello francese. Dopo una mattinata sulle piste, dedica il pomeriggio al relax alle vicine Terme di Pré-Saint-Didier. Questo centro benessere, situato in un suggestivo paesaggio montano, è il luogo ideale per rilassarsi dopo l’attività delle giornate precedenti. Piscine termali esterne, saune e aree relax con vista sulle montagne: credici, non vorrai più andare via! Se sei un appassionato di ciaspole sappi che La Thuile offre diversi itinerari suggestivi.

 

5 – Relax alle terme: una vacanza all’insegna del benessere

 

QC Terme Montebianco, una delle migliori terme in valle d'aosta. Foto da Booking.com

QC Terme Montebianco. Foto da Booking.com.

 

La Valle d’Aosta non è solo sinonimo di avventure all’aperto e sport invernali, ma anche di relax e benessere.  Sapevi, infatti, che le acque termali della regione sono note sin dall’antichità per le loro proprietà benefiche?

La Valle d’Aosta, allora, offre la possibilità di trascorrere un’intera vacanze all’insegna del totale riposo.

I principali centri termali della regione sono:

 

  • Le Terme di Pré-Saint-Didier. Incorniciate dal panorama del Monte Bianco, le terme offrono un centro benessere completo di vasche idromassaggio interne ed esterne, saune, bagni di vapore e aree relax panoramiche. Si tratta del luogo ideale per rigenerarsi dopo una giornata all’aria aperta. Noi ci siamo stati e, per quanto ci riguarda, rimane in assoluto il centro termale più bello dove siamo stati! QUI puoi acquistare un voucher per le Terme di Pre-Saint-Didier: potrebbe essere, ad esempio, un bel regalo per stupire il partner!

 

  • Le Terme di Saint-Vincent. Conosciute per le loro acque benefiche, queste terme combinano il relax nel centro benessere con ottimi trattamenti. La SPA è moderna e dispone di una fantastica piscina termale con vista sulle montagne. Noi siamo stati anche qui e dobbiamo dire che il percorso SPA è molto bello e completo.

 

  • Il QC Termemontebianco. Questo centro benessere è anche un hotel e dispone di un eccellente percorso SPA che offre una varietà di trattamenti, bagni termali e saune con l’aggiunta di una vista spettacolare sul Monte Bianco.

 

Per trascorrere una vacanza all’insegna del relax totale ti suggeriamo vivamente di alloggiare in uno dei numerosi hotel con SPA della regione.

Tra i migliori ci teniamo a segnalarti:

 

  • QC Termemontebianco, Pré-Saint-Didier. Lo abbiamo già citato per il suo magnifico centro benessere. Alloggiare qui significa godere di accesso diretto alle terme e alla SPA della struttura.

 

  • Re Delle Alpi Resort & Spa, La Thuile. Questo resort offre uno dei centri benessere più completi in assoluto di tutta la regione. Qui troverai piscine, vasche idromassaggio, cascate cervicali, percorso Kneipp, saune, bagno turco, sala relax e la possibilità di prenotare trattamenti e massaggi. Un vero e proprio paradiso del benessere!

 

  • Hotel Sant’Orso Mountain Lodge & Spa, Cogne. Questo hotel offre un’esperienza di benessere unica nel cuore del Parco Nazionale del Gran Paradiso. La struttura dispone di una SPA che include saune, bagno turco, docce sensoriali, grotta di sale, ampia zona relax, idromassaggio e piscina panoramica riscaldata con vista sulle montagne.

 

  • Mont Blanc Hotel Village Relais & Spa, La Salle. Un lussuoso rifugio con una bellissima SPA completa di sauna, bagno turco, piscina e vasca idromassaggio. Bellissima l’area nella grotta naturale in cui si trova il percorso Kneipp. Ideale per un relax totale con vista sul Monte Bianco.

 

  • Grand Hotel Billia, Saint-Vincent. Questo hotel è un’icona di eleganza e lusso. Il suo centro benessere si sviluppa su 1.700 metri quadrati ricavati dalle antiche cantine del Grand Hotel Billia. I percorsi benessere, le piscine termali e la qualità dei trattamenti renderanno il tuo soggiorno di sicuro indimenticabile.

 

Come organizzare 2 giorni in Valle d’Aosta all’insegna del benessere: un’idea di itinerario

 

Se hai intenzione di trascorrere un weekend in Valle d’Aosta dedicato al relax e al benessere, prenota il tuo soggiorno al QC Termemontebianco a Pré-Saint-Didier.

In questo modo, infatti, avrai facile accesso alle terme e potrai goderti la comodità di rilassarti nel centro benessere dell’hotel anche alla fine della tua giornata.

La struttura, inoltre, offre un’ampia gamma di servizi per il relax compresi trattamenti benessere personalizzati che puoi prenotare per arricchire la tua esperienza.

Secondo noi si tratta della scelta migliore!

 

Giorno 1. Inizia il tuo weekend di benessere alle Terme di Pré-Saint-Didier dove puoi lasciarti coccolare dalle acque termali calde all’aperto ammirando la splendida cornice del Monte Bianco e delle montagne circostanti. Dedica l’intera giornata a rilassarti nelle varie vasche idromassaggio (ce ne sono 38!), nelle saune e nei bagni di vapore e prova i diversi trattamenti benessere disponibili: un massaggio è sicuramente il modo migliore per distendere totalmente i muscoli! Questa esperienza ti permetterà di staccare dalla routine quotidiana e di immergerti in un’oasi di pace e tranquillità. A fine giornata sarai un’altra persona!

 

Giorno 2. Dopo una prima giornata dedicata al puro relax, il secondo giorno potrebbe essere l’occasione per vivere un’avventura unica salendo sul Monte Bianco con la Funivia Skyway. Questa esperienza ti regalerà l’emozione di goderti uno dei panorami più spettacolari d’Europa. Una volta sceso dalla montagna, torna al QC Termemontebianco per continuare il tuo percorso di benessere. Approfitta del pomeriggio e della serata per esplorare il centro benessere dell’hotel e rigenerarti dopo l’escursione.

 

QUI puoi acquistare un biglietto per la funivia del Monte Bianco in anticipo che include anche il pranzo ad alta quota!

 

6 – Enogastronomia: idee per i più golosi

 

fontina dop. Luigi Chiesa, CC BY 3.0 , via Wikimedia Commons

Fontina DOP.
Luigi Chiesa, CC BY 3.0 <https://creativecommons.org/licenses/by/3.0>, via Wikimedia Commons

 

Se sei un appassionato di enogastronomia, la Valle d’Aosta con la sua ricca tradizione culinaria e i suoi eccellenti prodotti tipici è una destinazione imperdibile!

Ecco alcune idee sulle mete da non perdere:

 

  • La Strada dei Vigneti Alpini. Una serie di percorsi che si snodano tra i vigneti di montagna dove potrai scoprire le piccole ed eroiche cantine che producono vini davvero unici a base di Fumin, Petit Rouge e Prie Blanc. Prendi parte a una visita guidata in cantina: generalmente offrono degustazioni che ti permetteranno di assaporare la diversità e la ricchezza dei vini valdostani. Sul sito ufficiale della Strada dei Vigneti Alpini trovi maggiori informazioni sui percorsi.

 

  • Alta Valle del Lys (Gressoney). Questa valle è famosa per i suoi prodotti Walser tra cui eccellenti formaggi come la Toma di Gressoney. Durante un giro in questa zona avrai la possibilità di visitare caseifici e aziende agricole, ma il consiglio è anche quello di fermarsi in uno dei ristoranti della zona per conoscere la tipica cucina walser fatta di piatti dalle umili origini il cui sapore sa riportare indietro nel tempo. Da non perdere gli Chnéfflene, bocconcini di pastella cotti in acqua bollente e conditi con fonduta, panna e speck oppure con cipolla brasata: c’è da leccarsi i baffi!

 

  • Arnard. Il Lard d’Arnad è un prodotto DOP ed è un lardo stagionato in speciali contenitori di legno condito con erbe e spezie. Lo troverai un po’ ovunque in tutta la Valle d’Aosta (dai mercatini, ai negozi di prodotti tipici), ma il nostro consiglio è quello di fare un salto nel suo paesino d’origine! A fine Agosto si svolge anche una bella festa dedicata a questo salume.

 

  • Saint-Rhémy-en-Bosses nella Valle del Gran San Bernardo. Questa è la zona di produzione del buonissimo Jambon de Bosses, un prosciutto crudo stagionato speziato con erbe di montagna. Anche in questo caso esiste una festa in onore del salume e si tiene a Luglio.

 

  • Valpelline. Questa località è nota per le sue grotte di stagionatura della Fontina DOP. Qui potrai scoprire i segreti di uno dei formaggi più amati e utilizzati nella cucina valdostana.

 

  • Val d’Ayas. La valle è il luogo di produzione del Fromadzo DOP, un formaggio semi grasso ottenuto da latte crudo, parzialmente scremato per affioramento naturale. Da non perdere!

 

Weekend in Valle d’Aosta all’insegna del gusto: un’idea di itinerario

 

Giorno 1. Ti consigliamo di iniziare la giornata partecipando a questo Tour Gastronomico Tradizionale di Aosta proposto da Do Eat Better Experience. Si tratta di un ottimo modo per esplorare la città e nel frattempo assaggiare alcune delle migliori prelibatezze tipiche. Un esperto di cucina locale ti accompagnerà nei locali conosciuti solo dalla gente del posto per farti scoprire la tradizione gastronomica del capoluogo valdostano! Nel pomeriggio, poi, potresti scegliere uno dei percorsi della Strada del Vino della Valle d’Aosta e magari organizzare una tappa per una degustazione in cantina.

 

Giorno 2. Il giorno successivo, invece, ti invitiamo a raggiungere Valpelline per visitare il Museo della Fontina che comprende anche gli spettacolari magazzini scavati nella roccia dove vengono lasciate stagionare le fontine. Nel pomeriggio, poi, potresti raggiungere Saint-Rhémy-en-Bosses oppure Arnad per scoprire gli ottimi salumi valdostani.

 

7 – Weekend romantico: due giorni di coppia in Valle d’Aosta

 

castello di fenis, uno dei consigli su cosa vedere in valle d'aosta in un weekend

Castello di Fenis.

 

Tra i nostri consigli dedicati a come trascorrere un weekend in Valle d’Aosta non può mancare qualche suggerimento per un fine settimana romantico.

Questa regione, infatti, con i suoi paesaggi montani e i piccoli borghi offre il contesto ideale per un weekend romantico.

Ecco alcune idee per rendere speciale una fuga d’amore in questa regione incantata.

 

  • Siete appassionati di vino? Allora organizza una degustazione in una delle cantine locali. Lungo la Strada dei Vigneti Alpini trovi diverse opportunità per conoscere i vini locali in cantine accoglienti e intime. La celebre cantina Les Cretes, ad esempio, offre diverse tipologie di degustazione.

 

  • Sicuramente anche una cena romantica è un’idea non sottovalutare. Prenota una cena in uno dei ristoranti più romantici della regione e goditi l’ottima cucina valdostana insieme alla tua metà. Café Quinson a Morgex, ad esempio, è un indirizzo da segnare assolutamente!

 

  • Che ne dici di un momento di puro benessere presso una delle due più famose terme della regione? Le Terme di Pré-Saint-Didier e le Terme di Sain Vincent sono il posto perfetto dove trascorrere una giornata di relax con viste spettacolari sulle montagne circostanti.

 

REGALA UN VOUCHER PER LE TERME DI PRE-SAINT-DIDIER: STUPISCI LA PERSONA CHE AMI CON L’INGRESSO ALLE TERME MIGLIORI DELLA VALLE D’AOSTA!

 

  • Se la tua metà ama camminare, allora una passeggiata mano nella mano lungo i sentieri panoramici della regione è sicuramente un’ottima idea. I paesaggi del Parco Nazionale del Gran Paradiso sono sicuramente perfetti per fare da cornice a un momento speciale. Nel paragrafo (poco sopra) che abbiamo dedicato alle attività all’aria aperta trovi tanti altri spunti.

 

  • Infine, se siete dei sognatori, vale la pena visitare uno dei magnifici castelli valdostani. Il Castello di Fenis, ad esempio, è davvero romanticissimo!

 

Se stai programmando il tuo weekend romantico in Valle d’Aosta, non dimenticarti di prenotare l’hotel perfetto.

Ecco qualche idea per te:

 

 

  • Saint Hubertus Resort, Cervinia. Un esclusivo hotel 5 stelle dove soggiornare all’interno di magnifiche suite con caminetto. Ideale per chi cerca intimità e una vista impareggiabile sul Cervino.

 

  • QC Termemontebianco, Pré-Saint-Didier. Si tratta della struttura perfetta per un soggiorno benessere. La sua SPA è completa e, inoltre, si trova vicinissimo alle Terme di Pré-Saint-Didier. Insomma, questo hotel ti regalerà quella coccola in più di cui c’è sempre bisogno!

 

  • Relais Des Glaciers, Champoluc. Hotel intimo e raccolto con un piccolo, ma curato centro benessere dove è possibile prenotare anche un massaggio di coppia.

 

  • Hotel Bucaneve, Pré-Saint-Didier. Un tipico chalet alpino caldo e accogliente con un bel centro benessere dove rilassarsi a fine giornata. Ah, l’hotel dispone anche di un ottimo ristorante perfetto per una cena romantica!

 

Non dimenticarti di leggere la nostra guida ai migliori chalet romantici della Valle d’Aosta!

 

Weekend romantico in Valle d’Aosta: un’idea di itinerario

 

Giorno 1. La giornata potrebbe iniziare con un passeggiata nel centro storico di Aosta. Dopo pranzo l’ideale sarebbe visitare una cantina sulla Strada del Vino per una degustazione di vini valdostani. Per concludere la giornata potresti prenotare una cena romantica in uno dei ristoranti tipici della regione per gustare i piatti locali in un’atmosfera intima e accogliente. Se il ristorante, poi, è quello dell’hotel dove si alloggia, ancora meglio: si può anche bere un bicchiere di vino in più!

 

Giorno 2. La mattina del secondo giorno potrai passeggiare in uno dei pittoreschi borghi della regione, visitare un castello o, perché no, salire sul Monte Bianco con la Funivia Skyway. Dedica il pomeriggio, invece, alle Terme di Pré-Saint-Didier e rilassati insieme alla tua metà nelle vasche termali esterne ammirando il panorama delle Alpi.

 

8 – Vacanza in famiglia: un weekend a misura di bambino

 

 

La Valle d’Aosta offre molteplici attività pensate per le famiglie, il che la rende una destinazione ideale anche per un weekend in famiglia all’insegna del divertimento.

Dai parchi avventura alle escursioni nella natura, ecco come rendere speciale la tua vacanza con i bimbi.

Prima di tutta ricordati di prenotare un hotel a misura di bambino: in Valle d’Aosta ne esistono diversi che sicuramente piaceranno anche ai più piccoli della famiglia.

 

 

  • Hotel Parc Mont Avic. Situato vicino al Parco Naturale Mont Avic e al bellissimo parco faunistico, questo hotel è perfetto per le famiglie che cercano una vacanza immersa nella natura.

 

  • Residence Planpincieux. Situato in Val Ferret, il residence offre appartamenti con cucina, ideali per le famiglie che desiderano un soggiorno flessibile e indipendente, con facile accesso a passeggiate e escursioni.

 

Dopo aver trovato la sistemazione giusta, ecco qualche dritta sulle attività imperdibili:

 

  • Parco Avventura Mont Blanc. Non lontano da Pré-Saint- Didier, questo parco avventura offre diversi percorsi sugli alberi adatti a tutte le età. Vivrai un’avventura davvero emozionanti in tutta sicurezza.

 

  • Parc Animalier Introd. Un’occasione unica per avvicinarsi alla fauna alpina in un ambiente naturale. I bambini potranno osservare da vicino stambecchi, camosci, volpi e molti altri animali. Bellissimo!

 

  • Parco della Lettura di Morgex. Uno spazio all’aperto dedicato a chi ama leggere, con libri e attività pensate per stimolare l’amore per la lettura nei più piccoli in un contesto naturale.

 

  • I castelli della Valle d’Aosta. La regione è disseminata di castelli che sembrano usciti da una fiaba. Visitane uno insieme ai bimbi per sognare insieme! Il Castello di Fénis, ad esempio, con le sue torri e merlature è sicuramente adatto alle visite in famiglia.

 

Due giorni in Valle d’Aosta per una vacanza in famiglia: un’idea di itinerario

 

Giorno 1. Inizia la giornata al Parco Avventura Mont Blanc di Courmayeur dove i bambini potranno divertirsi sui percorsi acrobatici tra gli alberi. Nel pomeriggio, poi, potresti visitare il Parco della Lettura di Morgex e goderti un po’ di tranquillità nella natura.

 

Giorno 2. Questa giornata dedicala al Parc Animalier Introd per regalare ai bimbi un incontro ravvicinato con la fauna locale. È un’ottima occasione per insegnare ai più piccoli il rispetto per la natura e per gli animali! Nel pomeriggio potresti raggiungere il centro di Aosta per una passeggiata e una buona merenda.

 

Speriamo che i nostri consigli su cosa vedere in Valle d’Aosta in due giorni possano servirti come spunto per organizzare al meglio la tua vacanza.

Se sei alla ricerca di un hotel dove alloggiare, usa la mappa qui sotto: è super utile per trovare gli hotel più vicini alle zone che ti interessano!

 



Booking.com

 

Se hai altre idee e suggerimenti o semplicemente vuoi raccontarci la tua esperienza, lasciaci un commento qui sotto!

 

 

 

Alcuni dei link presenti in questo articolo sono affiliati. Questo significa che, senza alcun costo aggiuntivo per te, riceveremo una piccola commissione se deciderai di fare un acquisto o una prenotazione attraverso di essi. È un modo semplice per supportare il nostro lavoro e per permetterci di continuare a offrirti guide di viaggio ricche di ispirazione e di consigli utili. Grazie per scegliere di supportarci e buon viaggio!

Lasciaci un commento