17 borghi vicino a La Spezia da scoprire (oltre alle 5 Terre)

di Selene Scinicariello

Spesso dalle dimensioni davvero ridotte e il più delle volte poco conosciuti, i borghi vicino a La Spezia sono veri e propri gioielli da scoprire.

Dal mare all’entroterra, ecco 17 paesini che vale la pena raggiungere per scoprire nuovi angoli della nostra meravigliosa Liguria.

In questo articolo non parleremo volutamente delle celebri Cinque Terre. Abbiamo scritto, infatti, tantissimi articoli a riguardo che potrai leggere nella sezione del blog che abbiamo dedicato a quella che, probabilmente, è la destinazione più celebre della regione.

Di seguito ti consiglieremo luoghi meno conosciuti e meno inflazionati perché siamo dell’idea che uscire dai soliti percorsi turistici può regalare bellissime sorprese!

 

I più bei borghi da visitare vicino a La Spezia su una mappa

 

Ecco i borghi vicino a La Spezia di cui stiamo per parlarti su una comoda mappa che potrai utilizzare per organizzare al meglio i tuoi spostamenti e i tuoi itinerari.

 

 

1 – Lerici

lerici, uno dei borghi da vedere in provincia di la spezia

Lerici.

Incastonato in una piccola insenatura e dominato dall’alto da un imponente castello, Lerici è uno dei borghi più belli in assoluto della riviera ligure di ponente.

La sua storia è profondamente legata al mare e alla sua posizione strategica. Non stupisce, infatti, che in passato fu spesso e volentieri al centro delle varie dispute tra Genovesi e Pisani.

In tempi più recenti, invece, sono state le acque cristalline e la tranquillità dei suoi vicoli a donargli la fama che ancora oggi preserva tra i turisti che desiderano trascorrere una vacanza slow al profumo di salsedine!

Sapevi che tra l’Ottocento e il Novecento di qui passarono artisti e scrittori di fama mondiale alla ricerca di pace e ispirazione? Percy Bysshe Shelley e sua moglie Mary,  David Lawrence, George Sand, ma anche D’Annunzio e Marinetti sono solo alcuni dei personaggi che passarono di qui e raccontarono la bellezza di Lerici nei loro scritti.

Quando ti ritroverai a camminare tra le sue strette stradine silenziose e a passeggiare sul lungomare, capirai perché in così tanti l’hanno scelta come meta e come musa!

Se anche tu deciderai di raggiungere Lerici, tra le tappe imperdibili della visita ricordati di inserire il Castello, simbolo del borgo. Edificato nel XII secolo, oggi al suo interno ospita il Museo Geopaleontologico e una galleria d’arte. Dalla sua posizione, inoltre, regala una magnifica vista sul Golfo dei Poeti. Qui trovi le informazioni aggiornate sugli orari di apertura.

Non dimenticarti, inoltre, di goderti una passeggiata fino all’estremità del molo di Lerici al tramonto: il panorama è unico!

 

Come arrivare. Lerici non è direttamente raggiungibile in treno. La stazione più vicina è quella di La Spezia da cui si può prendere un autobus diretto a Lerici o raggiungere il porto per salire a bordo di un traghetto (consigliatissimo per godersi il panorama!). Se viaggi in auto ricordati che nel periodo compreso tra il 15 giugno e il 31 agosto l’ingresso in centro è disciplinato dalla zona a traffico limitato (ZTL).

Dove parcheggiare. Parcheggiare a Lerici è una vera e propria sfida sempre, ma soprattutto durante l’alta stagione può diventare impossibile. Il consiglio è quello di utilizzare il parcheggio multipiano “La Vallata”, situato all’ingresso del paese, da cui partono navette gratuite verso il centro. Qui trovi tante informazioni utili a riguardo.

Dove mangiare. Il Frantoio,  Via Cavour 21, 19032 Lerici.

Dove dormire. Hotel Florida Lerici, Via S. Biaggini 35, 19032 Lerici.

 

2 – San Terenzo

 

San Terenzo è una pittoresca frazione di Lerici che, però, ha tutte le caratteristiche di un vero e proprio borgo a sé stante.

Dalle origini antichissime, per secoli questo è stato un piccolo villaggio di pescatori che, fino a oggi, ha conservato la sua atmosfera autentica e rilassata.

Come dimostra la presenza di un castello, anche San Terenzo ha giocato un ruolo significativo nella storia locale per la sua posizione strategica lungo la costa. Storicamente, infatti, è stato un importante punto di difesa contro le incursioni dei pirati saraceni.

Il castello, risalente al XV secolo, oggi è visitabile. Qui trovi tutte le informazioni aggiornate sugli orari di apertura.

Tra le tappe imperdibili del borgo ti segnaliamo anche Villa Marigola e Villa Magni, edifici storici che sono stati spesso le dimore di personaggi illustri e famosi. L’ultima, ad esempio, fu la residenza di Percy Bysshe Shelley dall’aprile al settembre 1822.

Come arrivare. Essendo una frazione di Lerici, San Terenzo si può raggiungere seguendo le stesse indicazioni precedenti. Il traghetto da La Spezia è una scelta sicuramente scenografica, mentre l’autobus offre un collegamento diretto per chi arriva dalla stazione ferroviaria.

Dove parcheggiare. Come per Lerici, anche qui il parcheggio può essere parecchio impegnativo. Il “Park Bagnara” situato poco prima del centro di San Terenzo è il parcheggio più comodo ed è servito da una navetta gratuita per il centro.

Dove mangiare. Osteria La Situa, Via Trogu 21, 19032 San Terenzo.

Dove dormire. Le Vele, Terre Marine, Via del Campo 3, 19032 San Terenzo.

 

3 – Tellaro

tellaro uno dei luoghi romantici della liguria

Tellaro.

Inserito tra “I Borghi più belli d’Italia“, Tellaro è un’altra frazione del comune di Lerici, questa volta la più orientale.

Il piccolo paese si affaccia direttamente sul mare ed è caratterizzato da casette color pastello appoggiate l’una sull’altra che si sporgono audacemente sulle rocce sfidando le onde.

La storia di Tellaro è segnata da una leggenda molto particolare: si racconta, infatti, che nel 1660 a salvare il villaggio da un’incursione saracena, fu un polpo. L’animale, uscendo dall’acqua e attaccandosi alle corde delle campane, avvisò la popolazione dell’imminente pericolo riuscendo a farla mettere in salvo!

Il polpo è ancora oggi un simbolo della frazione che ogni agosto gli dedica una sagra molto conosciuta e frequentata nella zona.

Al di là delle leggende, che sono sempre comunque molto affascinanti, il paese ha una storia molto importante: per secoli, infatti, è stato un punto di avvistamento e di difesa contro gli attacchi dal mare.

Il suo centro storico è davvero particolare, un gioiello che noi abbiamo scoperto solo negli ultimi anni e che ora consigliamo a chiunque voglia scoprire un angolo ancora autentico della nostra regione.

Durante una passeggiata a Tellaro ti consigliamo di visitare la Chiesa di San Giorgio, costruita in posizione panoramica direttamente sulla scogliera. Da qui, al tramonto, potrai goderti uno dei più bei panorami in assoluto sul Golfo dei Poeti.

SCOPRI I BORGHI PIÙ ROMANTICI DELLA LIGURIA DOVE TRASCORRERE UN WEEKEND ROMANTICO!

Molto suggestiva è anche una passeggiata attraverso il porticato di Sotto Ripa, un antico camminamento che un tempo serviva a difendere il borgo dai pirati. Il pavimento decorato con la tecnica del mosaico a “risseu è magnifico!

Come arrivare. Anche Tellaro non è direttamente raggiungibile con il treno. Arrivando a La Spezia dovrai andare prima a Lerici e poi proseguire con un autobus locale. Qui trovi maggiori informazioni.

Dove parcheggiare. Come per Lerici, anche qui trovare parcheggio può essere parecchio impegnativo. Il parcheggio più vicino è quello in Via Fiascherino vicino al cimitero, ma in alta stagione è praticamente impossibile trovare un posto libero. Il consiglio è quello di lasciare l’auto a Lerici e muoversi con i mezzi pubblici.

Dove mangiare. In Cucina da Giò, Località Fiascherino, 16, 19030 Lerici.

Dove dormire. Fiori Sul Mare, Via Fiascherino 60, 19032 Tellaro.

4 – Montemarcello

montemarcello, uno dei borghi da vedere vicino a la spezia

Montemarcello.

Situato all’estremità del promontorio su cui sorgono Lerici e Tellaro, Montemarcello fa anch’esso parte dei “Borghi più belli d’Italia” ed è una frazione del comune di Ameglia.

La sua storia è ricchissima e affonda le radici addirittura nell’epoca romana, come suggerisce il nome che deriva dal console Claudio Marcello che nel 155 a.C. sconfisse i Liguri Apuani.

Nel corso dei secoli il borgo ha mantenuto il suo carattere medievale e ancora oggi si passeggiata tra stretti vicoli lastricati e case in pietra affacciate su piccole piazze.

Tra i luoghi da non perdere c’è sicuramente la Chiesa di San Pietro al cui interno sono custodite opere d’arte di notevole valore storico e religioso.

Per una passeggiata, invece, ti segnaliamo il sentiero che conduce a Punta Corvo. Il punto panoramico regala una vista unica sull’azzurro del mare e la spiaggia sottostante è una delle più belle e incontaminate di tutta la Liguria!

Come arrivare. Montemarcello non è collegato direttamente da linee ferroviarie e il modo migliore per raggiungerlo è in auto o con autobus locali. Da Lerici parte un autobus proprio di fronte al Comune. Qui puoi trovare maggiori informazioni.

Dove parcheggiare. Anche in questo caso trovare parcheggio può essere parecchio impegnativo. Quello più vicino si trova presso Via Nuova 66. In alta stagione, comunque, il consiglio è quello di lasciare l’auto a Lerici e muoversi con i mezzi pubblici.

Dove mangiare. Trattoria Dai Pironcelli, Via delle Mura, 45, 19031 Montemarcello.

Dove dormire. Golfo dei Poeti Relais & SPA, Via de Marchi Don Calisto, 38, 19031 Montemarcello.

 

5 – Vezzano Ligure

 

Lontano dalle rotte turistiche più battute, Vezzano Ligure sorge in posizione strategica su una collina che domina la Val di Magra e la Val di Vara.

Il borgo ha origini molto antiche che risalgono sicuramente al periodo etrusco e romano, ma che probabilmente, secondo alcune ipotesi, arrivano fino alla preistoria.

Vezzano si divide in due parti: quella inferiore e quella superiore.

La prima è caratterizzata dall’imponente Torre pentagonale, risalente al XII secolo, e da Palazzo Giustiniani, l’antico castello datato al X secolo. Qui, inoltre, vale la pena visitare la Chiesa parrocchiale dei Santi Sebastiano e Maria Assunta all’interno della quale è presente un gruppo scultoreo raffigurante la Pietà del genovese Anton Maria Maragliano.

La parte superiore del borgo, invece, è caratterizzato da un impianto medievale con viuzze strette che si snodano tra le case in pietra e conducono fino alla piazza della Chiesa parrocchiale di Nostra Signora del Soccorso.

Come arrivare. Vezzano Ligure è facilmente accessibile via auto da La Spezia e da Sarzana, ma è servito anche da una piccola stazione ferroviaria che lo collega alle principali città della Liguria e della Toscana. Per raggiungere il centro storico, poi, è necessario prendere un autobus.

Dove parcheggiare. Il borgo dispone di alcuni parcheggio dai quali si può facilmente accedere al centro storico a piedi.

Dove mangiare. Osteria delle Pietre, Piazza Regina Margherita, 14, 19020 Vezzano Ligure.

Dove dormire. Relais Al Convento, Piazza Regina Margherita, 1, 19020 Vezzano Ligure.

6 – Castelnuovo Magra

 

Castelnuovo Magra è un piccolo gioiello situato nel cuore della bassa Lunigiana. Posto sulla cima del Monte Bastione, offre una vista a 360° sulla vallata circostante con lo sguardo che, nelle giornate più terse, può arrivare fino a identificare la Capraia e la Corsica!

Le origini di Castelnuovo Magra risalgono al periodo romano, ma il borgo acquistò importanza a partire dal Medioevo quando divenne sede vescovile.

Il cuore del paese è dominato da Piazza Querciola sulla quale si affaccia l’imponente castello con la sua torre perfettamente restaurata che oggi è visitabile.

Altra tappa da non perdere è la Chiesa di Santa Maria Maddalena che ospita un bellissimo dipinto raffigurante la Crocifissione del pittore fiammingo Pieter Brueghel il Giovane.

Tra i borghi vicino a La Spezia, Castelnuovo Magra è sicuramente uno dei meno conosciuti e uno dei più suggestivi: con la sua atmosfera medievale e un panorama invidiabile è, a nostro parere, una meta imperdibile.

Come arrivare. Castelnuovo Magra è facilmente raggiungibile in auto da La Spezia e da Sarzana. Non è servito direttamente da una stazione ferroviaria, ma la vicina stazione di Sarzana offre buone connessioni grazie a un autobus locale.

Dove parcheggiare. Ci sono diverse opzioni di parcheggio intorno al centro storico.

Dove mangiare. Trattoria Armanda, Piazza Giuseppe Garibaldi, 6, 19033 Castelnuovo Magra.

Dove dormire. Casa Colleverde, Via Marciano, 48, 19033 Castelnuovo Magra.

 

7 – Ortonovo

 

Situato al confine tra Liguria e Toscana, Ortonovo è un piccolo borgo della provincia di La Spezia ricco di storia e di cultura.

Le sue origini risalgono ai secoli XI e XII quando questo territorio era controllato dal Vescovo di Luni e tutto intorno sorgevano campi coltivati (da qui il nome derivante probabilmente da Hortus Novus).

La visita non può che iniziare dall’antica chiesa abaziale dei Santi Lorenzo e Martino, vera e propria porta d’accesso al borgo.

Camminando tra le case noterai senza dubbio la Torre di Guinigi. Questa venne costruita intorno al XV secolo e faceva parte di un castello ormai andato perso che un tempo era situato lì dove sorge l’attuale chiesa.

Ortonovo è davvero piccolissima, ma vale la pena scoprirla per conoscere una piccola realtà che racconta una Liguria di confine ancora poco conosciuta.

Come arrivare. Ortonovo è raggiungibile in auto attraverso la strada statale che collega La Spezia a Sarzana. Sebbene non disponga di una stazione ferroviaria propria, la vicina stazione di Sarzana è ben collegata.

Dove parcheggiare. Il centro storico offre alcune aree di parcheggio lungo la strada.

Dove mangiare. La Sarticola, Via Sarticola, 19, 19034 Luni.

Dove dormire. Locanda Il Monastero, Via Casanova, 2 – Loc. Annunziata, 19034 Ortonovo.

 

8 – Portovenere

portovenere, uno dei borghi da vedere in provincia di la spezia

Portovenere.

Portovenere è una delle perle del Golfo dei Poeti ed è sicuramente uno dei borghi vicino a La Spezia più conosciuti in assoluto.

La sua storia risale all’epoca romana, ma fu intorno al VI secolo che il borgo assunse importanza diventando una base navale della flotta bizantina.

Oggi il Castello Doria domina il paese dall’alto ed è uno dei simboli più significativi di Portovenere insieme alla spettacolare Chiesa di San Pietro.

Quest’ultima, eretta tra il V e il XIII secolo su un promontorio roccioso che sembra tuffarsi direttamente nel mare, è uno degli angoli più suggestivi del borgo e il punto più bello in assoluto per godersi il panorama sul mare.

Da non perdere è anche l’antica Chiesa di San Lorenzo al cui interno sono conservate le polene che decoravano le galee di Porto Venere che presero parte alle storiche battaglie della Meloria del 1284 e di Lepanto del 1571.

Tra i borghi che abbiamo visto fino a qui, Portovenere è sicuramente quello che richiede una visita più lunga e approfondita.

 

💯 Tra le esperienze più belle che tu possa fare a Portovenere c’è senza dubbio QUESTO GIRO IN BARCA DELL’ISOLA PALMARIA, TINO E TINETTO. Scoprire le piccole isole del Golfo dei Poeti è una di quelle cose che consigliamo a chiunque decida di visitare la zona: il panorama è uno spettacolo e… durante l’estate potrai goderti anche tuffo a largo con la giusta attrezzatura da snorkeling per curiosare i fondali!

Da qui, inoltre, partono una serie di bellissimi sentieri per esplorare il Parco Naturale Regionale di Portovenere: se ami i trekking e le passeggiate all’aria aperta, è una bella occasione per godersi un po’ di natura!

Come arrivare. Portovenere non è raggiungibile direttamente con il treno. La soluzione migliore per visitare il borgo è arrivare alla stazione di La Spezia e da lì prendere un autobus. In alternativa, per un’esperienza più particolare, ti consigliamo di prendere i traghetti delle linee gestite da Navigazione Golfo dei Poeti. Puoi leggere la nostra guida completa su come arrivare a Portovenere QUI.

Dove parcheggiare. Il parcheggio a Portovenere può essere complicato, soprattutto in alta stagione. È consigliabile utilizzare i parcheggi a pagamento all’ingresso del paese e poi utilizzare il servizio navetta fino al centro. Qui trovi maggiori informazioni.

Dove mangiare. Anciùa Ligurian Street Food, Via Giovanni Capellini, 40, 19025 Portovenere.

Dove dormire. Capitolare Suite Tower, Via Giovanni Capellini, 19025 Portovenere.

 

9 – Pignone

 

Immerso nel verde delle colline nell’entroterra delle Cinque Terre, Pignone, è uno dei più incantevoli borghi vicino a La Spezia.

Silenzioso e lontano anni luce dal trambusto turistico dei vicini villaggi costieri, questo è uno di quei luoghi inaspettati che puoi incontrare solamente uscendo fuori dalle solite rotte.

Tra gli stretti caruggi in cui ogni passo rimbomba, ti sembrerà di essere tornato indietro nel tempo!

Le origini di Pignone risalgono alla Preistoria e sono testimoniate dal Sito Archeologico del Monte Castellaro (oggi accessibile tramite un sentiero del CAI).

In seguito, durante il periodo medievale, il borgo acquistò importanza come centro agricolo e di difesa.

Tra le tappe da segnare per una visita al paesino ti suggeriamo la Chiesa di Santa Maria Assunta ricostruita nel 1300 dai Fieschi su una preesistente pieve paleoromanica del 1100 e la bella Loggia Comunale recentemente restaurata nella piazzetta principale.

Come arrivare. Pignone non è servito direttamente da linee ferroviarie e il mezzo migliore per raggiungere il borgo è senza ombra di dubbio l’auto.

Dove parcheggiare. Parcheggiare a Pignone è relativamente semplice: troverai diverse aree disponibili all’ingresso del paese.

Dove mangiare. Trattoria Medinelli, Via Levanto, 376, 19020 Pignone.

Dove dormire. Villa Paola, Via Pradiera 101, 19020 Pignone.

 

10 – Calice al Cornoviglio

 

Situato all’interno del Parco naturale regionale di Montemarcello – Magra – Vara, Calice al Cornoviglio è un piccolo borgo circondato da boschi e alte montagne.

Se desideri scoprire un volto completamente diverso dai soliti stereotipi sulla Liguria, bene: qui troverai ciò che cerchi!

Il centro storico del borgo è un tesoro medievale con strade acciottolate e passaggi coperti con volte ad arco che serpeggiano tra antiche case di pietra.

A dominare il paese c’è l’imponente Castello Doria-Malaspina risalente al XII secolo.

Quello che un tempo fu un’importante fortezza difensiva e poi una bella residenza signorile, oggi è un punto di riferimento per chi visita il borgo. Al suo interno, infatti, sono ospitati il Museo della Brigata “Val di Vara”, il Museo delle Risorse Faunistiche, la Pinacoteca “David Beghè”, il Piccolo Museo “Pietro Rosa”, il Museo della Tradizione Contadina, il Museo della Statua Stele e il Museo dell’Apicoltura.

Come arrivare. Anche Calice al Cornoviglio non è collegato direttamente da una stazione ferroviaria e il mezzo migliore per raggiungerlo è l’auto.

Dove parcheggiare. Il borgo dispone di un’area di parcheggio dalla quale si raggiunge comodamente il centro storico a piedi.

Dove mangiare. Intatto al Castello, Piazza Placidia Doria Spinola, 19020 Calice al Cornoviglio.

Dove dormire. I due Ghiri, Via Usurana 1, 19020 Calice al Cornoviglio.

 

11 – Brugnato

brugnato, uno dei borghi da vedere vicino a la spezia

Brugnato.

Brugnato è uno dei nostri borghi liguri preferiti. Piccolo, tranquillo, non lontano dal mare, immerso nel verde e nella tranquillità e fornito di ogni tipo di servizio che si possa desiderare.

Se cerchi un posto dove alloggiare per scoprire i borghi in provincia di La Spezia comprese le Cinque Terre, questa è secondo noi un’ottima scelta!

CERCA UN HOTEL A BRUGNATO!

In ogni caso, anche se non ti fermerai qui a soggiornare, vale comunque la pena organizzare una sosta a Brugnato per visitare il minuto e curatissimo centro storico.

Il paese ha una lunga e complicata storia che inizia tra il VII – VIII sec. quando i longobardi, subentrati ai bizantini, fondarono l’abbazia di San Colombano.

Da allora si susseguirono numerosi eventi legati all’importanza strategica del borgo che sorgeva alla confluenza delle principali vie commerciali che partivano dalla costa di Levanto e delle Cinque Terre per arrivare da una parte fino a Genova, dall’altra a Luni, alla Toscana e, attraverso gli Appennini, alla pianura padana.

Oggi il cuore del borgo è dominato dalla Concattedrale dei Santi Pietro, Lorenzo e Colombano e dall’adiacente Palazzo Vescovile, edificato proprio lì dove un tempo sorgeva l’antica abbazia di San Colombano.

Dopo la visita al centro del paese, se ami lo shopping, non dimenticarti di raggiunger il Brugnato 5Terre Outlet Village: è piccolo, ma si trovano davvero offerte interessanti tanto che lo abbiamo inserito nella nostra lista dei migliori outlet d’Italia!

Come arrivare. Brugnato non dispone di una stazione ferroviaria, ma è facilmente raggiungibile in auto dalla vicina autostrada A12 che collega Genova a La Spezia. Per chi viaggia in treno, la stazione più vicina è proprio quella di La Spezia da cui è possibile prendere un autobus diretto al borgo.

Dove parcheggiare. Ci sono ampi parcheggi all’ingresso del borgo.

Dove mangiare. La Taverna Dei Golosi, Via S. Bernardo Borgo, 16, 19020 Brugnato.

Dove dormire. Il Nido nella Bionda, Via Bionda 4, 19020 Brugnato.

 

12 – Bozzolo

 

Poco distante da Brugnato (di cui è una frazione) si trova Bozzolo, un minuscolo e incantevole borgo sconosciuto ai più.

Per secoli questa fu un’importante roccaforte a difesa delle vallate circostanti e delle vie di comunicazioni che collegavano la Liguria con la Toscana e la Pianura Padana.

Oggi, con le sue strette viuzze, le case in pietra e i passaggi voltati che raccontano secoli di storia, il borgo è il luogo adatto per una passeggiata alla riscoperta di veri e propri angoli unici del nostro Paese.

Durante la visita non dimenticarti di visitare la Chiesa di Sant’Antonio Abate, ricostruita nel XVIII secolo sui resti di una precedente chiesa risalente al 1350.

Come arrivare. Il modo migliore per raggiungere Bozzolo è con l’auto.

Dove parcheggiare. Il borgo dispone di un piccolo parcheggio situato all’ingresso.

Dove mangiare. Per mangiare ti consigliamo di scendere a Brugnato, il borgo, infatti, non dispone di molti servizi.

Dove dormire. Anche in questo caso il consiglio è quello di alloggiare nella vicinissima Brugnato.

 

13 – Varese Ligure

varese ligure, uno dei borghi da vedere in provincia di la spezia

Varese Ligure.

Varese Ligure è un incanto.

Annidata nelle verdi valli dell’entroterra ligure, questa tranquillo cittadina è una meta imprescindibile non solo per tutti coloro i quali vogliono scoprire la provincia di La Spezia, ma anche per gli amanti del buon cibo.

L’Alta Valle del Vara, infatti, è nota come la “Valle del Biologico“: qui oltre 40 aziende agricole confluiscono le loro attività di allevamento nelle cooperative locali per la produzione di carni e formaggi biologici.

Dopo una passeggiata nel centro storico, allora, vale sicuramente la pena fermarsi a pranzo in una delle trattorie della zona. Difficilmente potrai sbagliare: qui si mangia bene un po’ ovunque e se è periodo di funghi, non farti scappare l’occasione per gustare un piatto di tagliatelle fatte in casa!

Varese Ligure, come ricorda il nome, è attraversata dal fiume Vara e, inoltre, presenta un centro storico dalla particolarissima struttura urbanistica. Il paese, infatti, è conosciuto come il Borgo Rotondo a causa del suo impianto circolare decisamente unico.

Nonostante le dimensioni ridotte, tra gli stretti vicoli e le case dalle facciate colorate non è difficile perdersi continuando a girare in tondo!

Tra gli edifici più importanti del borgo ci sono sicuramente il Castello Fieschi, eretto nel XV secolo, e la Chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista al cui interno sono conservate opere pittoriche e scultoree di Giovanni Andrea De Ferrari, Gregorio De Ferrari e Anton Maria Maragliano.

Ricorda: Varese Ligure merita una visita con tutta calma. Non avere fretta e, ne siamo sicuri, ti rimarrà nel cuore come è successo a noi!

Come arrivare. Il modo migliore per raggiungere Varese Ligure è l’auto perché qui non è presente una stazione ferroviaria. Volendo arrivare con il treno, potrai raggiungere Sestri Levante e poi utilizzare l’autobus di linea fino al borgo.

Dove parcheggiare. Troverai diversi parcheggi intorno al centro storico del borgo.

Dove mangiare. La Vineria del Borgo, Piazza V. Emanuele, 26, 19028 Varese Ligure.

Dove dormire. Casina Matilde, Via Grecino, 24, 19028 Varese Ligure.

 

14 – Groppo

groppo, uno dei borghi da vedere in provincia di la spezia

Groppo.

Scoperto un po’ per caso, Groppo è uno di quei luoghi che conserviamo nel cuore.

Il silenzio, la musica proveniente da un campo, i gatti, qualche gallina che scorrazza nel cortile di una casa e i vicoli in pietra che riportano indietro nel tempo sono solo alcune delle immagini che amiamo ricordare di questo piccolo, ma suggestivo borgo della provincia di La Spezia.

Attenzione a non confondere Groppo con la località omonima che si trova tra Volastra e Manarola: il borgo di cui stiamo parlando noi si trova a poca distanza da Sesta Godano.

Qui un tempo si ergeva un imponente castello distrutto dalla Repubblica Genovese nel 1174  e di cui oggi non resta alcuna traccia se non la forma ellittica tipica del borgo fortificato.

Passo dopo passo, tra le stradine di pietra e i passaggi voltati, si avverte come la sensazione di essere tornati indietro nel tempo: si incontrano strumenti di mestieri ormai andati persi, le porte delle case sono lasciate aperte e sopra gli architravi ti osservano curiosi alcuni volti in pietra dal fascino misterioso.

Proprio queste ultime, le cosiddette “maschere apotropaiche di Groppo“, sono una delle caratteristiche del paese.

Un tempo erano elementi scaramantici o decorativi? La risposta ancora non la si conosce, ma di certo è bello fantasticarci sopra!

Come arrivare. Il mezzo consigliato per raggiungere Groppo è l’auto.

Dove parcheggiare. Troverai un piccolo parcheggio ai piedi del borgo.

Dove mangiare. Per mangiare qualcosa ti consigliamo di scendere a Sesta Godano.

Dove dormire. Il Nido Verde, Via della colla Groppo, 19020 Groppo.

 

15 – Levanto

levanto, uno dei borghi da vedere vicino a la spezia

Levanto.

Situata alla porta delle Cinque Terre, Levanto è una destinazione piuttosto conosciuta soprattutto durante l’estate.

A richiamare i turisti sono specialmente le belle e ampie spiagge sabbiose e la vicinanza con i famosi borghi di Monterosso, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore. Noi, ad esempio, l’abbiamo consigliata anche come località ideale dove alloggiare vicino alle Cinque Terre perché meno cara di queste ultime e dotata di tutti i servizi necessarie a soggiorni anche di diversi giorni.

Oltre a tutto ciò, Levanto è comunque anche uno splendido borgo da visitare per il suo patrimonio storico, artistico e culturale.

Le sue origini risalgono all’epoca romana, ma fu nel Medioevo che il centro divenne piuttosto importante.

A testimonianza di quel periodo rimane oggi il castello costruito dai genovesi per difendere la città dalle incursioni saracene.

Il centro storico, con le sue stradine circondate da edifici storici, è un luogo piacevole per una passeggiata tra botteghe, negozi e gastronomie che vendono prodotti locali.

Tra le tappe da non perdere c’è sicuramente la Chiesa di Sant’Andrea, un esemplare eccellente di architettura gotica ligure, famosa per la sua facciata decorata in marmo bianco e nero.

Se ti piace pedalare o ami camminare, goditi la spettacolare passeggiata fino a Framura lungo la Ciclabile Maremonti, una delle più belle piste ciclabili in Liguria!

Come arrivare. Levanto è facilmente raggiungibile in treno e in auto.

Dove parcheggiare. Nei dintorni del centro storico troverai diversi parcheggio (generalmente a pagamento).

Dove mangiare. Antica Trattoria Centro, Corso Italia, 25, 19015 Levanto.

Dove dormire. Hotel Palazzo Vannoni, Via Marconi 4, 19015 Levanto.

16 – Bonassola

bonassola, uno dei borghi da vedere in provincia di la spezia

Bonassola.

Collegata a Levanto da una piacevole ciclopedonale affacciata sul mare, Bonassola è una tranquilla località caratterizzata da un piccolo centro storico e una spaziosa spiaggia bagnata da un mare dall’acqua cristallina.

Se in estate il paese è spesso preso d’assalto, in inverno potresti passeggiare tra le sue stradine incontrando solo un paio di persone. Questo è in assoluto il momento dell’anno che preferiamo per venire da queste parti!

Bonassola ha radici storiche che affondano nel Medioevo quando il borgo era protetto da mura e torri di guardia di cui alcune rimangono ancora oggi.

Tra i punti d’interesse principali c’è la Chiesa di Santa Caterina d’Alessandria, eretta nel XVI secolo. Al suo interno è possibile ammirare alcune opere di pregio come le tele del pittore Pietro Costa e il dipinto delle Pie donne ai piedi della Croce di Gesù di Antonio Discovolo.

Come arrivare. Bonassola è facilmente accessibile in treno grazie alla stazione che la collega a La Spezia, a Genova e alle località delle Cinque Terre.

Dove parcheggiare. Trovare parcheggio a Bonassola può essere complicato durante i mesi estivi, ma in generale troverai diverse aree di parcheggio a pagamento intorno al centro e vicino alla spiaggia.

Dove mangiare. Si Và, Via Gino Daneri, 28, 19011 Bonassola.

Dove dormire. Casa Vacanze San Giorgio, Localita San Giorgio 28, 19011 Bonassola.

 

17 – Framura

framura, uno dei borghi da vedere in provincia di la spezia

Framura.

Framura è un altro vero e proprio gioiello della riviera ligure di levante.

Composta in realtà da ben cinque minuscoli borghi (Anzo, Ravecca, Setta, Costa e Castagnola), Framura è un luogo particolarissimo incastonato letteralmente tra mare e roccia.

Ognuno di questi piccoli centri conserva caratteristiche medievali, con stretti vicoli e case in pietra, ma ognuno è diverso dall’altro.

Il modo migliore per esplorare questa località è quella di partire dall’alto, da Castagnola, e poi scendere in basso verso gli altri.

Tra le tappe più belle da visitare ci sono la Chiesa di San Lorenzo, nella frazione di Castagnola, che custodisce una Deposizione di Gesù del pittore Luca Cambiaso e la pieve di San Martino al cui interno è conservata la pala d’altare della Madonna del Rosario opera di Bernardo Strozzi.

Nonostante la sua vicinanza alle Cinque Terre, in pochi conoscono Framura e in tanti vogliono preservarla tenendola nascosta… per questo quando raggiungere le sue strette stradine, ricordati sempre di essere rispettoso di un luogo ancora autentico e davvero amato dai suoi abitanti.

Come arrivare. Framura è facilmente raggiungibile in auto o in treno grazie alla sua stazione.

Dove parcheggiare. Se scegli di arrivare in auto, ci sono piccole aree di parcheggio nei vari borghi. Tuttavia, data la topografia del luogo e le strade strette, consigliamo di usare il treno (magari lasciando l’auto a Levanto) o comunque di parcheggiare nella parte bassa.

Dove mangiare. L’Agave, Porticciolo turistico, 19014 Framura (si tratta di uno dei migliori ristoranti sul mare in Liguria).

Dove dormire. Sesta Terra,  Località Pianelli 4, 19014 Framura (allo stesso tempo glamping e magnifico hotel con SPA!).

 

Speriamo che i nostri consigli sui più bei borghi vicino a La Spezia possa essere d’ispirazione per organizzare il tuo prossimo viaggio o una piacevole gita fuori porta.

Se conosci altri paesini in zona che secondo te andrebbero aggiunti a questa lista, lasciaci un commento: i tuoi suggerimenti saranno sicuramente di spunto anche a tutti gli altri lettori!



Crediti Fotografici: Le immagini non contrassegnate dal logo di Viaggi che mangi e lì dove non espressamente indicato sono state gentilmente fornite dal partner Depositphotos.



​​

Nell’articolo potrebbero essere presenti link affiliati. Ciò significa che, senza assolutamente alcun costo aggiuntivo per te, potremmo guadagnare una commissione se decidessi di fare acquisti attraverso di essi. Ciò aiuta a supportare il nostro lavoro e ci permette di continuare a fornirti contenuti di valore e gratuiti. Grazie di cuore per il tuo sostegno!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Lasciaci un commento