Cinque Terre in inverno: cosa vedere e perché visitarle

di Selene Scinicariello

Hai deciso di visitare le Cinque Terre in inverno? Ottima scelta!

Questo, infatti, è il periodo dell’anno più tranquillo in assoluto per muoversi tra i piccoli borghi del levante ligure.

Lontano dalla folla che nei periodi di alta stagione contraddistingue i caruggi dei villaggi e i sentieri che li collegano, avrai modo di scoprire l’anima più vera di questi luoghi.

 

Leggi anche la nostra guida al MARE IN LIGURIA IN INVERNO!

 

Cinque Terre: cosa fare e cosa vedere in inverno

 

Se per la maggior parte dei turisti la Liguria è sinonimo di mare e, quindi, di estate, sappi che le Cinque Terre si possono apprezzare davvero anche durante il periodo invernale (così come tutta la nostra regione d’altronde e, a questo proposito, ti invitiamo a leggere COSA VEDERE IN LIGURIA IN INVERNO).

Anzi, questo è uno dei periodi più affascinanti per venire da queste parti!

Tieni conto, infatti, che tranne che per la grande spiaggia di Monterosso, le altre località non hanno particolari accessi al mare e il vero motivo per cui si dovrebbe venire in zona sono i magnifici panorami, i piacevoli trekking e l’ottima offerta enogastronomica.

Come capirai, si tratta di cose che si possono apprezzare tranquillamente anche in bassa stagione!

Vediamo, allora, cosa fare e cosa vedere alle Cinque Terre in inverno.

 

1 – Visitare i borghi

 

Panorama su Manarola vista da Corniglia.

Manarola vista da Corniglia.

 

Monterosso, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore sono gli splendidi borghi delle Cinque Terre.

Questi piccoli villaggi incastonati tra mare e montagna sono pervasi da un’atmosfera unica e lasciano ancora sognare un tempo in cui ci si ritrova in piazzetta per chiacchierare mentre i bambini giocano con un pallone.

Qui è ancora il tempo in cui gli smartphone non sono così invasivi e nel quale ci si stupisce sempre davanti a un tramonto che illumina le facciate colorate delle case liguri facendo brillare i panni stesi alle finestre come piccoli diamanti.

Monterosso è il più grande dei paesi ed è diviso in due parti: quella nuova della stazione e quella più antica del centro storico. In questo borgo vale la pena ammirare l’enorme Statua del Gigante che domina la spiaggia e raggiungere il Convento dei Cappuccini per entrare all’interno della Chiesa di San Francesco e ammirare la Crocifissione dipinta da Antoon van Dyck.

Vernazza, invece, è secondo noi la più romantica delle Cinque Terre. Qui è obbligatorio entrare nell’affascinante Chiesa di Santa Margherita d’Antiochia e poi salire fino al Castello Doria per osservare il panorama.

Corniglia è l’unica tra i cinque borghi a non trovarsi a livello del mare ed è uno dei punti di partenza prediletti per escursioni e trekking.

Manarola durante l’inverno prende ancora più vita grazie al famoso Presepe Luminoso di cui parleremo a brevissimo. Vale la pena scovare il vecchio mulino restaurato dall’Ente Parco ed entrare all’interno della Chiesa di San Lorenzo.

Infine c’è Riomaggiore da cui inizia la celebre Via dell’Amore. Anche qui vale la pena salire fino al Castello per godersi un bellissimo panorama.

 

Se hai intenzione di recarti alle Cinque Terre in giornata, leggi il nostro ITINERARIO PER VISITARE LE CINQUE TERRE IN UN GIORNO!

 

2 – Fare trekking alle Cinque Terre in inverno

 

trekking alle cinque terre con il cane

 

Per gli amanti del trekking le Cinque Terre sono un vero e proprio paradiso!

Lungo quelli che un tempo erano gli unici sentieri che collegavano le varie località della zona, oggi è possibile godersi lunghe passeggiate vista mare.

La rete escursionistica del Parco Nazionale delle Cinque Terre è di circa 120 km e qui troverai percorsi adatti a ogni tipo di camminatore (esistono anche sentieri percorribili da persone con disabilità!).

Ricorda, però, che la maggior parte dei tracciati sono spesso esposti, molto stretti e con un buon dislivello. Per questo motivo è necessario essere comunque un po’ preparati fisicamente, indossare un abbigliamento adeguato e, soprattutto, prestare molto attenzione alle condizioni metereologiche (davvero IMPORTANTE durante i mesi invernali!).

Tra i percorsi più belli e meno complicati ti segnaliamo il sentiero 530 Telegrafo – Volastra.

Sul sito ufficiale del Parco Nazionale delle Cinque Terre trovi la descrizione di tutti i percorsi e aggiornamenti sul loro stato di apertura o chiusura.

Se viaggi, come noi, insieme a un amico a quattro zampe, leggi la nostra guida per visitare le Cinque Terre con il cane!

 

3 – Vedere il Presepe di Manarola

 

Nato nel 1976 da un’idea di Mario Andreoli, il Presepe di Manarola è una piccola grande chicca di questo territorio.

Ogni 8 Dicembre, infatti, si inaugura quello che è considerato il presepe luminoso più grande del mondo!

Sulla collina “delle Tre Croci” vengono posizionate oltre 300 figure e circa 8 km di cavi che, dopo il tramonto, danno vita a uno spettacolo emozionantissimo!

Generalmente il presepe è visibile dall’8 Dicembre fino alla metà di Gennaio.

Sulla pagina Facebook dell’Associazione Presepe di Manarola Mario Andreoli troverai tutte le informazioni aggiornate.

 

4 – Scoprire le cantine delle Cinque Terre

 

vino e bruschette, copertina del post dedicato a cosa mangiare alle cinque terre sul travel blog viaggi che mangi

Cantina Capellini.

 

Terra di grandi  e rari vini, le Cinque Terre sono un vero gioiello dell’enologia ligure.

Qui, lungo terreni scoscesi e impervi, si coltivano soprattutto Bosco, Albarola e Vermentino.

Questi vitigni danno vita ai grandi vini bianchi della DOC Cinque Terre e al rarissimo Cinque Terre Sciacchetrà, un passito dal colore ambrato, dai sentori profumati di frutta fresca, miele di castagno ed erbe aromatiche e dal gusto dolce, ma mai stucchevole dovuto a una nota sapida equilibrata che ne è una delle caratteristiche più affascinanti.

Se deciderai di visitare le Cinque Terre in inverno avrai la fortuna di poter visitare con tutta calma quelle cantine che rimangono aperte ai visitatore in questo periodo.

Quando la folla di turisti, infatti, lascia il posto al silenzio interrotto solo dal rumore della risacca del mare e del vento tra la macchia mediterranea, i produttori sono ben lieti di accogliere i visitatori più curiosi per fargli scoprire i loro “tesoro”.

QUI PUOI CONOSCERE LE MIGLIORI CANTINE DELLE CINQUE TERRE!

Personalmente ti invitiamo a recarti presso la Società Agricola Cooperativa 5 Terre, presso l’Azienda Possa e presso la Cantina Capellini per conoscere alcuni dei vini e dei produttori più interessanti della zona.

 

LEGGI L’INTERVISTA A HEYDI DELL’AZIENDA POSSA.

 

-> QUI PUOI PRENOTARE UN TOUR TRA I VIGNETI CON DEGUSTAZIONE PRESSO L’AZIENDA POSSA!

 

 

-> QUI PUOI PRENOTARE LA VISITA PRESSO LA CANTINA CINQUE TERRE!

5 – Gustare i piatti tipici della tradizione

 

acciughe di monterosso, uno dei prodotti tipici delle cinque terre

Le acciughe di Monterosso.

 

Diciamolo, quando le temperature non sono altissime e dopo una bella passeggiata fa sempre piacere sedersi al tavolo di un ristorante.

L’inverno, allora, è l’occasione giusta per gustare l’ottima cucina tradizionale delle Cinque Terre.

Dal Tian de Anciue di Vernazza alla Torta di Riso di Monterosso, di prelibatezza da assaggiare ce ne sono davvero tante e a questo proposito ti invitiamo a leggere la nostra guida dedicata a COSA MANGIARE ALLE CINQUE TERRE.

 

Perché visitare le Cinque Terre in inverno?

 

vigneti a strapiombo sul mare alle cinque terre

I vigneti delle Cinque Terre in inverno.

 

Scegliere di visitare le Cinque Terre in inverno è davvero un’ottima idea.

Il periodo che va da Novembre a Marzo, infatti, è considerato bassa stagione e ciò significa potersi godere il soggiorno con numerosi vantaggi.

Prima di tutto il motivo principale per raggiungere questa zona durante il periodo invernale è che i prezzi degli alloggi sono molto più bassi e convenienti rispetto alla primavera e all’estate.

Non solo: vista la scarsa affluenza di turisti, in questo stagione è anche molto più semplice trovare strutture disponibili. Ciò significa che non dovrai accontentarti, ma potrai scegliere con attenzione l’hotel o l’appartamentino più adatto ai tuoi gusti e alle tue esigenze.

Secondariamente il numero di turisti di gran lunga inferiore ti darà la possibilità di gironzolare tra i borghi semideserti con calma e senza fretta.

Ti godrai la vera atmosfera dei tipici villaggi di pescatori senza dover sgomitare, apprezzerai il silenzio dei vicoli di prima mattina e respirerai a pieni polmoni la brezza ricca di salsedine seduto davanti al mare senza essere disturbato.

Anche i sentieri saranno pressoché deserti e questo ti darà l’opportunità di fare trekking e passeggiate in totale tranquillità apprezzando gli scorci da cartolina che si paleseranno passo dopo passo.

Se viaggi in auto, poi, potresti anche riuscire a trovare qualche posto libero per la macchina (occhio agli spazi riservati ai residenti e occhio anche alle tariffe: leggi bene i cartelli!).

Di contro, però, devi tenere a mente che durante il periodo invernale alcuni servizi potrebbero non essere in funzione.

Ad esempio non sono disponibili i battelli che collegano i borghi, le corse dei treni sono un po’ meno frequenti, alcuni sentieri non sono fruibili e qualche ristorante potrebbero essere chiuso per la stagione e riaprire a Marzo.

In linea generale, comunque, secondo noi i vantaggi sono molti di più rispetto ai pochi solo probabili disagi.

 

Qual è il clima alle Cinque Terre in inverno?

 

Godendo di un clima mediterraneo, l’inverno alle Cinque Terre non ha nulla di insopportabile.

Le temperature tra Dicembre e Febbraio si aggirano tra una minima di 5 °C a una massima di 12/13 °C, ma nelle belle giornate di sole possono salire anche fino a 15 °C.

Il consiglio è quello di portarsi sempre dietro sciarpa e cappello per far fronte al vento e un ombrello in caso di pioggia, ma per il resto siamo sicuri che non avrai problemi.

 

Qual è il periodo migliori per andare alle Cinque Terre in inverno?

 

Ogni momento è perfetto per visitare le Cinque Terre in inverno.

Sicuramente scegliendo giorni lontano dalle festività avrai l’opportunità di viverti questi luoghi al massimo della loro pace e tranquillità, ma dobbiamo ammettere che il periodo natalizio è senza dubbio uno dei periodi più affascinanti in assoluto.

 

Natale alle Cinque Terre

 

Scegliere di visitare le Cinque Terre nel periodo natalizio è davvero un’ottima idea perché ti darà la possibilità di scoprire questi luoghi sotto una veste decisamente atipica.

Oltre al già menzionato Presepe di Manarola (che si inaugura ogni 8 Dicembre), anche negli altri borghi potrai lasciarti affascinare dall’atmosfera natalizia.

A Monterosso, ad esempio, generalmente sono sempre in programma eventi e iniziative durante tutto Dicembre tra cui l’incontro dei bimbi con Babbo Natale!

Ti consigliamo di rimanere aggiornato visitando il sito ufficiale del Parco Nazionale delle Cinque Terre.

 

Capodanno alle Cinque Terre

 

Le Cinque Terre a Capodanno sono sicuramente una meta un po’ alternativa che ti regalerà sicuramente un bel ricordo da portare per sempre con te.

Molti hotel propongono pacchetti comprensivi di cenone, ma sono parecchi anche i ristoranti che offrono menù tematici molto interessanti.

Insomma, informandoti per tempo potresti scovare proposte interessanti per un inizio anno sicuramente indimenticabile.

 

Dove dormire alle Cinque Terre in inverno

 

cinque terre di notte, copertina del post dedicato a dove dormire alle cinque terre

 

Come dicevamo all’inizio, le opportunità di trovare un alloggio adeguato alle tue esigenze durante il periodo invernale è decisamente maggiore rispetto all’estate. I prezzi, infatti, sono inferiori e la disponibilità di strutture è maggiore.

Se il tuo desiderio è quello di trascorrere qualche giorno in pace e tranquillità, allora potresti optare per un hotel o un appartamento direttamente in uno dei cinque borghi.

A MANAROLA, ad esempio, potrai ammirare ogni giorno lo spettacolo del Presepe, a CORNIGLIA godrai del relax e del silenzio più assoluto e a MONTEROSSO, invece, sarai in quello che è il centro più grande della zona e avrai più servizi a portata di mano.

In alternativa, invece, potresti decidere di alloggiare a La Spezia e da lì spostarti giornalmente alle Cinque Terre. In questo modo avrai tutte le comodità di una grande città.

Una via di mezzo, invece, potrebbe essere la cittadina di LEVANTO: è più grande dei borghi delle Cinque Terre da cui dista solo pochi minuti, ma ne condivide l’atmosfera romantica e tranquilla.

Insomma, tutto dipenderà dalle tue esigenze e dai programmi che hai per la tua vacanza!

 

APPROFONDISCI LEGGENDO IL NOSTRO ARTICOLO DEDICATO A DOVE ALLOGGIARE PER VISITARE LE CINQUE TERRE!

 

Se cerchi un alloggio confortevole dove rientrare e sentirti davvero coccolato, leggi la nostra guida ai migliori hotel con SPA alle Cinque Terre.

Inoltre ti suggeriamo di dare un’occhiata alle offerte su Booking.com, la piattaforma che anche noi utilizziamo sempre per prenotare i nostri soggiorni. In alcuni casi si trovano tariffe davvero molto interessanti!

 



Booking.com

 

Come spostarsi alle Cinque Terre in inverno

 

Visitare le cinque terre in treno.

La ferrovia si affaccia sul mare delle Cinque Terre.

 

Nonostante i mesi invernali siano decisamente meno affollati rispetto a quelli estivi, muoversi con l’auto alle Cinque Terre rimane sempre piuttosto problematico anche in questa stagione.

I parcheggi sono pochi, costosi e generalmente, se vicino ai centri, sono riservati ai residenti.

In questi mesi, inoltre, i battelli non sono in funzione (sono attivi fino a Ottobre / Novembre e riprendono le tratte a Marzo).

La soluzione più pratica per spostarsi tra i piccoli borghi è quella di utilizzare il treno.

Abbiamo detto che le corse sono un po’ meno frequenti, ma circa ogni 30 minuti / un’ora ne passa uno e quindi non avrai alcun tipo di problema.

Una buona idea è quella di utilizzare la piattaforma Omio dove si ha la possibilità di confrontare prezzi e orari prima di acquistare i biglietti (prenotabili anche direttamente tramite il sito stesso).

 

QUI PUOI CONTROLLARE GLI ORARI E I PREZZI DEI TRENI DELLE CINQUE TERRE!

 

Ricorda, comunque, che acquistando la Cinque Terre Treno MS Card avrai diritto a utilizzare gratuitamente e illimitatamente i treni regionali sulla tratta Levanto – La Spezia e viceversa.

Esistono tessere da un giorno, due giorni o tre giorni.

 

LEGGI ANCHE LA NOSTRA GUIDA SU COME ARRIVARE ALLE CINQUE TERRE.

 

Speriamo che i nostri consigli per visitare le Cinque Terre in inverno possano esserti utili.

Ti auguriamo di trascorrere un soggiorno piacevole in quello che è uno degli angoli più romantici della nostra bella Liguria.

Se cerchi altri suggerimenti per visitare le Cinque Terre, ti invitiamo a dare un’occhiata alla sezione del blog completamente dedicata a questi piccoli borghi liguri.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Lasciaci un commento