Visitare Roma in 3 giorni: consigli e itinerario

di Selene Scinicariello

Trascorrerai una breve vacanza nella Città Eterna e sei alla ricerca di consigli e idee per organizzare al meglio il tuo soggiorno? Ottimo: se hai deciso di visitare Roma in 3 giorni è fondamentale pianificare in anticipo un itinerario! Partire con le idee ben chiare su cosa fare e cosa vedere, infatti, ti consentirà di sfruttare al massimo le tue 72 ore in città.

Noi siamo stati diverse volte nella Capitale e in una delle ultime occasioni ci siamo fermati proprio tre giorni. Partendo da questa nostra esperienza, abbiamo preparato per te una guida essenziale che ti aiuterà a esplorare Roma anche con pochi giorni a disposizione. Speriamo che possa esserti utile!

Ricorda che per seguire l’intero itinerario che stiamo per descriverti sono necessarie tre giornate piene (dalla mattina alla sera).

Ciò significa che riuscirai a vedere tutto ciò di cui ti parleremo solamente se arriverai al mattino presto del primo giorno (o ancor meglio la sera precedente) e se potrai fermarti a Roma fino alla sera dell’ultimo giorno (o ancor meglio se andrai via il giorno successivo).

Ah, non dimenticarti che ci sarà da camminare parecchio quindi… indossa scarpe comode e non essere pigro!

Allora, sei pronto ad andare su e giù per Roma, visitare il Colosseo, scoprire la magia di Trastevere e lasciarti affascinare dalla Città Eterna in notturna?

 

INDICAZIONI E LINK UTILI PER ORGANIZZARE I TUOI 3 GIORNI A ROMA.

 

 

  • Se viaggi in treno puoi verificare e confrontare le tariffe e le opzioni disponibili utilizzando la piattaforma Omio.

 

 

  • Per raggiungere comodamente il centro di Roma da Fiumicino e da Ciampino, PRENOTA UN TRANSFER PRIVATO: eviterai le lunghissime file per i taxi (e soprattutto di incappare in qualche spiacevole truffa).

 

 

  • Se hai intenzione di seguire i nostri consigli e visitare il Colosseo e i Musei Vaticani, ACQUISTA IL ROMA TOURIST DIGITAL PASS: ti farà risparmiare un po’ di soldini e, soprattutto, eviterà di farti perdere tempo in coda!

 

  • Se ti piacciono le visite guidate e vuoi risparmiare partecipa a questo FREE TOUR di Roma.

 

  • Se vuoi organizzare una gita fuori porta con un tour organizzato o semplicemente vuoi prenotare una visita guidata ti suggeriamo di utilizzare le piattaforme GetYourGuide e Civitatis.

 

Giorno 1 – Il cuore barocco di Roma: dalla Fontana di Trevi alla Terrazza del Pincio

 

Il primo dei tuoi 3 giorni a Roma dovresti dedicarlo all’esplorazione, senza fretta, di quella che è la zona più famosa di Roma.

Piazze, fontane, chiese e imponenti palazzi istituzionali: a ogni passo incontrerai qualcosa che ti inviterà a fermarti e a scattare una fotografia.

Roma è un museo a cielo aperto e durante questa prima giornata te ne renderai subito conto!

 

Mattino

 

fontana di trevi, tra le più belle fontane di roma

Fontana di Trevi.

 

Per comodità ti consigliamo di iniziare il tuo itinerario da Piazza Barberini dove si trova una delle fermate della metropolitana.

Da qui potrai raggiungere il Palazzo del Quirinale, uno dei simboli di Roma e di tutta Italia. Questo edificio dal 1870 fu la residenza ufficiale del Re d’Italia e dal 1946 quella del Presidente della Repubblica Italiana.

Proseguendo, con una breve passeggiata, potrai arrivare facilmente in uno dei luoghi più celebri della città: la Fontana di Trevi.

Questo capolavoro barocco del XVIII secolo fu progettato da Nicola Salvi ed è una delle più grandi e note fontane della città. L’opera rappresenta il tema del mare con la statua di Oceano al centro trainato da tritoni e cavalli marini.

La tradizione vuole che girandosi di spalle e lanciando una monetina nell’acqua ci si assicuri di ritornare a Roma. Non dimenticare di farlo!

 

LO SAPEVI?

Sotto la Fontana di Trevi si trova un incredibile sito archeologico!

Recentemente sono state riportate alla luce le strutture di una domus d’epoca imperiale, il castellum aquae dell’Acquedotto Vergine e alcuni altri suggestivi reperti che potrai scoprire partecipando a questa visita guidata dei sotterranei della Fontana di Trevi.

Si tratta di un’opportunità unica e davvero imperdibile per conoscere uno dei luoghi ancora poco noti della città.

 

Lasciata la Fontana di Trevi, ti invitiamo a proseguire verso il Pantheon, un antico tempio romano poi trasformato in chiesa cristiana.

Questo edificio è un vero e proprio miracolo di ingegneria e architettura dell’antichità. Le sue origini risalgono al 27 a.C. quando Marco Vipsanio Agrippa fece costruire un tempio dedicato a tutti gli dei romani. Successivamente fu ricostruito sotto l’imperatore Adriano nel 126 d.C. che lo ampliò.

Pensa che il Pantheon vanta ancora oggi la più grande cupola del mondo! Incredibile, ma vero!

 

QUI PUOI ACQUISTARE I BIGLIETTI PER IL PANTHEON E SALTARE LE LUNGHE CODE ALL’INGRESSO!

 

A questo punto dirigiti nella vicina Piazza Navona, uno degli esempi più emblematici dello stile barocco romano.

Forse non lo sai: la piazza segue la forma dello stadio di Domiziano che sorgeva qui in epoca antica. Guardandola bene non faticherai a riconoscerne il tipico aspetto allungato!

Pagando un biglietto dal prezzo davvero esiguo è possibile visitare i sotterranei di Piazza Navona per ammirare ciò che resta dell’antico Stadio.

Secondo noi è una visita interessante, ma probabilmente se deciderai di farla dovrai scegliere di saltare almeno un paio di tappe dell’itinerario di questa giornata. Pensaci e decidi tu stesso cosa preferisci!

Piazza Navona oggi è famosa soprattutto per le sue fontane tra cui spicca senza dubbio la centrale e magnifica Fontana dei Quattro Fiumi, opera del Bernini. Questa rappresenta i fiumi Nilo, Gange, Danubio e Rio della Plata, ciascuno a simboleggiare un continente conosciuto all’epoca.

A questo punto dovrebbe essere arrivata l’ora di pranzo e nei dintorni troverai tantissimi ristoranti. Ovviamente fai attenzione alle “turistate”, ma in linea di massima un posticino dove gustare una buona carbonara lo troverai senza fatica.

Ad esempio nei pressi del Pantheon, in Via dei Pastin, trovi diversi ristoranti che servono cucina tipica romana come Pietro al Pantheon, Trattoria Antonio al Pantheon e Er Faciolaro.

In alternativa anche in zona Campo de’ Fiori si trovano una serie di ottimi ristoranti come, ad esempio, l’Antica Hostaria Romanesca.

 

Pomeriggio

 

Panorama su Piazza di Spagna da Trinità dei Monti, uno dei migliori punti panoramici di roma

Panorama su Piazza di Spagna da Trinità dei Monti.

 

Con la pancia piena, si ragiona meglio e la giornata può continuare in serenità!

La tappa successiva che ti consigliamo di raggiungere è Piazza di Spagna, celebre per la Scalinata di Trinità dei Monti che sale fino alla chiesa omonima.

Per raggiungerla, però, prima passa davanti a Montecitorio, goditi una passeggiata lungo Via del Corso con i suoi negozi e poi infilati in Via dei Condotti per curiosare tra le vetrine delle più prestigiose firme della moda italiana ed estera.

Una volta terminata la strada più lussuosa di Roma, ti si parerà davanti la famosa fontana della Barcaccia del Bernini con alle spalle la magnifica Scalinata di Trinità dei Monti: uno spettacolo indimenticabile!

Poco distante si trova Piazza del Popolo con l’obelisco centrale e le sue due chiese gemelle, Santa Maria in Montesanto, nota anche come “Chiesa degli Artisti”, e Santa Maria dei Miracoli. Dall’alto lato della piazza, invece, sorge la chiesa di Santa Maria del Popolo che ospita opere d’arte di Raffaello, Bernini, Lorenzetto e Caravaggio.

 

Sera

 

La giornata sarà ormai quasi volta al termine e il nostro consiglio è quello di salire sulla Terrazza del Pincio (proprio sopra a Piazza del Popolo) per ammirare una delle viste panoramiche più spettacolari di Roma dall’alto: lo sguardo spazia sui tetti della città fino, addirittura, alla cupola di San Pietro!

Credici, questo è il luogo ideale per ammirare il tramonto sulla Città Eterna.

Da qui potrai prendere nuovamente la metro alla fermata Flaminio per rientrare in hotel.

 

Giorno 2 – Dalla Roma Antica ai quartieri più autentici

 

Il nostro itinerario per visitare Roma in 3 giorni continua con un’altra giornata super intensa!

 

Mattino

 

facciata anfiteatro flavio, copertina del post dedicato a come arrivare al colosseo

 

Inizia la tua giornata con la visita al Colosseo, conosciuto anche come Anfiteatro Flavio.

Il simbolo di Roma è una straordinaria opera di ingegneria la cui costruzione iniziò nel I secolo d.C. sotto l’imperatore Vespasiano.

Il Colosseo è uno dei monumenti più iconici al mondo: si tratta del più grande e importante anfiteatro romano del mondo, nonché il più imponente monumento dell’antica Roma giunto fino a noi!

Questo era il luogo dedicato ai giochi gladiatori e agli spettacoli pubblici e si stima che potesse ospitare tra i 50000 e gli 87000 spettatori!

Visitare il Colosseo è un’esperienza davvero unica che ti permetterà di ammirare e capire da vicino la grandezza dell’Impero Romano e della sua avanzata ingegneria.

Camminerai lì dove un tempo lo facevano imperatori, gladiatori e cittadini romani: sarà come fare un vero e proprio tuffo indietro nel tempo!

Ricorda che le code in biglietteria sono sempre lunghissime e per questo è decisamente consigliato l’acquisto del titolo d’accesso in anticipo online.

Al momento il biglietto per il Colosseo comprende anche l’ingresso al Foro Romano e al Palatino.

Per maggiori informazioni ti suggeriamo di visitare il sito ufficiale del Parco Archeologico del Colosseo dove trovi anche gli orari di apertura aggiornati.

 

UN CONSIGLIO PER TE!

Se hai intenzione di visitare il Colosseo e altre attrazioni come i Musei Vaticani (di cui ti parleremo tra pochissimo), ti consigliamo vivamente di ACQUISTARE IL ROMA TOURIST DIGITAL PASS.

Questo, infatti, comprende l’ingresso al Colosseo, al Foro Romano e al Colle Palatino, il biglietto per i Musei Vaticani e la possibilità di scegliere tra la salita alla Cupola di San Pietro o la visita a Galleria Borghese.

Non solo risparmierai sul costo dei singoli biglietti, ma avrai tutto a portata di mano ed eviterai di fare ulteriori code!

 

Dopo la visita al Colosseo ti consigliamo di dirigerti verso il Ghetto Ebraico, uno dei quartieri più ricchi di storia della città.

Per farlo percorri Via dei Fori Imperiali, passa davanti al monumentale Altare della Patria (il Monumento a Vittorio Emanuele II) e poi al Teatro Marcello, una sorta di versione più piccola del Colosseo!

Eccoti, allora, arrivato nel Ghetto. Questo venne istituito nel 1555 e fu un’area di confinamento per gli ebrei di Roma fino alla sua definitiva abolizione nel 1870.

Oggi è un quartiere vivace ricco di ristoranti che servono cucina ebraico – romana… Insomma, si tratta del posto giusto dove godersi un buon pranzo! Tra i piatti imperdibili da ordinare ci sono senza dubbio i carciofi alla Giudia.

 

Pomeriggio

 

isola tiberina, una delle cose da vedere a trastevere

Isola Tiberina.

 

Dopo pranzo ti invitiamo a raggiungere la piccola Isola Tiberina, ma prima di lasciare il Ghetto ricordati di passare davanti al Tempio Maggiore, la grande sinagoga che oggi ospita anche l’interessante Museo Ebraico di Roma. Vale la pena vederla anche solo dall’esterno!

A questo punto, attraversato Ponte Fabricio (il più antico di Roma), sarai sull’isola.

L’Isola Tiberina è l’unica urbana del fiume Tevere e si trova proprio nel cuore di Roma.

Questo piccolo lembo di terra ha una lunga storia e nell’antichità fu la sede del tempio di Esculapio, il dio della medicina.

È da sempre un luogo di pace e tranquillità e ancora oggi la tradizione medica è portata avanti dall’Ospedale Fatebenefratelli.

Ti consigliamo di sederti qualche minuto nel Piazzale Ponte Emilio per goderti la magia di questo luogo ammirando lo scorrere del Tevere. Secondo noi è uno degli angoli più romantici di Roma!

A questo punto potrai concludere il tuo pomeriggio esplorando, dall’altra parte del fiume, Trastevere, uno dei quartieri più caratteristici e amati della Capitale.

Nota per le sue stradine acciottolate, le piazze nascoste e una vivace vita notturna, Trastevere è caratterizzata da una sorta di atmosfera bohémien davvero particolare.

L’ultima volta che siamo stati a Roma abbiamo alloggiato proprio qui e dobbiamo dire che è stata una bellissima esperienza: più che in una metropoli, sembra di trovarsi tra le strade di una piccola cittadina!

Le cose da vedere a Trastevere sono innumerevoli e ti consigliamo di leggere la nostra guida dettagliata a proposito. Ricordati, però, di non perdere assolutamente la visita alla Basilica di Santa Maria in Trastevere, una delle chiese più antiche (e belle) di Roma: con i suoi splendidi mosaici dorati è un vero e proprio gioiello!

 

Sera

 

La giornata starà per volgere al termine.

Per concluderla nel migliore dei modi potrai salire con il bus fino al Belvedere del Gianicolo per ammirare il tramonto su Roma dall’alto (noi te lo consigliamo!) oppure semplicemente rimanere tra i vicoli di Trastevere per sorseggiare un aperitivo.

In ogni caso ti invitiamo a trascorrere la serata in questo quartiere dove potrai scegliere tra tanti ristoranti e trattorie che propongono piatti della cucina romana tradizionale.

 

LEGGI I NOSTRI CONSIGLI SU COSA E DOVE MANGIARE A TRASTEVERE!

 

Dopo cena, prima di rientrare in hotel, se non sei troppo stanco goditi una passeggiata lungo le rive del Tevere: di sera Roma è spettacolare!

 

Giorno 3 – Vaticano e dintorni

 

Continuiamo questi consigli su cosa fare a Roma in 3 giorni con l’itinerario per la tua ultima giornata in città. Vedrai, concluderai in bellezza!

Per oggi il nostro suggerimento è quello di portarti dietro dei panini per ottimizzare i tempi e non dover cercare per forza un ristorante.

 

Mattino

 

piazza san pietro è tra i consigli su cosa vedere in vaticano

Obelisco in Piazza San Pietro.

 

Il programma della giornata inizia dai Musei Vaticani, una delle collezioni d’arte più grandi e importanti al mondo.

Fondati nel XVI secolo da Papa Giulio II, i musei ospitano opere d’arte raccolte dalla Chiesa Cattolica nel corso dei secoli che includono reperti archeologici dell’epoca egizia, sculture romane antiche, opere del Rinascimento, affreschi straordinari, fino ad arrivare a una collezione di dipinti moderni e contemporanei.

Il fiore all’occhiello della visita è senza dubbio la Cappella Sistina con il celebre Giudizio Universale di Michelangelo: si tratta di uno sbalorditivo capolavoro dell’arte rinascimentale.

La visita ai musei ti impiegherà almeno 3 / 4 ore, quindi ti suggeriamo di arrivare qui non appena aprono.

Per organizzarti al meglio, leggi la nostra GUIDA COMPLETA CON I CONSIGLI PER VISITARE I MUSEI VATICANI: abbiamo preparato un vero e proprio itinerario tra le opere più belle!

Ricorda che le code per entrare ai Musei Vaticani sono sempre infinite e che, quindi, conviene sempre acquistare i biglietti in anticipo online selezionando la fascia oraria per l’ingresso.

Trovi maggiori informazioni sui biglietti e gli orari di apertura sul sito ufficiale dei Musei Vaticani, ma ti ricordiamo che acquistando il Roma Tourist Digital Pass avrai l’ingresso già incluso.

In alternativa esiste anche la Omnia Card, una card turistica che include l’ingresso ai Musei, l’utilizzo gratuito dei mezzi del trasporto pubblico e il biglietto per l’autobus turistico. Inoltre sono presenti anche altri ingressi gratuiti e sconti su varie attrazioni. Prova a darci un’occhiata per vedere se può fare al caso tuo!

Dopo la visita potrai procedere verso la Basilica di San Pietro, il più importante edificio religioso del cattolicesimo e una vera e propria opera maestosa dell’architettura rinascimentale e barocca.

All’interno potrai ammirare alcune importanti opere d’arte tra cui la Pietà di Michelangelo e il baldacchino del Bernini.

Per sapere cosa vedere all’interno della Basilica di San Pietro ti consigliamo di leggere la nostra guida specifica, mentre per organizzare un itinerario dettagliato in Vaticano, QUI trovi il nostro articolo di approfondimento sulla Città del Papa.

 

Pomeriggio

 

castel sant'angelo

Castel Sant’Angelo.

 

Nel pomeriggio ti suggeriamo di raggiungere il vicino Castel Sant’Angelo.

L’edificio originariamente (nel 135 d.C.) era stato costruito come mausoleo per l’imperatore Adriano e solo successivamente venne trasformato in fortezza prima e in residenza papale poi.

È curioso sapere che Castel Sant’Angelo è collegato al Vaticano tramite un passaggio chiamato il “Passetto“. In tempi di pericolo questo veniva utilizzato dai papi per fuggire.

Oltre alla sua affascinante storia che puoi conoscere attraverso l’interessante museo oggi ospitato al suo interno, l’edificio offre dalla sua terrazza anche spettacolari vedute panoramiche di Roma.

Se hai tempo, noi ti consigliamo vivamente di entrare. All’ora del tramonto, poi, lo spettacolo è assicurato!

 

QUI PUOI ACQUISTARE I BIGLIETTI IN ANTICIPO!

 

In alternativa potresti valutare l’idea di fare una crociera con aperitivo sul Tevere. Le imbarcazioni partono dalla riva opposta rispetto a Castel Sant’Angelo e il giro dura circa un’ora e mezza. Secondo noi è una bella occasione per ammirare Roma da un punto di vista alternativo riposandosi dopo una lunga giornata

 

 

Sera

 

Il tuo viaggio è arrivato al termine e potresti chiuderlo in bellezza con una buona cena nel vicino rione Prati dove troverai una vasta scelta di ristoranti che offrono cucina sia tradizionale che contemporanea.

Dopo cena, se hai ancora le forze, attraversa il Tevere e goditi un’ultima passeggiata tra le strade illuminate della città. Piazza Navona, il Pantheon e la Fontana di Trevi quando si illuminano sono davvero magiche!

Sapevi che esistono anche delle visite guidate serali di Roma che ti permettono di scoprire la Città Eterna insieme a una guida dopo che il sole è calato? Secondo noi, ad esempio, questo TOUR DI ROMA ILLUMINATA è particolarmente valido e ti permetterà di raggiungere i luoghi più belli della Capitale quando sono illuminati e hanno un fascino completamente diverso dal solito. La visita si svolge su minibus che effettuata una serie di fermate per permetterti di scattare tutte le fotografie che vorrai. Si tratta, perciò, di un’esperienza perfetta anche dopo una lunga giornata di cammino!

 

Roma in 3 giorni: l’itinerario su una comoda mappa!

 

Ecco una comoda mappa da aprire sul tuo smartphone per seguire l’itinerario giorno per giorno, passo dopo passo!

 

 

Apri qui la mappa sul tuo smartphone!

 

BONUS (se hai più tempo a disposizione)

 

Ti abbiamo raccontato cosa vedere a Roma in 3 giorni, ma se avrai più tempo a disposizione o se sei già stato in città altre volte e desideri vedere qualcosa di nuovo o di diverso, qui di seguito ti lasciamo qualche altra idea da cui prendere spunto.

 

  • Quartiere Coppedè. Questa zona di Roma è un gioiello di architettura eclettica che negli ultimi anni, forse anche grazie a Instagram, sta diventando piuttosto noto. In questo piccolo quartiere ogni edificio ha un suo stile unico: troverai palazzi dal gusto barocco, medievale, greco, Liberty, Art Decò e tanti, tanti altri. Ti sembrerà quasi di essere all’interno di una fiaba Disney!

 

  • Tour della Street Art. Una visita guidata davvero particolare che ti permetterà di conoscere un lato di Roma che, forse, ancora non avevi scoperto. Sei pronto ad esplorare i quartieri più underground della Capitale?

 

  • Via Appia Antica e le Catacombe. Potrai esplorare la Via Appia Antica, una delle strade romane più antiche e meglio conservate d’Italia, sia a piedi, sia in bicicletta. Lungo la via, inoltre, è possibile visitare alcune catacombe romane come quelle di San Callisto e di San Sebastiano. Trovi maggiori informazioni sul sito del Parco Archeologico dell’Appia Antica e su quello del Parco Regionale dell’Appia Antica.

 

  • Ostia Antica. Con almeno una mezza giornata a disposizione potresti decidere di visitare il Parco Archeologico di Ostia Antica, uno dei più bei siti archeologici d’Italia. Il Parco è facilmente raggiungibile con il treno delle ferrovia Roma – Lido.

 

  • Le Ville di Tivoli. Questa è una vera e propria gita per cui avrai bisogno di un’intera giornata a disposizione. Nella vicina  Tivoli potrai visitare Villa d’Este, famosa per i suoi giardini rinascimentali e le sue fontane artistiche, e Villa Adriana, l’antica residenza dell’imperatore Adriano. Per raggiungere Tivoli il mezzo più idoneo è l’auto o il taxi. In alternativa noi ti suggeriamo QUESTO TOUR DA ROMA che include sia il transfer, sia i biglietti d’ingresso: comodissimo!

 

 

Altre dritte per visitare Roma in 3 giorni

 

Infine, ecco ricapitolati alcuni consigli veloci da tenere a mente per visitare Roma in 3 giorni risparmiando tempo e denaro.

 

  • Se camminare tanto può essere un problema, opta per acquistare il biglietto per il bus turistico di Roma. Si tratta di uno dei modi migliori per goderti la visita alla Città Eterna in maniera piacevole e confortevole senza fare troppo sforzo. Inoltre sarai accompagnato da un’interessante audioguida che ti racconterà storia e curiosità sulla Capitale. Esistono anche biglietti da 72 ore! Abbiamo scritto un articolo dettagliato a proposito: lo puoi leggere QUI.

 

 

  • Se durante i tuoi 3 giorni a Roma hai intenzione di visitare il Colosseo e i Musei Vaticani come ti abbiamo suggerito, ti invitiamo nuovamente ad acquistare il Roma Tourist Digital Pass. Questa card, infatti, comprende l’ingresso al Colosseo, al Foro Romano e al Colle Palatino, il biglietto per i Musei Vaticani e la possibilità di scegliere tra la salita alla Cupola di San Pietro o la visita a Galleria Borghese. Risparmierai sia un po’ di soldini, sia parecchio tempo che altrimenti trascorreresti in coda!

 

 

 

  • Se cerchi una buona zona dove alloggiare per visitare Roma in 3 giorni noi ti suggeriamo Trastevere, il Rione Monti, il Rione Parione e il Rione Prati. Si tratta di zone molto centrali che se anche presentano alloggi più cari, ti faranno risparmiare parecchio tempo sugli spostamenti. Avendo a disposizione solo tre giornate, a nostro parere questa è la scelta migliore. Sulla mappa qui sotto puoi cercare gli alloggi comodamente visualizzandone la posizione.

 



Booking.com

 

Insomma, sicuramente vedere tutta Roma in 3 giorni è impossibile (per farlo non basta una vita!), ma ci auguriamo che i nostri consigli possano esserti utili per visitare la città anche con poco tempo a disposizione. Se sei alla ricerca di altri spunti e idee, non dimenticarti di andare a curiosare nella sezione del blog interamente dedicata alla Città Eterna: troverai tantissime altre guide che possono aiutarti nella pianificazione del tuo soggiorno!

Torna a raccontarci nei commenti com’è andato il viaggio al tuo rientro: siamo curiosi di conoscere la tua esperienza!

Se hai dubbi o domande non esitare a scriverci contattandoci attraverso il form della pagina CONTATTI.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Lasciaci un commento