Itinerario di tre giorni nelle Langhe

di Selene Scinicariello

Con questo post ti proponiamo un itinerario di tre giorni nelle Langhe raccontandoti il giro che abbiamo organizzato per noi durante il weekend lungo della Pasqua 2017.

 

Itinerario di tre giorni nelle Langhe

 

Nel 2017 abbiamo deciso di trascorrere la Pasqua in Piemonte e abbiamo organizzato un breve itinerario di tre giorni nelle Langhe che ora vogliamo riproporre a te.

Partiamo con qualche informazione di base e poi passiamo all’itinerario vero e proprio.

 

Cosa serve per organizzare questo itinerario di tre giorni nelle Langhe?

Tenda e auto.

Molti dei posti che abbiamo visitato si possono raggiungere anche in treno, conta, però, che i tempi si allungano e che perderai un po’ di autonomia.

Per quanto riguarda gli hotel, nelle Langhe sono un po’ cari, se il campeggio non ti dispiace è sicuramente la soluzione migliore. Altrimenti: prenota con largo anticipo!

 


Booking.com

 

Qual è la destinazione di questo itinerario di tre giorni nelle Langhe?

Alta e bassa langa, Piemonte.

 

Qual è la base per questo itinerario di tre giorni nelle Langhe?

Bastia di Mondovì.

Qui, infatti, abbiamo trovato un campeggio carino che costa intorno ai 20 euro a notte.

 

Tre giorni nelle Langhe: l’itinerario

Di seguito trovi le tappe del nostro itinerario di tre giorni nelle Langhe che possono esserti utili per organizzare un breve viaggio tra i paesaggi del Piemonte.

 

Giorno 1

La prima tappa di questo itinerario di tre giorni nelle Langhe inizia dalla mattina: a seconda della tua città di partenza dovrai valutare se riuscirai a coprire o meno tutte le tappe.

 

TAPPA 1: mercato di Mondovì.

Il mercato di Mondovì è il luogo giusto da dove iniziare questo itinerario di tre giorni nelle Langhe. Di certo non puoi farti scappare l’occasione per acquistare una di quelle formaggette piemontesi buonissimi!

Qui puoi trovate tutte le informazioni sui mercati del Piemonte.

 

TAPPA 2: campeggio.

Se hai optato per dormire in campeggio ti conviene correre a montare la tenda prima che faccia troppo caldo o buio… a seconda dell’ora che hai scelto!

 

TAPPA 3: degustazione di vini presso l’Azienda Agricola Bricco del Cucù.

Con 10 euro l’Azienda Agricola Bricco del Cucù oltre la degustazione offre anche la visita alla Chiesa di San Fiorenzo.

Abbiamo trovato la cantina grazie al sito langhe.net, dove si trovano una serie di eventi, degustazioni e pranzi vari organizzati in zona.

 

Botti appoggiate a terra, cantina Bricco del Cucù.

Cantina Azienda Agricola Bricco del Cucù, Mondovì.

 

Giorno 2

 

TAPPA 1: visita al Castello di Serralunga d’Alba.

La visita guidata costa 6 euro ed è davvero molto interessante.

 

TAPPA 2:  visita ai paesini nei dintorni.

Barolo, La Morra, Castiglione Falletto sono davvero tanti! Scegli quelli che più ti ispirano: noi ti consigliamo di non perdere Barolo.

 

 

Giorno 3

 

TAPPA UNICA: Bra e la sua fiera di Pasqua e Pasquetta.

A Pasquetta a Bra si svolge una fiera davvero particolare: in tutto il paese ci sono mercatini, banchetti di street food, la Fiera Mostra Mercato del bovino di razza piemontese e i musei, solitamente a ingresso gratuito, restano aperti.

Noi a pranzo ci eravamo prenotati per la grande grigliata mista (salsiccia di Bra, frittatine miste alle erbe, insalata russa, grigliata mista con patate e dolce a 15 euro): una giornata all’insegna del cibo!

 

Grigliata di Pasquetta, Bra.

Grigliatona di Pasquetta, Bra.

 

La città di Bra è davvero molto carina e, se hai tempo, ti consiglio un salto al borgo di Pollenzo (un posto fuori dal tempo… io ci passerei un anno della mia vita, a riflettere e a godermi il silenzio!).

 

In caso stessi organizzando il tuo itinerario di tre giorni nelle Langhe in un momento diverso dal weekend di Pasqua puoi sempre considerare l’idea di visitare Pollenzo e Bra in questa terza giornata di viaggio. Altrimenti puoi sempre continuare ad esplorare i borghi della zona!

 

Se sei interessato a scoprire come abbiamo trascorso questi tre giorni nel Langhe nel dettaglio leggi gli altri articoli che gli abbiamo dedicato!

 

TROVI IL RACCONTO DELLA PRIMA PARTE DELL’ITINERARIO QUI: UN SABATO TRA I SAPORI E I GIOIELLI NASCOSTI DELLE LANGHE

TROVI IL RACCONTO DELLA SECONDA PARTE DELL’ITINERARIO QUI: TRA I BORGHI E I SAPORI DELLE LANGHE

Lasciaci un commento

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE