Gite giornaliere da Napoli: ecco cosa vedere vicino al capoluogo campano in 1 giorno

di Selene Scinicariello

Sei alla ricerca di spunti e idee su cosa vedere vicino a Napoli? In questo articolo abbiamo selezionato per te quelli che, a nostro parere, sono i posti più belli da visitare.

Se il centro del capoluogo campano offre già di per sé un numero pressoché infinito di cose da fare e da vedere, preparati perché anche i suoi dintorni non sono da meno.

Scegliere i luoghi di cui parlare in questa guida non è stato per nulla semplice: in zona ci sono così tante cose da fare che la lista sarebbe dovuta essere ben più lunga! Quelli che abbiamo inserito, allora, sono i luoghi a noi più cari e quelle mete che crediamo essere imperdibili se è la prima volta che vieni da queste parti.

Speriamo di essere riusciti a mettere insieme una serie di consigli utili per aiutarti a organizzare una o più gite giornaliere da Napoli e di essere stati in grado di rendere giustizia a un angolo magnifico della nostra bella Italia.

Non ci resta che augurarti buona lettura e… buon viaggio!

 

INFORMAZIONI E LINK UTILI PER LE TUE GITE GIORNALIERE DA NAPOLI!

 

 

 

 

  • Per PRENOTARE I MIGLIORI TOUR DI 1 GIORNO con partenza da Napoli ti consigliamo di usare le piattaforme GetYourGuide e Civitatis.

 

  • Su GetYourGuide  e Tiqets, inoltre, trovi i BIGLIETTI PER LE ATTRAZIONI E I MUSEI PIÙ IMPORTANTI di Napoli e dintorni.

 

1 – Pompei

 

pompei, una delle gite giornaliere da napoli

Pompei.

 

Pompei è sicuramente una delle mete nei dintorni di Napoli più celebri al mondo.

Visitando il famosissimo sito archeologico potrai vivere una vera e propria immersione senza pari nella vita quotidiana dell’antica Roma.

La città, infatti, fu sepolta sotto una spessa coltre di cenere e lapilli durante l’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C. e si conservò quasi intatta fino al 1748, anno in cui iniziarono i lavori di scavo per riportarla alla luce.

Quel terribile e catastrofico evento ha permesso che edifici, oggetti e persino impronte di cittadini dell’epoca si conservassero per secoli rendendo Pompei un luogo unico nel suo genere.

La vastità e l’ottimo stato di conservazione di Pompei offrono uno spaccato eccezionale della vita di un tempo e tra i luoghi da non perdere spiccano senza ombra di dubbio:

 

  • L’Anfiteatro, uno dei più antichi al mondo.
  • Il Foro, il cuore pulsante della città.
  • La Casa del Fauno, una delle più lussuose dimore dell’epoca.
  • Le Terme, dove gli antichi romani si dedicavano alla cura del corpo.
  • Il Lupanare, il bordello della città.

 

UN CONSIGLIO PER TE!

Per visitare al meglio Pompei ti suggeriamo di partecipare a una VISITA GUIDATA.

Questa, infatti, è praticamente essenziale per comprendere appieno la storia e i segreti di Pompei.

La guida saprà portarti indietro nel tempo, raccontandoti storie e aneddoti che animano le rovine e segnalandoti dettagli e luoghi meno noti, spesso molto più affascinanti delle più comuni tappe raccomandate all’interno del sito archeologico.

Ti invitiamo a prenotare in anticipo la tua visita guidata per essere certo di trovare e posto e, soprattutto, per evitare spiacevoli truffe da parte di guide non autorizzate all’esterno del Parco Archeologico.

 

Come arrivare a Pompei da Napoli

 

Pompei è facilmente accessibile da Napoli e ciò ne fa una meta ideale per una gita giornaliera.

Si può arrivare in treno con la Circumvesuviana che collega direttamente Napoli a Pompei in circa 30-40 minuti o in auto percorrendo l’autostrada A3.

Per quanto riguarda il treno, puoi controllare gli orari e acquistare il tuo biglietto QUI.

Se arrivi in macchina, invece, sappi che il Parco non dispone di un parcheggio privato, ma nei dintorni ce ne sono numerosi.

Scegli un parcheggio verificato QUI e prenotalo in anticipo per lasciare la tua auto in un luogo sicuro e trascorrere la visita in tutta serenità.

Esiste anche la possibilità di salire a bordo di questa comoda navetta che fa la spola tra Napoli e Pompei e offre un interesse commento multilingua durante il viaggio. Il prezzo è più alto rispetto a quello del treno, ma personalmente la reputiamo una scelta comodissima per raggiungere il sito archeologico senza ansia.

Tuttavia, un’altra alternativa è quella di partecipare a un tour organizzato. Questa modalità può offrire diversi vantaggi come la comodità del trasporto, l’ingresso prioritario senza attese e l’accompagnamento di guide esperte che arricchiscono l’esperienza con i loro racconti.

Personalmente ti suggeriamo questa escursione a Pompei da Napoli che include trasporto in autobus, biglietti saltafila e guida in italiano. Se alloggi a Napoli, potrai approfittare anche del servizio pick up e drop off direttamente in hotel!

 

COSE DA SAPERE E DA RICORDARE!

 

  • Prima della visita è importantissimo consultare il sito web ufficiale di Pompei per verificare gli orari di apertura aggiornati e eventuali avvisi.

 

  • Acquistare i biglietti in anticipo per evitare lunghe code all’ingresso è una buona idea specialmente nei mesi estivi o durante le festività quando l’affluenza è maggiore.

 

  • Gli amici a 4 zampe di piccola taglia sono ammessi con noi nel sito archeologico.

 

  • Indossa scarpe comode e porta con te acqua e protezione solare (in estate) perché le aree ombreggiate sono limitate e le temperature possono salire notevolmente.

 

  • Se viaggi in auto, lasciala in un parcheggio privato sicuro e verificato per goderti la visita in tranquillità.

 

BIGLIETTI, TOUR E ALTRI LINK DA TENERE SOTTO MANO

 

2 – Ercolano

 

ercolano, una delle gite giornaliere da napoli

Ercolano.

 

Ercolano, situata ai piedi del Vesuvio, offre una visione intimista e dettagliata della vita quotidiana nell’antica Roma paragonabile a quella fornita da Pompei, ma in scala più ridotta e, per quanto ci riguarda, spesso meglio conservata.

La città fu sepolta sotto metri di cenere vulcanica durante l’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C., ma la diversa composizione dei materiali eruttivi rispetto a quelli che colpirono Pompei ha permesso una conservazione eccezionale degli edifici e degli oggetti.

A tratti sembra quasi che il tempo si sia fermato e che da un momento all’altro si possa incontrare un antico romano mentre esce da una bottega!

Tra i tesori più affascinanti di Ercolano ti segnaliamo:

 

  • Le Domus che, a differenza di Pompei, in alcuni casi conservano ancora i piani superiori offrendo una visione completa della struttura abitativa romana.
  • Le Tabernae, gli antichi negozi e le botteghe frequentati quotidianamente dagli abitanti di Ercolano.
  • La Palestra, testimonianza dell’importanza dello sport e dell’attività fisica nella cultura dell’epoca.
  • Le Terme, note per gli splendidi mosaici.

 

Anche in questo caso ti consigliamo di prendere parte a una visita guidata di Ercolano durante la quale una guida esperta potrà svelarti i dettagli della vita quotidiana e le storie personali celate dietro le mura delle abitazioni e le vie della città.

In alternativa il parco mette a disposizione un’App a pagamento scaricabile sul proprio smartphone che funziona da audioguida. Noi l’abbiamo utilizzata e l’abbiamo apprezzata moltissimo perché presenta anche alcune interessanti ricostruzioni 3D.

L’App è decisamente più dispersiva rispetto a una guida in carne e ossa e se hai poco tempo a disposizione oppure pensi di stancarti di seguire i vari punti segnalati dall’audioguida ti consigliamo vivamente la visita guidata.

 

Come arrivare a Ercolano da Napoli

 

Ercolano è facilmente raggiungibile da Napoli via treno con la stessa Circumvesuviana che serve Pompei. Il viaggio dura circa 20 minuti.

In alternativa potrai utilizzare l’auto e lasciare la macchina nel comodo parcheggio a pagamento che si trova proprio fuori dal sito archeologico.

Anche in questo caso, però, un tour organizzato offre un trasporto comodo, l’accesso senza attese e tanti approfondimenti storici e culturali grazie alle guide professioniste rendendo l’esperienza più ricca e meno stressante.

Noi ti suggeriamo questa escursione al sito archeologico di Ercolano che include il servizio di pick up e drop off in hotel, il trasporto in autobus, la guida in italiano o con un’audioguida per gruppi con meno di 6 partecipanti e il biglietto d’ingresso.

 

COSE DA SAPERE E DA RICORDARE!

 

  • Prima di raggiungere Ercolano è consigliabile consultare il sito web ufficiale per informarsi sugli orari di apertura aggiornati.

 

  • L’acquisto anticipato dei biglietti è raccomandato per evitare code soprattutto nei periodi di alta stagione.

 

 

  • Indossa scarpe comode e porta con te acqua e protezione solare (in estate) perché nonostante le dimensioni più contenute rispetto a Pompei, anche Ercolano richiede attenzione e tempo per essere apprezzata appieno.

 

BIGLIETTI, TOUR E ALTRI LINK DA TENERE SOTTO MANO

✒️ Se sei indeciso e non sai se visitare Ercolano o Pompei, leggi la nostra guida di approfondimento!

3 – Il Vesuvio

 

vesuvio, tra i consigli su cosa vedere vicino napoli

Vesuvio.

 

Il Vesuvio non è solo uno dei vulcani più conosciuti al mondo, ma anche uno dei simboli di Napoli… insomma, il suo profilo che si staglia imponente sul Golfo lo abbiamo tutti radicato nel nostro immaginario quando pensiamo al capoluogo campano, no?

La sua eruzione nel 79 d.C. ha segnato la Storia e il paesaggio circostante, distruggendo città come Pompei ed Ercolano e preservandole nel tempo. Quella, però, non fu l’unica volta che il Vesuvio si fece sentire e anche in tempi più recenti mostrò la sua potenza. L’ultima sua eruzione risale al 1944.

Al momento il vulcano è in fase di quiescenza, ma è costantemente monitorato.

Oggi il Vesuvio è un Parco Nazionale che offre varie opportunità per approfondire le proprie conoscenze geologiche, per godersi lunghe e piacevoli passeggiate tra i boschi attraversati da sentieri e per ammirare viste spettacolari sul Golfo di Napoli e oltre.

Tra le esperienze più belle, inoltre, c’è la possibilità di raggiungere il Gran Cono e camminare lungo il cratere di un vulcano attivo.

La strada verso la cima si snoda attraverso un paesaggio lunare e offre panorami che diventano sempre più straordinari man mano che si sale.

Io, Selene, ci sono stata alcuni anni fa insieme ai miei genitori, ma ricordo ancora la fatica della salita che veniva ripagata a ogni passo dalla bellezza del blu del mare che si stagliava all’orizzonte. Credimi, si tratta di un’esperienza unica e irripetibile!

Quando, poi, avrai raggiunto il cratere e guarderai al suo interno avrai quasi i brividi: riuscirai a percepire tutta la potenza della natura e la sua capacità di plasmare il mondo.

La visita al cratere, inoltre, è resa ancor più significativa grazie alla presenza delle guide vulcanologiche che possono illustrare la storia delle eruzioni, la geologia del vulcano e il monitoraggio costante dell’attività vulcanica. Si tratta di spiegazioni in grado di arricchire la tua conoscenza e rendere la visita al Vesuvio molto di più di una semplice passeggiata: non perdere questa occasione!

 

Come arrivare al Vesuvio da Napoli

 

Arrivare al Vesuvio da Napoli è relativamente semplice.

Il mezzo più comodo è la Navetta Vesuvio Express che parte dal centro di Napoli.

 

 

In alternativa potrai prendere la Circumvesuviana per Ercolano e poi seguire le indicazioni per i servizi navetta che portano al parcheggio più vicino al sentiero per il cratere. Dalla stazione di Ercolano potrai anche optare per un taxi.

 

ACQUISTA QUI IL BIGLIETTO PER LA NAVETTA VESUVIO EXPRESS DA ERCOLANO!

 

Altrimenti, dalla stazione di Pompei -Villa dei Misteri è attivo il servizio pubblico di autobus dell’EAV che conduce al Vesuvio. QUI puoi consultare gli orari aggiornati.

Se ti muovi in macchina, invece, ti basterà guidare lungo la A3, uscire a Torre del Greco e seguire le indicazioni per “Vesuvio”. A quota 1000 m troverai un parcheggio da cui parte un servizio navetta gestito dal Comune di Ercolano al costo di € 1,00 a tratta.

In generale, comunque, personalmente ti suggeriamo di acquistare questo pacchetto che include il trasporto di andata e ritorno da Napoli + Biglietto Skip The Line per il Vesuvio: è comodissimo!

 

COSE DA SAPERE E DA RICORDARE!

 

  • Prima di intraprendere la tua avventura sul Vesuvio ti consigliamo di consultare il sito web ufficiale per aggiornamenti sugli orari di apertura ed eventuali avvisi.

 

  • Indossa scarpe da trekking o comunque adatte a camminare su terreni irregolari e porta con te acqua e protezione solare, soprattutto nei mesi più caldi.

 

  • Tieni in considerazione che il tempo sulla cima può essere più fresco e ventoso quindi può essere utile portare una giacca antivento.

 

  • Acquistare i biglietti in anticipo può aiutarti a evitare lunghe attese, specialmente durante l’alta stagione turistica.

 

BIGLIETTI, TOUR E ALTRI LINK DA TENERE SOTTO MANO

 

4 – La Reggia di Caserta

 

reggia di caserta, una delle gite giornaliere da napoli

Reggia di Caserta.

 

Tra le gite giornaliere da Napoli più famose c’è sicuramente anche quella alla Reggia di Caserta, uno dei più grandi edifici costruiti in Europa nel XVIII secolo.

Il Palazzo fu voluto da Carlo di Borbone, re di Napoli e di Sicilia, come simbolo del suo potere e della sua grandezza.

Il sovrano scelse come architetto Luigi Vanvitelli e i lavori iniziarono nel 1752.

Oggi la Reggia è considerata Patrimonio dell’Umanità UNESCO non solo per la maestosità del palazzo stesso, ma anche per i suoi vasti e meravigliosi giardini.

Visitare l’edificio significa immergersi nella storia e nell’arte del Settecento per fare un vero e proprio tuffo nel passato lasciandosi andare all’immaginazione.

Tra gli ambienti da non perdere ci sono:

 

  • Gli Appartamento Storici, una serie di stanze magnificamente arredate che raccontano lo stile di vita e le abitudini della corte borbonica. Queste sale si suddividono in Appartamento Nuovo, Appartamento del Re, Appartamento Murattiano, Appartamento Vecchio e Appartamento della Regina.
  • Il Teatro di Corte, un piccolo gioiello architettonico.
  • La Biblioteca Palatina, con una raccolta di circa 14000 volumi.
  • La Sala Ellittica con il Presepe Reale.
  • Il Parco e i suoi Giardini che si estendono su oltre 120 ettari e sono costellati di fontane, cascate e statue.

 

RICORDA!

In questo caso, più che mai, partecipare a una VISITA GUIDATA è una scelta consigliatissima.

Così, infatti, potrai arricchire notevolmente la tua esperienza grazie agli approfondimenti sulla storia del palazzo, sui suoi segreti e sulla vita di chi lo abitava.

Il tour include anche la visita dei meravigliosi giardini!

 

Come arrivare alla Reggia di Caserta da Napoli

 

La Reggia di Caserta è facilmente raggiungibile da Napoli sia in treno, sia in auto.

I treni per Caserta partono regolarmente dalla Stazione Centrale di Napoli e il viaggio dura circa 40 minuti. Arrivato alla stazione di Caserta, troverai la Reggia a breve distanza a piedi.

QUI puoi verificare orari e prezzi dei biglietti del treno prima di procedere con l’acquisto.

Una buona idea potrebbe essere quella di acquistare questo pacchetto che include treno e biglietti per la Reggia di Caserta: è decisamente comodo e avrai tutto a portata di mano.

Se arrivi in auto, invece, tieni conto che il parcheggio più vicino all’ingresso principale di Piazza Carlo di Borbone si trova nel Sottovia Carlo Vanvitelli.

 

COSE DA SAPERE E DA RICORDARE!

 

 

  • Acquistare il biglietto in anticipo può aiutarti a evitare lunghe code, specialmente nei fine settimana e nei mesi estivi.

 

  • Indossa scarpe comode perché l’esplorazione dei giardini richiede molto cammino. Inoltre, porta con te una bottiglia d’acqua: in estate la strada per raggiungere i giardini è parecchio faticosa.

 

BIGLIETTI, TOUR E ALTRI LINK DA TENERE SOTTO MANO

 

5 – Campi Flegrei e Bacoli

 

casina vanvitelliana, tra i consigli su cosa vedere vicino napoli

Casina Vanvitelliana.

 

I Campi Flegrei sono un’area di straordinaria bellezza naturale e ricchezza storica situata a ovest di Napoli.

Questa zona vulcanica è ancora oggi attiva ed è punteggiata di crateri, sorgenti termali e fenomeni geotermici come la famosa Solfatara di Pozzuoli.

All’interno dei Campi Flegrei si trova Bacoli, comune noto per i siti archeologici romani, le ville storiche e le splendide viste sul mare.

Ti consigliamo vivamente di esplorare questa zona a breve distanza da Napoli perché si tratta di una parte della Campania meno conosciuta, ma incredibilmente ricca. Qui, infatti, Storia, mitologia e geologia si fondono in un tutt’uno dando vita a un paesaggio di incomparabile bellezza.

Tra le attrazioni naturali e i siti storici da non perdere ti segnaliamo:

 

  • La Solfatara di Pozzuoli, uno dei vulcani più noti dell’area, offre la possibilità di vedere da vicino fumarole e pozze di fango bollente.
  • L’Anfiteatro Flavio e il Tempio di Serapide a Pozzuoli sono due delle più importanti testimonianze dell’epoca romana di quest’area.
  • Il Lago d’Averno che fu descritto da Virgilio nell’Eneide come uno degli ingressi agli Inferi. Si tratta di un luogo di suggestiva bellezza, ricco di mitologia, dove si trovano diversi siti archeologici degni di nota come il Tempio di Apollo e l’Antro della Sibilla Cumana.
  • Il Parco Archeologico delle Terme di Baia, un complesso termale antico che affascina per la sua grandezza, per le avanzate tecnologie ingegneristiche romane e per il magnifico paesaggio nel quale è immerso.
  • La Piscina Mirabilis, una gigantesca cisterna romana che forniva acqua alla flotta militare, una vera meraviglia dell’ingegneria antica.
  • La Casina Vanvitelliana, un’elegante residenza di caccia e pesca situata sul Lago di Fusaro realizzata verso la fine del XVIII secolo dall’architetto Luigi Vanvitelli per volere di Ferdinando IV di Borbone.

 

Come arrivare a Campi Flegrei da Napoli

 

I Campi Flegrei sono raggiungibili da Napoli con un breve viaggio in treno o in auto.

Dalla Stazione Centrale di Napoli, i treni della linea Cumana e Circumflegrea collegano direttamente a varie destinazioni nei Campi Flegrei.

Se deciderai di guidare, armati di pazienza perché il traffico è sempre tanto e gli automobilisti da queste parti sono famosi per guidare un po’ “sopra le righe”! In questo casp, comunque, spostarsi in macchina ti darà il vantaggio di raggiungere in una sola giornata più siti senza troppa fatica.

 

COSE DA SAPERE E DA RICORDARE!

 

 

  • È consigliabile indossare scarpe comode per le escursioni sui terreni irregolari dei siti archeologici e naturali.

 

  • Anche in questo caso non dimenticarti di portare con te dell’acqua: in estate le temperature sono piuttosto elevate!

 

BIGLIETTI, TOUR E ALTRI LINK DA TENERE SOTTO MANO

 

6 – Sorrento

 

panorama sulla costa sorrentina, copertina del post su cosa vedere a sorrento in un giorno

 

Tra i consigli su cosa vedere vicino a Napoli non può mancare Sorrento, una delle gemme campane, amata per i panorami sul mare, le strette vie del centro storico, i giardini di limoni profumati e l’artigianato locale.

La città, affacciata sul golfo di Napoli, è per me, Selene, uno dei luoghi del cuore, la meta ideale per chi cerca un posto dove bellezza naturale, storia, cultura e gastronomia si fondono insieme.

Tra le cose da vedere a Sorrento non dimenticare:

 

  • Il centro storico con i suoi vicoletti pieni di negozi e i tanti bar dove è obbligatorio assaggiare il famoso limoncello.
  • La Villa Comunale da cui potrai goderti una delle viste più spettacolari sul Golfo di Napoli e sull’isola di Capri.
  • Il Chiostro di San Francesco, un’oasi di pace a pochi passi dal centro cittadino.
  • Marina Grande e Marina Piccola, il primo è il luogo giusto dove sedersi al tavolo di un ristorante per gustare piatti a base di pesce fresco, la seconda, invece, è il punto di partenza di traghetti e aliscafi per le isole del Golfo.

 

Per approfondire, non dimenticarti di leggere la nostra guida su COSA VEDERE A SORRENTO IN UN GIORNO!

 

Come arrivare a Sorrento da Napoli

 

Sorrento è facilmente raggiungibile da Napoli tramite la linea ferroviaria Circumvesuviana. Il viaggio dura circa un’ora, il che la rende una destinazione perfetta per una gita giornaliera (o come base per esplorare la Costiera Amalfitana e Capri).

Se preferisci puoi anche optare per un collegamento via mare: i traghetti e gli aliscafi partono generalmente dal Molo Beverello di Napoli, ma ti suggeriamo di consultare gli orari con attenzione perché questi cambiano spesso.

Verifica QUI gli orari e acquista il biglietto in anticipo per goderti un viaggio tranquillo!

Sorrento, infine, è raggiungibile anche in auto, ma questa scelta è sconsigliata in quanto i parcheggi sono scarsi e costosi e il traffico, in alta stagione, decisamente snervante.

Un’ottima alternativa è quella di partecipare a una gita organizzata con partenza da Napoli.

Noi, ad esempio, ti suggeriamo questo tour di un giorno intero di Sorrento, Positano e Amalfi che ti permetterà di scoprire in poco tempo tre delle principali località della penisola sorrentina. L’escursione include anche un pranzo leggero e la visita guidata di Sorrento.

 

Powered by GetYourGuide

 

QUI trovi la nostra guida definitiva con i consigli su COME ARRIVARE A SORRENTO!

 

COSE DA SAPERE E DA RICORDARE!

 

  • Se hai deciso di raggiungere Sorrento via mare, è bene controllare con molta attenzione gli orari di traghetti e aliscafi perché cambiano di frequente e possono variare a seconda delle condizioni meteo. Inoltre acquista i tuoi biglietti in anticipo perché in alta stagione possono andare sold out. VERIFICA GLI ORARI E PRENOTA IL TRAGHETTO QUI!

 

BIGLIETTI, TOUR E ALTRI LINK DA TENERE SOTTO MANO

 

7 – La Costiera Amalfitana

 

costiera amalfitana

 

Sapevi che la Costiera Amalfitana è stata dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO nel 1997?

Questo tratto di costa ti lascerà carico di meraviglia per la sua straordinaria bellezza, i paesaggi unici e i pittoreschi villaggi incastonati tra mare e monti.

Una dopo l’altra, queste piccole città e le loro minuscole spiagge, si srotolano da Positano a Vietri offrendo a ogni visitatore un mix particolarissimo di storia, cultura, gastronomia e natura rendendo questa destinazione una delle più conosciute e sognate al mondo.

Vedrai, esplorare la Costiera Amalfitana significa immergersi in un mondo di colori, sapori e panorami indimenticabili.

Ecco alcuni dei paesini da non perdere in zona:

 

  • Positano, con le sue case color pastello che sembrano arrampicarsi sulla montagna.
  • Amalfi, il cuore pulsante della costiera, famosa per il Duomo di Sant’Andrea con la sua suggestiva scalinata.
  • Ravello, situata in posizione rialza offre viste spettacolari e splendidi giardini come quelli di Villa Rufolo.
  • Vietri sul Mare, conosciuta per la sua ceramica artistica è il luogo imperdibile per acquistare un souvenir da portare a casa.

 

Come arrivare in Costiera Amalfitana da Napoli

 

La Costiera Amalfitana è raggiungibile da Napoli e da Sorrento tramite la strada statale SS163, nota come “Nastro Azzurro” e considerata una delle più belle strade panoramiche d’Italia. Questa serpeggia lungo il litorale offrendo scorci indimenticabili.

Se deciderai di guidare fin qui fai attenzione e non distrarti: la strada è un susseguirsi di curve anche piuttosto pericolose. Piuttosto accosta dove possibile per goderti il panorama.

Data la difficoltà di parcheggio, comunque, ti consigliamo di utilizzare i servizi di autobus locali o optare per un tour organizzato che oltre a risolvere i problemi di trasporto, offre la possibilità di godere appieno del viaggio senza lo stress della guida.

Personalmente ci sentiamo di suggerirti questa escursione di un giorno a Positano, Amalfi e Ravello che garantisce anche un interessante commento a bordo e tempo libero a sufficienza per esplorare le tre cittadine e comprare qualche souvenir.

 

Powered by GetYourGuide

 

COSE DA SAPERE E DA RICORDARE!

 

  • Prima di avventurarti lungo la Costiera, è utile sapere che durante in estate le strade possono essere molto trafficate e i parcheggi scarsi. Una buona idea è quella di viaggiare in bassa stagione per goderti un’esperienza più tranquilla, ma se non puoi, prediligi un tour organizzato per evitare ogni tipo di stress inutile.

 

  • In estate non dimenticare di portare con te un costume da bagno per un tuffo nelle acque cristalline delle sue spiagge.

 

BIGLIETTI, TOUR E ALTRI LINK DA TENERE SOTTO MANO

 

8 – Capri

 

faraglioni di capri visti durante un tour in barca a capri da sorrento

Faraglioni di Capri.

 

Capri, incastonata nel blu del Mar Tirreno, è situata di fronte alla Penisola Sorrentina ed è celebre in tutto il mondo per la sua straordinaria bellezza naturale, le acque cristalline, le grotte nascoste e un’atmosfera glamour che ha pochi altri paragoni al mondo.

Questa piccola isola ha affascinato artisti, scrittori e celebrità per secoli e oggi è una meta imperdibile per chi desidera godersi una gita fuori porta da Napoli.

Un viaggio a Capri, anche di un solo giorno, offre l’opportunità di scoprire angoli unici.

Ecco quelli da non perdere:

 

  • La Grotta Azzurra, una delle meraviglie naturali più famose al mondo, dove l’acqua si illumina di un intenso blu cobalto grazie ai giochi di luce che penetrano da un’apertura sottomarina.
  • I Faraglioni, le tre imponenti formazioni rocciose che emergono dal mare e che sono divenute il simbolo iconico dell’isola.
  • La Piazzetta, il cuore pulsante di Capri, un vero e proprio salotto all’aperto dove è possibile osservare il via vai di turisti e vip da tutto il mondo.
  • I Giardini di Augusto, queste terrazze panoramiche offrono una vista mozzafiato sulla sottostante Via Krupp, sui Faraglioni e sulle acque cristalline.

 

UN CONSIGLIO PER TE!

Non perdere l’occasione di goderti un GIRO IN BARCA DELLE GROTTE DI CAPRI: si tratta di una bella esperienza per ammirare l’isola dal mare e il rapporto qualità prezzo è davvero interessante!

 

Per approfondire, comunque, leggi la nostra guida su COSA VEDERE A CAPRI IN UN GIORNO!

 

Come arrivare a Capri da Napoli

 

L’accesso a Capri è esclusivamente via mare, con traghetti e aliscafi che partono da Napoli, Sorrento e altre località della Penisola Sorrentina.

Da Napoli troverai imbarcazioni sia dal Molo Beverello, sia da Calata Porta di Massa.

La traversata varia dai 20 ai 60 minuti a seconda del punto di partenza e del tipo di imbarcazione scelta.

 

VERIFICA LE TARIFFE E ACQUISTA QUI IL BIGLIETTO DEL TRAGHETTO O DELL’ALISCAFO PER CAPRI!

 

Un volta arrivato al porto di Marina Grande potrai utilizzare la funicolare per raggiungere comodamente la Piazzatta.

Sull’isola, comunque, esiste anche servizio di autobus e taxi che ti permetteranno di spostarti comodamente tra i vari punti d’interesse di Capri.

Per un’esperienza ancor più unica, però, potresti noleggiare un piccolo barchino.

 

COSE DA SAPERE E DA RICORDARE!

 

  • Verifica sempre con attenzione gli orari dei traghetti e degli aliscafi e segui gli aggiornamenti perché le partenze possono variare anche a seconda delle condizioni meteo.

 

  • Soprattutto in alta stagione, quando l’isola è particolarmente affollata, considera di acquistare i biglietti in anticipo per garantirti il posto. Aliscafi e traghetti possono andare sold out e tu potresti rimanere a terra!

 

BIGLIETTI, TOUR E ALTRI LINK DA TENERE SOTTO MANO

 

9 – Procida

 

procida, tra i consigli su cosa vedere vicino napoli

Procida.

 

Tra le gite giornaliere da Napoli inseriamo anche Procida, l’isola minore del Golfo di Napoli e un vero e proprio gioiello nascosto.

A differenza delle sue vicine più celebri, Capri e Ischia, Procida offre un’atmosfera più autentica e tranquilla, perfetta per chi cerca una fuga dalla frenesia quotidiana e vuole immergersi in un contesto genuinamente mediterraneo.

Famosa per le case color pastello che si affacciano sul mare, le spiagge tranquille e i paesaggi naturali ancora autentici, questa piccola isola, nonostante le sue dimensioni, è ricca di luoghi affascinanti da vedere.

Ecco alcune tappe da non perdere:

 

  • Marina Corricella, il cuore pulsante di Procida, un antico borgo di pescatori caratterizzato da un dedalo di case colorate, strette vie e scalinate. Goditela al tramonto: sarà indimenticabile!
  • Terra Murata, un centro fortificato nella zona più alta dell’isola. Da qui si gode di una vista a 360 gradi sull’isola e sul golfo.
  • Le Spiagge, Procida vanta calette e spiagge tranquille come la Spiaggia del Postino, celebre per essere stata una delle location del film Il Postino di Massimo Troisi, e quella di Chiaiolella, perfetta per un bagno rilassante in acque cristalline.

 

DA NON PERDERE!

Prenota questo TOUR IN BARCA per goderti la bellezze dell’isola dal mare.

Si tratta di una delle esperienze più belle che tu possa fare a Procida.

Questo tour, nello specifico, ti consentirà anche di fare diverse soste per il bagno e, alla fine dell’esperienza, ti permetterà di ricevere foto e video della giornata!

 

Powered by GetYourGuide

 

Come arrivare a Procida da Napoli

 

Procida è raggiungibile via mare da Napoli e Pozzuoli con traghetti e aliscafi.

La traversata da Napoli dura circa 30-45 minuti a seconda del tipo di servizio scelto.

QUI puoi verificare orari e prezzi dei traghetti e procedere all’acquisto in maniera sicura.

Una volta sbarcato a Procida, sappi che l‘isola si presta bene ad essere esplorata con uno scooter o con una bicicletta a noleggio. In questo modo, infatti, potrai apprezzarne appieno il ritmo tranquillo e le bellezze nascoste.

Un’ottima idea alternativa, durante l’estate, è quella di noleggiare una piccola barchetta.

 

COSE DA SAPERE E DA RICORDARE!

 

  • Prima di partire è consigliabile controllare gli orari dei traghetti con attenzione, specialmente fuori stagione quando le corse sono generalmente meno frequenti. Acquistare i biglietti in anticipo può aiutarti a organizzare al meglio la tua visita.

 

  • L’isola è relativamente piccola e può essere esplorata facilmente in un giorno, ma soggiornarvi qualche notte ti permetterà di vivere l’atmosfera unica di Procida con più calma e intensità. CERCA QUI UN HOTEL A PROCIDA e goditi un soggiorno indimenticabile!

 

  • In estate non dimenticare il costume da bagno!

 

BIGLIETTI, TOUR E ALTRI LINK DA TENERE SOTTO MANO

 

10 – Ischia

 

Cosa vedere a Ischia: Borgo Sant'Angelo.

Borgo Sant’Angelo, Ischia.

 

Ischia, la più grande delle isole del Golfo di Napoli, è famosa per le sue sorgenti termali naturali, le magnifiche spiagge, i piccoli borghi e i suoi paesaggi verdi e lussureggianti.

Data la sua estensione, Ischia richiederebbe sicuramente più giorni per essere esplorata a fondo e apprezzata in tutte le sue sfaccettature… anche perché le cose da fare, qui, sono parecchie e vanno dal relax alle escursioni all’aria aperta, fino alla scoperta del ricco patrimonio storico e culturale.

In ogni caso, se vuoi visitarla in giornata partendo da Napoli, ecco alcune cose da fare e da vedere che ti consigliamo di tenere in considerazione:

 

  • I Giardini La Mortella, un meraviglioso giardino botanico creato da Lady Susana Walton dove potrai ammirare una straordinaria varietà di piante esotiche tra si scorgono magnifiche vedute panoramiche;
  • Il Castello Aragonese, situato a Ischia Ponte, sorge su un’isola rocciosa collegata alla terraferma tramite un ponte in muratura. All’interno potrai visitare alcune chiese, un convento, le antiche carceri borboniche e diversi altri punti d’interesse tra cui alcune spettacolari terrazze panoramiche.
  • Le Terme diffuse un po’ in tutta l’isola. A Ischia troverai numerosi parchi termali, SPA e sorgenti naturali libere dove è possibile rilassarsi e rigenerarsi.
  • Spiagge e calette, tra le quali ti segnaliamo la Spiaggia dei Maronti, la più lunga dell’isola, e la Baia di Sorgeto, con le sue piscine naturali di acqua calda.

 

Come arrivare a Ischia da Napoli

 

Ischia è facilmente accessibile via mare da Napoli e Pozzuoli grazie ai traghetti e agli aliscafi che sbarcano in diverse località dell’isola. La durata del viaggio varia da 1 a 1,5 ore a seconda del porto di partenza e del tipo di imbarcazione.

QUI puoi verificare orari e prezzi dei traghetti e procedere all’acquisto in maniera sicura.

Considerata la grandezza dell’isola ti suggeriamo di imbarcare anche l’auto, di noleggiarne una direttamente sul posto oppure di spostarti in taxi. In questo modo potrai goderti l’isola ed esplorarla al meglio.

Una buona alternativa è quella di partecipare a un tour guidato. Noi ti segnaliamo questa escursione a Ischia e Procida che comprende il trasporto in minibus e barca e l’accompagnatore in italiano.

 

COSE DA SAPERE E DA RICORDARE!

 

 

  • Data la sua estensione, dedicare più giorni alla visita di Ischia ti permetterà visitarla al meglio. Se per caso avessi voglia di fermarti almeno una notte sull’isola, leggi la nostra GUIDA COMPLETA SU DOVE ALLOGGIARE A ISCHIA!

 

  • In estate non dimenticare il costume da bagno!

 

BIGLIETTI, TOUR E ALTRI LINK DA TENERE SOTTO MANO

 

11 – Le Basiliche Paleocristiane di Cimitile

 

basilica paleocristiana di cimitile, tra i consigli su cosa vedere vicino napoli. Bocachete, Public domain, via Wikimedia Commons

Basilica di San Felice.
Bocachete, Public domain, via Wikimedia Commons.

 

Le Basiliche Paleocristiane di Cimitile si trovano a breve distanza da Napoli e costituiscono uno dei complessi archeologici cristiani più antichi e significativi d’Italia.

Questo sito straordinario, poco conosciuto dai circuiti turistici tradizionali, offre l’occasione di ammirare esempi rari di arte e architettura paleocristiana.

All’interno del complesso di Cimitile potrai visitare basiliche, mausolei, battisteri e cappelle edificate tra il IV e il IX secolo.

Tra gli edifici più significativi ti segnaliamo:

 

  • La Basilica di San Tommaso, all’interno della quale sono conservati affreschi di straordinaria bellezza.
  • La Cappella di Santa Maria degli Angeli, nella quale sono stati rinvenuti numerosi reperti archeologici oggi conservati nel vicino museo.
  • Basilica di San Felice, dove è conservata la tomba dell’omonimo Santo.

 

Come arrivare alle Basiliche Paleocristiane di Cimitile da Napoli

 

Le Basiliche Paleocristiane di Cimitile si trovano a circa 20 km da Napoli ed è possibile raggiungerle facilmente  in auto seguendo prima le indicazioni stradali per Cimitile e poi le frecce (Basiliche Paleocristiane) con il simbolo del parcheggio auto o pullman.

 

COSE DA SAPERE E DA RICORDARE!

 

 

12 – Salerno

 

duomo di salerno, tra i consigli su cosa vedere vicino napoli

Duomo di Salerno.

 

Salerno dista circa 50 km da Napoli ed è una città che sicuramente saprà sorprenderti.

Le sue origini sono davvero molto antiche e nel Medioevo fu sede della prima e più antica scuola medica del mondo, la Scuola Medica Salernitana, considerata l’antesignana delle moderne università.

Le cose da vedere da fare a Salerno sono tantissime e molto probabilmente un giorno solo non ti basterà per apprezzarle tutte, ma sarà sicuramente un buon inizio per iniziare a scoprire la città.

Ecco alcune delle attrazioni da inserire nel tuo itinerario:

 

  • Il Duomo di Salerno, un edificio maestoso caratterizzato da un magnifico quadriportico esterno.
  • Il Castello di Arechi, che domina la città dall’alto e offre una vista panoramica che spazia da Salerno, alla Costa Amalfitana, fino al Cilento.
  • Il Giardino della Minerva, considerato tra i più antichi orti botanici d’Europa, è stato il cuore pulsante della Scuola Medica Salernitana.
  • Il Lungomare, il posto ideale per una passeggiata vista sul mare al tramonto.

 

Come arrivare a Salerno da Napoli

 

Salerno è facilmente raggiungibile da Napoli con il treno grazie a collegamenti frequenti che offrono un viaggio comodo e rapido.

QUI puoi verificare orari e prezzi dei biglietti del treno prima di procedere con l’acquisto.

In auto, la città è servita dall’autostrada A3 Napoli-Salerno.

 

COSE DA SAPERE E DA RICORDARE!

 

  • Durante le festività natalizie, l’evento Luci d’Artista attira visitatori da tutta Italia. Si tratta di un’ottima occasione per visitare Salerno e apprezzarla sono una veste romantica, ma ricorda che in quel periodo troverai molta folla, soprattutto durante i fine settimana.

 

BIGLIETTI, TOUR E ALTRI LINK DA TENERE SOTTO MANO

 

13 – Paestum

 

paestum, tra i consigli su cosa vedere vicino napoli

Paestum.

 

Paestum è un’altra delle località archeologiche più importanti e meglio conservate d’Italia e un’altra delle mete per una gita giornaliera da Napoli imperdibile.

Fondata dai Greci con il nome di Poseidonia, fu successivamente conquistata dai Romani che ne cambiarono il nome in quello attuale.

Oggi Paestum è un sito UNESCO celebre per i suoi maestosi templi dorici che si ergono imponenti tra la campagna circostante offrendo uno spettacolo di rara bellezza.

Durante la visita al sito archeologico ti suggeriamo di non perdere:

 

  • I tre grandi templi dorici dedicati a Era e ad Atena, sono tra gli esempi più significativi e meglio conservati di architettura magno-greca in Italia.
  • La cinta muraria che circonda l’antica città è tra le meglio conservate dell’epoca.
  • Il Museo Archeologico che ospita i reperti provenienti dagli scavi tra cui vasi dipinti, sculture e i famosi affreschi della Tomba del Tuffatore, unico esempio di pittura greca del periodo classico conservato in tutto il mondo.

 

DA NON PERDERE!

Esplorare Paestum insieme a una guida esperta ti permetterà di approfondire la conoscenza del sito archeologico e delle antiche civiltà che lo hanno abitato scoprendo curiosità e aneddoti che da solo ignoreresti di sicuro.

Partecipa a QUESTA VISITA GUIDATA per goderti un’esperienza completa!

La guida ti accompagnerà a conoscere anche il Museo Archeologico e non solo le rovine del sito.

 

Come arrivare a Paestum da Napoli

 

La maniera più comoda e diretta per raggiungere Paestum da Napoli è il treno.

I treni partono dalla Stazione Centrale di Napoli e arrivano alla stazione di Paestum in circa 1 ora e 30 minuti a seconda del servizio scelto.

QUI puoi verificare orari e prezzi dei biglietti del treno prima di procedere con l’acquisto.

Una volta arrivato alla stazione di Paestum, il sito archeologico si trova a circa 5 minuti a piedi.

Una buona idea potrebbe essere quella di acquistare questo pacchetto che include treno da Napoli e biglietto di ingresso prioritario: avrai tutto a portata di mano e non dovrai pensare più a niente!

In alternativa potrai utilizzare l’auto. Il tragitto dura circa 1 ora e 45 minuti percorrendo l’autostrada A3 in direzione di Salerno e poi seguendo le indicazioni per Paestum.

 

COSE DA SAPERE E DA RICORDARE!

 

  • Prima di visitare Paestum è utile verificare gli orari di apertura del parco archeologico e del museo sul sito ufficiale per evitare di raggiungerlo a vuoto.

 

  • L’area archeologica è vasta e per questo è consigliabile indossare scarpe comode per l’esplorazione. Inoltre, non dimenticare di portare con te acqua e protezione solare nei mesi estivi perché il sole picchia e il caldo si fa sentire.

 

BIGLIETTI, TOUR E ALTRI LINK DA TENERE SOTTO MANO

 

14 – La Riviera di Ulisse

 

Panorama dal Tempio di San Francesco.

Panorama dal Tempio di San Francesco, Gaeta.

 

La cosiddetta Riviera di Ulisse si estende lungo la costa tra Roma e Napoli ed è un tratto di litorale noto per la sua straordinaria bellezza naturale, le acque cristalline, i siti archeologici di grande rilievo e alcuni particolarissimi borghi.

Questa zona, ricca di storia e leggende, prende il nome dall’eroe omerico Ulisse che secondo il mito avrebbe navigato proprio lungo queste coste.

Le cose da fare in zona sono davvero tantissimi e sicuramente un giorno solo non sarà sufficiente.

Potrai scegliere, però, di esplorare una o due di queste tappe:

 

  • Il Parco Nazionale del Circeo, una meraviglia naturale caratterizzata da una varietà incredibile di paesaggi che vanno dalla macchia mediterranea, alle dune di sabbia, fino a vere e proprie zone umide abitate da numerose specie di uccelli. Si tratta di un paradiso per le escursioni all’aria aperta, ma in estate è anche il posto giusto dove andare al mare.

 

  • Sperlonga, un pittoresco borgo di mare che sembra uscito da un’isola greca. Famosa per le sue spiagge bianche e l’acqua cristallina, Sperlonga vale sicuramente la visita anche per la spettacolare Grotta di Tiberio, un sito archeologico che sorge lì dove un tempo si trovava l’antica villa dell’imperatore Tiberio. Per approfondire ti suggeriamo di leggere la nostra guida dedicata a COSA VEDERE A SPERLONGA E DINTORNI.

 

  • Terracina, con il Tempio di Giove Anxur situato in posizione dominante sulla città e sul mare, offre una delle viste più spettacolari della regione. Da non perdere anche il bellissimo centro storico.

 

  • Gaeta, una città ricca di storia caratterizzata da un imponente castello, bellissime spiagge e l’Area Protetta di Monte Orlando. Conosciamo benissimo Gaeta perché io, Selene, la frequento sin da bambina in quanto mio papà è nato proprio qui. Per questo motivo ti suggeriamo di curiosare nella sezione del blog che le abbiamo interamente dedicato: troverai tantissime guide e consigli per visitare Gaeta al meglio.

 

DA NON PERDERE!

Approfitta dell’occasione e goditi questo GIRO IN BARCA LUNGO LA RIVIERA DI ULISSE: avrai l’opportunità di scoprire uno dei tratti di costa più belli d’Italia!

La partenza in questo caso è da Sperlonga, ma ne esistono anche altre che partono da Gaeta.

Leggi la nostra guida completa per scoprire i migliori giri in barca da Sperlonga e da Gaeta per farti un’idea più completa!

 

Come raggiungere la Riviera di Ulisse da Napoli

 

Dalla Stazione Centrale di Napoli puoi prendere un treno regionale diretto a Formia e raggiungere facilmente Gaeta con un breve tragitto in autobus o taxi.

Il modo migliore per esplorare la zona, però, è viaggiare in auto: in questo modo, infatti, avrai la massima flessibilità.

Dall’autostrada A1 prendi l’uscita per Cassino e prosegui sulla superstrada Formia-Gaeta se la tua destinazione è Gaeta o i dintorni. Il viaggio in auto da Napoli a Formia dura circa 1 ora e 30 minuti, a seconda del traffico.

Per raggiungere il Circeo, invece, potrebbe convenire seguire l’autostrada fino a Frosinone per poi proseguire sulla SS156 e la NSA 255 Terracina Prossedi.

 

COSE DA SAPERE E DA RICORDARE!

 

  • Programma la tua visita verificando sempre gli orari di apertura dei siti archeologici e dei parchi naturali. Inoltre considera la possibilità di soggiornare in zona almeno per una notte per goderti la Riviera di Ulisse e le sue bellezze senza fretta.

 

  • L’estate è il periodo più affollato, ma la primavera e l’autunno offrono un clima ideale per esplorare e godere delle bellezze naturali e storiche con più tranquillità.

 

 

  • Non dimenticarti di assaggiare la tiella, uno dei piatti tipici di Gaeta: si tratta di una sorta di torta salata ripiena di verdure o pesce ed è buonissima!

 

BIGLIETTI, TOUR E ALTRI LINK DA TENERE SOTTO MANO

 

15 – Benevento

 

benevento, tra i consigli su cosa vedere vicino napoli

Benevento.

 

Benevento si trova nell’entroterra campano ed è una città ricca di storia, arte e leggende.

Conosciuta da sempre come la città delle streghe, Benevento affascina i visitatori con il suo glorioso passato che ha lasciato numerose tracce ancora oggi ben visibili.

Le tante testimonianze archeologiche, i monumenti storici e le narrazioni popolari fanno di Benevento una meta imperdibile per una gita di un giorno da Napoli.

Tra le tappe da inserire in un itinerario di un giorno in città ti consigliamo:

 

  • L’Arco di Traiano, uno dei monumenti romani meglio conservati della città, eretto per celebrare l’apertura della Via Traiana, variante della via Appia che accorciava il cammino tra Roma e Brindisi.
  • Il Teatro Romano, risalente al II secolo d.C..
  • La Chiesa di Santa Sofia, patrimonio UNESCO, è un esempio eccezionale di architettura longobarda.
  • Il Museo del Sannio, un’interessante mostra permanente che raccoglie reperti archeologici, opere d’arte e oggetti che narrano la storia della regione.

 

Come arrivare a Benevento da Napoli

 

Benevento è ben collegata a Napoli tramite treno e autobus.

I treni partono regolarmente dalla Stazione Centrale di Napoli e il viaggio dura circa un’ora e mezza. Se preferisci, gli autobus offrono una valida alternativa: partono sempre dalla Napoli Centrale e sono garantiti dal servizio EAV.

QUI puoi verificare prezzi e tariffe.

 

COSE DA SAPERE E DA RICORDARE!

 

  • La primavera e l’autunno sono i periodi migliori per una visita grazie alla minore affluenza di turisti.

 

  • Non dimenticare di assaggiare il famoso Strega, il liquore alle erbe prodotto in città dalla distillazione di circa 70 erbe e spezie!

 

Cosa vedere vicino a Napoli: la mappa

 

Per aiutarti a visualizzare i luoghi di cui ti abbiamo parlato e a valutare le distanza dal capoluogo campano, ecco una comoda mappa che potrai anche aprire sul tuo smartphone.

 

 

Apri la mappa dei luoghi da vedere nei dintorni di Napoli.

 

I migliori tour organizzati per le tue gite giornaliere da Napoli

 

Ti abbiamo consigliato i luoghi da visitare vicino al capoluogo campano, ma ci teniamo a darti ancora qualche veloce suggerimento dedicato alle migliori gite giornaliere da Napoli con tour organizzati.

Questa modalità, infatti, è un buon modo per raggiungere in una sola giornata diversi luoghi in comodità sia per chi non ha un’auto al seguito, sia per chi vuole evitare di guidare nel caos di una delle zone più trafficate d’Italia.

Se non te la senti di noleggiare un’auto o, in generale, di affrontare la guida “fumantina” dei piloti campani, l’alternativa sarebbe quella di muoversi con i mezzi pubblici. Questi ultimi, però, non sono sempre efficienti come ci si auspicherebbe e il rischio potrebbe essere quello di non riuscire ad arrivare a destinazione nei tempi giusti.

Scegliere un’escursione guidata facilita gli spostamenti, permette di godersi l’esperienza in totale calma e serenità e, inoltre, dà la possibilità di essere accompagnato da una guida professionista che conosce storia, aneddoti e curiosità sui luoghi che visiterai.

Per quanto ci riguarda è una soluzione decisamente interessante da tenere in considerazione.

Vediamo alcuni dei tour imperdibili:

 

  • Escursione a Pompei: scelta perfetta per raggiungere il famoso sito archeologico e visitarlo insieme a una guida.

 

 

 

 

 

 

 

Ci auguriamo che questi consigli su cosa vedere vicino a Napoli ti siano stati utili. Quale di queste gite giornaliere sceglierai? Torna a raccontarci la tua esperienza nei commenti, ti aspettiamo!

 

 

 

Per supportare il mio lavoro e permettermi di continuare a offrire contenuti di qualità, questo articolo include alcuni link affiliati. Se scegli di utilizzare questi link per effettuare un acquisto o una prenotazione, potrei ricevere una piccola commissione senza alcun costo aggiuntivo per te. Grazie per il tuo sostegno!

 

 

Crediti Fotografici: Le immagini non contrassegnate dal logo di Viaggi che mangi sono state gentilmente fornite dal partner Depositphotos.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Lasciaci un commento