Visita ai Musei Vaticani: consigli utili per pianificarla al meglio

di Selene Scinicariello

Sei alla ricerca di consigli per la visita ai Musei Vaticani? Di seguito abbiamo preparato per te una vera e propria guida essenziale che ti aiuterà a organizzare l’esperienza nel modo più semplice e migliore possibile.

Probabilmente lo sai già: stai per visitare uno dei musei più grandi del mondo che si estende su una superfice di circa 40.000 mq e che ha un percorso museale di quasi 7 km!

Come si intende dal nome al plurale, i Musei Vaticani sono in realtà un insieme di musei e collezioni (oltre 20!) al cui interno sono esposte un numero enorme di opere d’arte.

È facile capire che vedere tutto in una sola volta è praticamente impossibile. Ecco perché è davvero INDISPENSABILE organizzare la visita con calma e in anticipo.

Noi la prima volta che ci siamo stati ci siamo praticamente persi al suo interno: eravamo davvero frastornati da tutto ciò che c’era da vedere!

Speriamo allora che queste dritte, derivate da esperienze vissute sulla nostra pelle, possano esserti utili per goderti l’esperienza al massimo.

 

1 – Acquista SEMPRE i biglietti per i Musei Vaticani in anticipo

 

Visitare i Musei Vaticani è di certo un’esperienza unica e indimenticabile, ma se non organizzata con attenzione può diventare parecchio stressante.

Infatti non si tratta solamente di uno dei musei più grandi del mondo, ma anche di uno dei più visitati (oltre 5 milioni di visitatori nel 2022).

Come puoi facilmente immaginare le biglietterie sono sempre molto affollate, specialmente durante l’alta stagione.

Credici, le file all’ingresso possono essere così lunghe che è a volte è persino difficile anche solo capire da dove inizino!

Acquistare i biglietti in anticipo online, allora, è FONDAMENTALE per evitare le lunghe code e, soprattutto, per garantirti l’accesso.

In fase di prenotazione potrai scegliere l’orario più conveniente per la tua visita così da goderti la visita ai musei con tranquillità.

RICORDA: non arrivare in ritardo perché l’accesso è consentito solamente durante la fascia oraria indicata sul biglietto! Una volta all’interno, poi, potrai rimanere tutto il tempo che vorrai.

Per maggiori informazioni sugli orari di apertura aggiornati e sui prezzi dei biglietti, puoi consultare il sito ufficiale dei Musei Vaticani.

 

Tipologie di biglietti e Pass convenienti

 

Mentre stai pianificando la tua visita ai Musei Vaticani, è importante prendere in considerazione le diverse tipologie di biglietti disponibili, ma anche i Pass turistici che in alcuni casi possono offrirti un accesso a un prezzo più conveniente e altri vantaggi aggiuntivi.

Vediamo insieme tutto un po’ più nello specifico.

 

  • Biglietti Standard acquistabili in biglietteria. Questi offrono accesso completo ai Musei Vaticani e alla Cappella Sistina. I biglietti interi sono disponibili per gli adulti, mentre per i bambini e gli studenti sono previsti prezzi ridotti. Questi biglietti sono acquistabili direttamente in biglietteria.

 

  • Biglietti Salta Fila. Questi biglietti, leggermente più costosi, permettono di accedere ai musei senza dover fare la coda e, credici, ti faranno risparmiare parecchio tempo. Potrai acquistarli direttamente sul sito ufficiale dei Musei Vaticani o, ad esempio, su piattaforme sicure come GetYourGuide. Anche in questo caso sono disponibili sconti per bambini e studenti.

 

  • Omnia Rome & Vatican Card. Questa è una delle scelte più popolari tra i turisti. La card, infatti, include l’ingresso salta fila ai Musei Vaticani e offre l’accesso a mezzi di trasporto pubblici, nonché diversi sconti per altre attrazioni. Inoltre con questa tessera avrai diritto ad utilizzare liberamente l’autobus turistico di Roma e potrai scegliere di accedere gratuitamente anche ad altre due attrazioni tra Colosseo, Foro Romano e Palatino, Musei Capitolini, Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo, Galleria Borghese, Circo Massimo, Terme di Caracalla e  Museo Nazionale Romano. La tessera è VALIDA 3 GIORNI e dev’essere validata presso uno degli uffici di Opera Romana Pellegrinaggi in Piazza Pio XII o in Piazza di Porta S. Giovanni. QUI TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI PER L’ACQUISTO DELLA OMNIA CARD!

 

  • Rome Tourist Digital Pass. Una delle migliori Card da acquistare se vuoi visitare i luoghi simbolo di Roma. La tessera, infatti, dà diritto al biglietto d’ingresso “salta fila” per i Musei Vaticani e la Cappella Sistina, al biglietto per il Colosseo, Foro Romano e Colle Palatino e a un ingresso a scelta tra Cupola della Basilica di San Pietro, Castel Sant’Angelo o Galleria Borghese. Riceverai i biglietti via email dopo l’acquisto: comodissimo! SCOPRI MAGGIORI INFORMAZIONI QUI!

 

 

2 – Informati sui giorni e gli orari migliori per visitare i Musei Vaticani

 

Prima di acquistare il biglietto tieni a mente le informazioni che ti lasciamo qui di seguito.

Prima di tutto considera che sicuramente i mesi invernali lontano dalle festività sono un ottimo periodo per programmare la visita (a questo proposito potresti leggere la nostra guida per visitare Roma in inverno).

I mesi estivi, in particolar modo Luglio e Agosto, sono invece il periodo più affollato in assoluto, così come i ponti primaverili.

 

turisti all'interno dei musei vaticani, una delle cose da visitare in vaticano

Turisti ai Musei Vaticani.

 

Per quanto riguarda le giornate, invece, tieni a mente che i Musei Vaticani sono generalmente meno affollati durante i giorni feriali, in particolare dal lunedì al mercoledì (quest’ultimo è il giorno dell’Udienza Papale e il suggerimento è quello di visitare i musei in mattinata prima che l’incontro finisca e molti dei pellegrini raggiungano i Musei).

Considera inoltre di visitare i musei nelle prime ore del mattino o nel tardo pomeriggio per evitare le ore di punta.

Tieni presente, comunque, che non esiste un vero giorno in cui i Musei Vaticani possano considerarsi vuoti: i turisti che scelgono di visitarli durante un soggiorno a Roma sono tantissimi!

Non dimenticarti, infine, che i musei sono chiusi la domenica, ad eccezione dell’ultima del mese quando sono aperti dalle 9.00 alle 14.00 e l’ingresso è gratuito.

Tuttavia, tieni presente che questi giorni gratuiti attirano grandissime folle e la visita potrebbe non essere del tutto piacevole. In caso decidessi di approfittarne comunque il consiglio è quello di arrivare davvero prestissimo al mattino e metterti in coda per entrare subito all’apertura.

Per conoscere gli altri giorni di chiusura durante l’anno in corso, leggi le informazioni aggiornate sul sito ufficiale dei Musei Vaticani.

 

3 – Non sbagliare ingresso

 

ingresso musei, copertina del post dedicato a come arrivare ai musei vaticani

 

L’ingresso principale dei Musei Vaticani si trova in Viale Vaticano, a pochi passi da Viale dei Bastioni di Michelangelo.

QUI trovi la posizione corretta dell’ingresso dei Musei Vaticani da aprire comodamente sul tuo smartphone per seguire le indicazioni senza paura di perderti e sbagliare.

È importante, infatti, arrivare all’ingresso giusto, specialmente se hai prenotato i biglietti per un orario specifico.

Verifica, allora, la tua prenotazione e assicurati di avere tutte le informazioni necessarie per raggiungere i musei senza intoppi.

Noi abbiamo impiegato un po’ di tempo per capire dove fossero le biglietterie e abbiamo dovuto chiedere informazioni in un bar!

Velocemente possiamo dirti, comunque, che le fermate più vicine della metro sono Ottaviano e Cipro (linea A direzione Battistini).

Per quanto riguarda i bus, invece, il n. 49 effettua la fermata nel piazzale antistante i Musei Vaticani.

Per aiutarti, in ogni caso, abbiamo scritto una vera e propria GUIDA SU COME RAGGIUNGERE I MUSEI VATICANI con informazioni dettagliate sulle linee degli autobus e della metro che conducono fino a qui.

 

4 -Scopri cosa vedere ai Musei Vaticani e organizza il tuo itinerario prima di entrare

 

Come accennavamo all’inizio, i Musei Vaticani sono un vero e proprio polo museale che include diversi musei e gallerie per un totale di oltre 70000 oggetti esposti!

L’itinerario di visita segue un percorso a senso unico ideato dalla Direzione dei Musei che comprende:

 

I musei:

  • Pinacoteca Vaticana;
  • Collezione d’Arte Religiosa Moderna;
  • Museo Pio – Clementino;
  • Museo Missionario – Etnologico;
  • Museo Gregoriano Egizio;
  • Museo Gregoriano Etrusco;
  • Museo Pio Cristiano;
  • Museo Gregoriano Profano;
  • Padiglione delle Carrozze;
  • Museo Filatelico e Numismatico;
  • Musei della Biblioteca Apostolica Vaticana;
  • Museo Chiaramonti.

 

Le Gallerie:

  • Galleria Lapidaria;
  • Galleria detta Braccio Nuovo;
  • Galleria dei Candelabri;
  • Galleria degli Arazzi;
  • Galleria delle Carte Geografiche.

 

Le Cappelle:

  • Cappella Sistina;
  • Cappella Niccolina;
  • Cappella di Urbano VIII.

 

Le sale:

  • Sala della Biga;
  • Appartamento di San Pio V;
  • Sala Sobieski;
  • Sala dell’Immacolata;
  • Stanze di Raffaello;
  • Loggia di Raffaello;
  • Sala dei Chiaroscuri;
  • Appartamento Borgia;
  • Salette degli Originali Greci.

 

Vista l’immensità del museo, è davvero consigliabile pianificare in anticipo ciò che desideri vedere così da preparare un vero e proprio percorso che ti consenta di non perderti tra la mole di arte e bellezza custodita all’interno.

Di seguito noi ti consiglieremo alcune aree e opere imperdibili, ma QUI trovi la mappa dei Musei. Ti suggeriamo di darci un’occhiata prima ancora della visita per personalizzare l’itinerario in base ai tuoi interessi.

 

Le aree e le opere più importanti dei Musei Vaticani

 

Ecco cosa vedere ai Musei Vaticani assolutamente secondo noi.

 

  • La Cappella Sistina. Il capolavoro di Michelangelo è uno dei motivi principali per cui vale la pena entrare ai Musei Vaticani. Gli affreschi del Buonarroti ti lasceranno letteralmente carico di meraviglia. Vedere dal vivo il Giudizio Universale e la Creazione di Adamo è un’emozione unica.

 

  • Le Stanze di Raffaello. Gli antichi appartamenti di Papa Giulio II furono affrescati da Raffaello con capolavori come la celebre Scuola di Atene. A nostro parere queste sale sono magnifiche tanto quanto la Cappella Sistina.

 

  • La Galleria delle Carte Geografiche. Un lungo corridoio decorato con una serie di affreschi raffiguranti le mappe geografiche dettagliate dell’Italia del XVI secolo. Passerai sicuramente molto tempo a notare le differenze con il presente!

 

  • La Galleria degli Arazzi. Espone arazzi antichissimi tra cui la serie fiamminga rappresentante episodi della Vita di Cristo realizzata nella prima metà del Cinquecento su disegni degli allievi di Raffaello.

 

  • La Galleria delle Statue. Una collezione suggestiva di sculture antiche.

 

  • L’Appartamento Borgia. Una serie di ambienti decorati dal Pinturicchio che un tempo furono gli appartamenti di Papa Alessandro VI.

 

  • La Pigna. Una gigantesca scultura di bronzo situata nel Cortile della Pigna che può essere considerata uno dei simboli dei Musei Vaticani.

 

pignone, uno dei simboli e delle curiosità sui musei vaticani

Il Pignone.

 

  • La Pinacoteca. Una ricchissima raccolta che annovera alcuni capolavori dei maggiori artisti della storia della pittura italiana come Giotto, il Perugino, Raffaello, Leonardo, Tiziano, il Veronese e Caravaggio.

 

  • Il Museo Pio-Clementino. Un’area imperdibile per chi ama la scultura dell’antichità. Qui si trovano alcune delle più importanti opere d’arte greche e romane come l’Apollino e il Laocoonte.

 

  • Il Museo Gregoriano Egizio. Una tappa imperdibile per chi è affascinato dall’arte e dalla cultura egizia. Qui sono custoditi papiri, mummie e tanti altri oggetti dell’antichità.

 

  • La Collezione d’Arte Contemporanea. La sezione dedicata all’arte del periodo che va dalla fine del XIX e giunge al Novecento. Qui troverai opere di artisti famosi come Van Gogh, Bacon, Chagall, de Chirico, Fontana e Matisse.

 

  • Il Padiglione delle Carrozze. Una delle tappe che personalmente ci ha affascinato di più. Qui non troverai solo antiche carrozze, ma anche modernissime automobili tra cui le nove berline cerimoniali appartenute a Pontefici.

 

  • La Scala Elicoidale. La particolarissima scala a doppia spirale elicoidale progettata da Giuseppe Momo nel 1932.

 

scala elicoidale musei vaticani

Scala elicoidale.

 

Come visitare i Musei Vaticani: un percorso di visita consigliato

 

Qui di seguito ti lasciamo velocemente l’idea di un itinerario che potresti seguire per visitare i Musei.

 

Mattina

Il nostro consiglio è quello di iniziare la visita dalla Pinacoteca Vaticana dove potrai ammirare le opere di Giotto, di Leonardo da Vinci e di Caravaggio.

Da qui potresti proseguire verso il Museo Pio-Clementino per ammirare le sculture greche e romane prima di esplorare il Museo Gregoriano Egizio per un vero e proprio tuffo nella cultura dei costruttori delle Piramidi.

A questo punto potresti raggiungere il Cortile della Pigna e rilassarti una mezzoretta in caffetteria per recuperare le forze.

 

Pomeriggio

Dopo aver fatto la pausa l’itinerario potrebbe continuare con la visita all’Appartamento Borgia, alla celeberrima Cappella Sistina e alle emozionanti Stanze di Raffaello.

Da qui, poi, entrerai nella Galleria degli Arazzi e nella Galleria delle Carte Geografiche.

Prima di concludere la visita non dimenticarti di raggiungere il Padiglione delle Carrozze!

 

Questo itinerario che ti abbiamo suggerito copre le opere e i musei principali, ma a seconda dei tuoi interessi e del tempo che avrai a disposizione potrai scegliere di concentrarti solo su alcune aree specifiche o includere anche altre collezioni.

In ogni caso preparati, ci sarà molto da camminare!

 

Leggi anche la nostra guida dedicata a cosa vedere in Vaticano per scoprire tutte le bellezze di questo piccolissimo Stato!

 

5 – Calcola quanto ci vuole per visitare i Musei Vaticani e pianifica al meglio la giornata

 

Le cose da vedere, ormai lo avrai capito, sono davvero tantissime e dirti quanto dura la visita ai Musei Vaticani è davvero difficile.

In linea di massima possiamo affermare che una visita completa ai Musei Vaticani richiede ALMENO 3 – 4 ore.

Ci teniamo a sottolineare “almeno” perché questa può durare anche di più se desideri esplorare le collezioni in modo approfondito.

L’ultima volta che noi siamo stati ai Musei abbiamo trascorso al loro interno più o meno 4 ore (avendo prenotato i biglietti in anticipo).

Considera queste tempistiche quanto pianifichi la tua giornata, specialmente se vuoi visitare altri luoghi in Vaticano o a Roma in generale.

 

6 – Prendi in considerazione l’idea di partecipare a un tour guidato

 

Un tour guidato può arricchire notevolmente la tua esperienza ai Musei Vaticani e, ammettiamolo, può essere decisamente utile a ridurre i tempi di visita permettendoti di dedicare il tuo tempo alle opere e alle aree più importanti e interessanti.

I tour guidati sono disponibili in diverse lingue e offrono approfondimenti storici e artistici che potresti non cogliere durante una visita in autonomia.

Inoltre alcuni tour includono l’accesso “salta fila”, il che può farti risparmiare ulteriore tempo prezioso.

Noi ti consigliamo questo tour dei Musei Vaticani, della Cappella Sistina e della Basilica di San Pietro perché ha un ottimo rapporto qualità prezzo e dura tre ore.

La guida ti mostrerà i luoghi e le opere più interessanti dandoti spiegazioni dettagliate e mai noiose. Crediamo che sia un’ottima soluzione per ottimizzare i tempi e goderti al massimo l’esperienza.

Qui sotto puoi verificare i prezzi e la disponibilità.

 

 

7 – Ricordati che esistono delle regole su come vestirsi per visitare i Musei Vaticani

 

Non dimenticarti che è davvero importante vestirsi in modo appropriato quando si visitano i Musei Vaticani.

È espressamente richiesto, infatti, un abbigliamento modesto e decoroso: le spalle devono essere coperte, i pantaloni e le gonne devono scendere almeno fino sotto al ginocchio, non sono ammessi indumenti sbracciati e/o scollati, né sono consentiti cappelli.

Queste regole sono dovute al contesto religioso del Vaticano e sono da osservare con attenzione per evitare di vedersi negato l’accesso.

 

Altre informazioni e consigli utili per visita ai Musei Vaticani

 

Prima di concludere questa guida dedicata ai consigli per la visita ai Musei Vaticani ci teniamo a lasciarti qualche altra indicazione e un paio di spunti che crediamo possano esserti utili per organizzare la tua esperienza al meglio.

 

  • Porta con te almeno una bottiglia d’acqua, specialmente durante i mesi estivi. All’interno ci sono delle caffetterie, ma i prezzi non sono proprio economicissimi! Ricorda, però, che è vietato il consumo di cibi e bevande all’interno della sale espositive quindi per bere dovrai recarti nei corridoi o nel cortile.

 

  • Ricorda che bagagli, valigie e zaini di grandi dimensioni non sono ammesse all’interno dei musei, ma sul posto troverai un comodo servizio guardaroba gratuito.

 

  • Se viaggi con dei bimbi piccoli nel passeggino, non preoccuparti: non ci saranno problemi. Il personale ti mostrerà il percorso più agevole e gli ascensori dedicati per spostarti comodamente tra le sale.

 

 

  • Se rimarrai parecchi giorni a Roma e hai intenzione di visitare più attrazioni, considera di acquistare uno dei Pass che includono l’ingresso ai Musei Vaticani per risparmiare qualcosina sul prezzo del biglietto. Per un accesso conveniente noi ti suggeriamo l’acquisto della Omnia Card.

 

 

  • Se non vuoi partecipare a una visita guidata, prendi in considerazione l’idea di noleggiare un’audioguida. In questo modo, infatti, avrai la possibilità di esplorare i musei al tuo ritmo con commenti validi e interessanti sulle opere esposte e sulla storia dei Musei. Potrai aggiungere l’audioguida in fase di prenotazione del biglietto o acquistarla una volta arrivato sul posto.

 

 

  • Una volta uscito dai Musei, raggiungi la Basilica di San Pietro per visitarla al suo interno e ammirare la splendida Pietà di Michelangelo (sì, si trova all’interno della Chiesa e non nei Musei!).

 

la pietà di michelangelo all'interno della basilica di san pietro è tra i consigli su cosa vedere in vaticano

La Pietà di Michelangelo all’interno della Basilica di San Pietro.

 

 

Speriamo che questi consigli per la visita ai Musei Vaticani possano esserti utili.

Ci auguriamo che l’esperienza ti piaccia e ti invitiamo a curiosare anche nella sezione del blog dedicata a Roma per leggere tanti altri suggerimenti, spunti e idee dedicati alla Città Eterna.

Se ancora non hai prenotato il tuo hotel nella Capitale, dai un’occhiata alle offerte su Booking.com, piattaforma che anche noi utilizziamo sempre per prenotare gli alloggi dei nostri viaggi.

 



Booking.com

 

Dopo la visita non dimenticare di venire a lasciarci un commento per raccontarci la tua esperienza!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Lasciaci un commento