5 spettacolari piste ciclabili in Liguria (da percorrere anche a piedi!)

di Selene Scinicariello

Vuoi esplorare la nostra regione in maniera slow o sei alla ricerca di un’idea per trascorrere un pomeriggio diverso da solito? Ecco cinque spettacolari piste ciclabili in Liguria da percorrere su due ruote o a piedi!

Da ponente a levante, addentrandoci anche nell’entroterra, ti proponiamo alcune semplici ciclovie tra mare e natura.

RICORDA!

Se hai deciso di percorrere una delle ciclovie liguri che stiamo per consigliarti, sia che tu sia in sella alle due ruote, sia che tu sia a piedi, è fondamentale indossare un abbigliamento adatto.

Non dimenticarti, inoltre, di portare con te dell’acqua perché non sempre incontrerai fontanelle o bar dove rifornirti. Una borraccia sportiva come QUESTA è perfetta da avere con sé!

 

1 – Pista ciclabile Arenzano – Cogoleto – Varazze

ciclopedonali in liguria: panorama lungo la arenzano-varazze

Panorama lungo la Arenzano – Varazze.

La Pista ciclabile Arenzano – Cogoleto – Varazze è un percorso affascinante che si snoda lungo la costa seguendo il tracciato di una vecchia ferrovia dismessa.

Si tratta di un itinerario semplice, tra i più belli della nostra regione, che regala la possibilità di immergersi in uno dei panorami più autentici della Liguria: qui il blu intenso del mare si fonde con il verde della macchia mediterranea offrendo scorci bellissimi.

Il percorso inizia al porticciolo di Arenzano e continua fino a Varazze attraversando Cogoleto.

Tra rocce a picco sul mare, antiche gallerie e calette nascoste che durante l’estate invitano a fare un tuffo, arriverai a destinazione in un battibaleno senza renderti conto di aver camminato o pedalato per quasi 12 km!

L’itinerario è percorribile in qualsiasi stagione e sicuramente autunno e inverno sono due stagioni perfette. Ci teniamo a dirti, però, che in una bella giornata invernale, con poca gente in giro, potrai goderti davvero lo splendore di questo luogo!

Durante l’itinerario ecco alcuni dei punti di interesse da non perdere:

  • Villa Negrotto Cambiaso e Parco, Arenzano. Oggi sede del municipio, questa storica villa si trova immersa nel grande parco comunale ricco di specie botaniche esotiche, pavoni e piccoli laghetti.
  • Murale di Fabrizio De André, Cogoleto. A metà del percorso, sotto una delle gallerie, è possibile ammirare un murale dedicato al celebre cantautore genovese.

 

Lunghezza del percorso.  Circa 12 km.

Dislivello.  Nullo.

Difficoltà. Bassa: il percorso è completamente pianeggiante e adatto a tutti i tipi di ciclisti e pedoni, inclusi i bambini.

Come arrivare. Sia Arenzano, sia Varazze sono facilmente raggiungibili in auto dall’autostrada A10 Genova-Ventimiglia. In alternativa, anche il treno è comodissimo.

Dove parcheggiare. Sono disponibili parcheggi a pagamento vicino al lungomare di Arenzano e alla sua stazione. A Cogoleto ci sono alcuni parcheggi gratuiti vicino al campo sportivo. A Varazze, invece, troverai alcuni parcheggi proprio all’inizio della ciclopedonale e nei dintorni del Palazzetto dello Sport.

Periodo migliore. Primavera e autunno sono ideali per evitare il caldo estivo e godere del clima mite, ma il percorso è fruibile tutto l’anno.

Servizi disponibili. Lungo il percorso troverai alcuni bar e ristoranti stagionali. Ad Arenzano, Cogoleto e Varazze troverai postazioni per il noleggio bici.

2 – Pista ciclabile del Ponente Ligure

ciclopedonali in liguria: tratto della ciclabile del ponente ligure

Tratto della Ciclabile del Ponente Ligure.

La Pista ciclabile del Ponente Ligure, conosciuta anche come Pista ciclabile della Riviera dei Fiori, è un’altra delle più belle ciclovie in Liguria.

Il percorso si snoda anch’esso lungo un vecchio percorso ferroviario e offre un itinerario di ben 24 km che si snoda da San Lorenzo al Mare fino a Ospedaletti attraversando alcune delle località più belle della riviera ligure di ponente.

Pedalata dopo pedalata, passo dopo passo, avrai modo di scoprire e conoscere un angolo ligure ancora poco inflazionato dove fanno da padroni il mare, i piccoli borghi marinari e una lussureggiante vegetazione mediterranea.

Tra antiche gallerie, ponti e accessi diretti a minuscole spiaggette nascoste scoprirai una Liguria davvero autentica che a noi, personalmente, piace tantissimo!

Elencarti i punti di interesse principali in questo caso è davvero difficile perché stiamo parlando di un itinerario particolarmente lungo.

Quello che possiamo dirti è che tra le località più interessanti lungo il percorso c’è sicuramente Sanremo. Nei dintorni, inoltre, potresti fare tappa nella silenziosa e semi abbandonata Bussana Vecchia.

🏨 Se sei un vero amante del ciclismo e vorresti goderti una vacanza slow per esplorare la Liguria in bici, considera di alloggiare al Best Western Hotel Anthurium che si trova a ridosso della ciclabile e offre diversi servizi dedicati ai ciclisti! 

Per approfondire su come trascorrere la tua vacanza da queste parti, ti invitiamo a leggere la nostra guida su cosa vedere a Sanremo e dintorni.

 

Lunghezza del percorso.  Circa 24 km.

Dislivello. Praticamente inesistente, il che rende la pista adatta a tutti, inclusi bambini e persone meno allenate.

Difficoltà. Bassa: il percorso è completamente pianeggiante e ben mantenuto.

Come arrivare. La pista è facilmente accessibile sia in treno sia in auto. I punti di partenza principali sono San Lorenzo al Mare e Ospedaletti con buone connessioni tramite la stazione di Imperia o quella di Bordighera.

Dove parcheggiare. Ci sono aree di parcheggio lungo il percorso in particolare a Sanremo, Ospedaletti e nei pressi di alcuni dei borghi attraversati dalla pista.

Periodo migliore. Perfetto durante tutto l’anno grazie al clima mite della Liguria. La primavera e l’autunno offrono temperature ideali e minor affollamento.

Servizi disponibili. Lungo la pista ci sono numerosi punti di noleggio biciclette, aree picnic, bar e ristoranti . Scaricando la mappa dal sito ufficiale della Pista Ciclabile del Ponente Ligure potrai avere sotto mano tutte le informazioni utili per organizzare il tuo itinerario.

3 – Ex Guidovia N.S. Madonna della Guardia

Il Percorso Verde dell’Ex Guidovia di N.S. Madonna della Guardia si sviluppa lungo il tracciato storico di un vecchio tranvia che un tempo trasportava i pellegrini da Bolzaneto fino al santuario di Nostra Signora della Guardia.

Oggi l’antico percorso, di cui affiorano spesso le rotaie, è stato trasformato in un sentiero percorribile a piedi o in MTB che si arrampica dolcemente attraverso i boschi e le colline.

Il percorso è lungo circa 11,7 km e si caratterizza per una pendenza media del 6,5%.

Sebbene il dislivello complessivo sia gestibile, il percorso può risultare impegnativo in molti tratti a causa delle sue inclinazioni e della superficie mista quindi… presta attenzione!

Noi lo abbiamo fatto a piedi e possiamo dirti che in alcuni tratti, a causa della pendenza costante, è piuttosto faticoso.

Durante il tragitto incontrerai il Bosco degli Gnomi, un piccolo angolo che sembra uscito da una fiaba. Qui, nelle piccole casette costruite alla base degli alberi, abitano personaggi fiabeschi pronti a regalarti qualche attimo di magia!

Una volta raggiunto il Santuario, poi, a lasciarti senza parole sarà l’incredibile panorama su tutta Genova.

 

Lunghezza del percorso.  Circa 12 km.

Dislivello. 706 m.

Difficoltà. Media.

Come arrivare. Partenza da località La Gaiazza, raggiungibile in auto da Genova seguendo le indicazioni per Ceranesi. In alternativa è possibile partire in discesa presso il Santuario di N.S. Madonna della Guardia.

Dove parcheggiare. Possibilità di parcheggiare all’inizio del percorso a La Gaiazza e al Santuario.

Periodo migliore. Primavera e autunno per evitare il caldo estivo. Sconsigliato se il terreno è bagnato.

Servizi disponibili. Nei pressi del Santuario troverai un paio di punti ristoro.

4 – Ciclovia dell’Ardesia

La Ciclovia dell’Ardesia è un percorso ciclabile che si snoda lungo il fiume Entella per circa 33 km risalendo la Val Fontanabuona.

L’itinerario inizia dalla passeggiata a mare di Lavagna, un percorso pianeggiante che permette di esplorare l’oasi naturalistica dell’Entella fino a raggiungere Rivarola. Da qui si prosegue verso l’entroterra per arrivare a Gattorna attraversando boschi e aree coltivate.

Il secondo tratto è quello più complicato e percorribile preferibilmente con una MTB.

Si tratta di un percorso unico che ti permetterà di scoprire un angolo di Liguria poco conosciuto e decisamente fuori dai soliti itinerari turistici: stra-consigliato!

Tra i punti di interesse principali che incontrerai lungo il tragitto ti segnaliamo:

  • Oasi Faunistica sull’Entella, un’area naturale, sconosciuta ai più, che è situata alla foce del fiume ed è circondata da canneti, bambù e salici.
  • Basilica dei Fieschi, un gioiello architettonico poco conosciuto situato nei pressi di Cogorno.

Per informazioni dettagliate sul percorso, qui trovi la mappa.

Lunghezza del percorso.  Circa 33 km.

Dislivello. Circa 300 m. Pianeggiante nella parte iniziale, con sezioni più impegnative nella parte interna.

Difficoltà. Variabile: la prima parte è adatta a tutti, mentre la sezione verso Gattorna è consigliata alle mountain bike e a ciclisti più esperti.

Come arrivare. Il percorso inizia a Lavagna che è facilmente raggiungibile in auto o in treno da Genova o La Spezia.

Dove parcheggiare. È possibile trovare parcheggio nella zona della passeggiata a mare di Lavagna.

Periodo migliore. Ideale da percorrere in primavera o in autunno per evitare il caldo estivo e per godersi il paesaggio in piena fioritura o caratterizzato dai colori autunnali.

Servizi disponibili. A Lavagna, lungo il percorso e nelle principalità località che incontrerai ci sono aree di sosta e punti di ristoro.

5 – Pista ciclopedonale Levanto – Bonassola – Framura

ciclopedonali in liguria: panorama dalla framura - levanto.

Panorama dalla Framura – Levanto.

La Pista ciclopedonale Levanto – Bonassola – Framura è probabilmente la più affascinante tra le piste ciclabili sul mare di tutta la Liguria.

Il percorso, conosciuto anche come Ciclopedonale Maremonti, segue ancora una volta un tracciato ferroviario dismesso e permette di godersi una straordinaria esperienza ciclistica e pedonale di fronte a un panorama a dir poco mozzafiato.

Lunga circa 5,5 km, la ciclovia unisce Levanto a Framura passando attraverso Bonassola.

Tra vecchie gallerie, balconate a picco sul mare e discese verso piccole calette dove, in estate, è praticamente obbligatorio fare un tuffo, relax e divertimento sono assicurati!

Durante l’escursione, non dimenticarti di dedicare un po’ di tempo all’esplorazione di Bonassola e Framura che, a nostro parere, sono due dei più bei borghi in provincia di La Spezia.

Da non perdere, comunque, è anche il più grande centro storico di Levanto dove ti suggeriamo di entrare nella bella Chiesa di Sant’Andrea.

💯 Per goderti un’esperienza davvero completa, prenota questo tour in ebike da Levanto a Framura con una guida che ti spiegherà le bellezze dei luoghi: è inclusa anche una sosta golosa a base di focaccia e bicchiere di vino!

Qui sotto puoi verificare subito la disponibilità nella data che ti interessa:

Powered by GetYourGuide

Lunghezza del percorso.  Circa 5,5 km.

Dislivello. Nullo: il percorso è completamente pianeggiante ed è ideale per tutte le età e livelli di preparazione fisica.

Difficoltà. Facile. Adatto a pedoni, ciclisti e pattinatori.

Come arrivare. La pista può essere imboccata sia da Levanto, sia da Framura e sia da Bonassola per un percorso più breve. Tutte le destinazioni sono facilmente raggiungibili in auto o in treno.

Dove parcheggiare. Il parcheggio a Framura e Bonassola non è facilissimo, soprattutto in alta stagione. A Levanto puoi trovare posteggi comodi vicino al Lungomare e alla Stazione Ferroviaria.

Periodo migliore. Accessibile tutto l’anno, ma particolarmente piacevole in primavera e autunno.

Servizi disponibili. Ci sono aree di sosta e punti ristoro stagionali lungo il percorso. In tutte e tre le destinazioni avrai la possibilità di noleggiare le biciclette.

Le ciclabili in Liguria su una comoda mappa

 

Sei pronto a esplorare la Liguria in bici? Qui sotto trovi una comoda mappa con le ciclabili di cui ti abbiamo parlato e i loro punti di accesso.

 

 

Speriamo di essere riusciti a lasciarti qualche spunto per organizzare la tua prossima pedalata (o passeggiata!). Se conosci altre facili ciclabili in Liguria adatte a tutti e perfette anche per una camminata, lasciaci un commento qui sotto: sarà sicuramente molto utile agli altri lettori.


Crediti Fotografici: Le immagini non contrassegnate dal logo di Viaggi che mangi e lì dove non espressamente indicato sono state gentilmente fornite dal partner Depositphotos.



Nell’articolo potrebbero essere presenti link affiliati. Ciò significa che, senza costi aggiuntivi per te, potremmo guadagnare una piccola commissione nel caso decidessi di fare acquisti attraverso di essi. Questo aiuta a supportare il nostro lavoro e ci permette di continuare a fornirti contenuti di valore e gratuiti. Grazie di cuore per il tuo sostegno!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Lasciaci un commento