Alla scoperta delle regioni vinicole e delle strade del vino in Slovenia: itinerari per enoappassionati

di Selene Scinicariello

Stai organizzando la tua prossima vacanza e hai voglia di approfondire le tue conoscenze sul mondo enologico sloveno? In questo articolo troverai spunti, suggerimenti e indicazioni per incamminarti lungo le strade del vino in Slovenia e scoprire le migliori regioni vinicole del Paese.

Nonostante siano ancora poco conosciuti all’estero, i vini sloveni sono sempre più apprezzati tanto che negli ultimi anni hanno ricevuto premi e menzioni speciali nei più importanti concorsi mondiali.

Le tre principali regioni vinicole sono suddivise a loro volta in nove distretti e si trovano lungo quella che è considerata la migliore fascia per la coltivazione della vite in Europa.

Se il clima e il suolo sono sicuramente la base ideale, è comunque l’impegno dei produttori a fare la differenza e a portare sempre più in alto la produzione enologica del Paese.

Vedrai, un viaggio in Slovenia saprà sicuramente lasciare il segno… anche nel bicchiere!

LINK UTILI PER UN VIAGGIO LUNGO LE STRADE DEL VINO IN SLOVENIA!

🚘 NOLEGGIA UN’AUTO QUI se non disponi della tua: per scorrazzare in lungo e in largo lungo le strade del vino in Slovenia è assolutamente necessario avere una macchina a disposizione.

🏨 PRENOTA IN ANTICIPO IL TUO HOTEL per organizzare il soggiorno con calma e scegliere la sistemazione più adatta alle tue esigenze.

🍷ORGANIZZA UNA VISITA IN CANTINA: sul sito che ti abbiamo segnalato trovi tantissime esperienze!

📝 STIPULA UN’ASSICURAZIONE DI VIAGGIO per evitare spiacevoli problemi in caso di incidenti o per tutelarti nell’eventualità in cui si renda necessario annullare la vacanza. Attraverso il link che ti abbiamo segnalato avrai diritto al 10% di sconto sulla polizza!

📖 ACQUISTA LA GUIDA LONELY PLANET DELLA SLOVENIA, troverai tantissime informazioni utili per organizzare al meglio il tuo viaggio!

Speriamo che i nostri consigli possano essere una buona fonte di ispirazione per organizzare una vacanza all’insegna del buon vino.

La mappa delle regioni e strade del vino della Slovenia

Pensando che possa esserti utile, abbiamo creato una mappa delle regioni e delle strade del vino della Slovenia.

Aprendola sul tuo smartphone o sul tuo PC troverai tutte le informazioni di cui ti parleremo in questo articolo segnate sulla cartina. In questo modo avrai sottomano la posizione delle varie realtà e potrai non solo organizzare con maggior facilità i tuoi itinerari, ma anche seguire le indicazioni per raggiungere i luoghi preferiti una volta sul posto!

1 – Regione vinicola della Primorska

valle del vipacco lungo una delle più belle strade del vino in slovenia

Valle del Vipacco.

La regione vinicola della Primorska si trova nella parte occidentale della Slovenia ed è caratterizzata da un clima tipicamente mediterraneo che ha favorito lo sviluppo di vitigni a bacca nera da cui si producono alcuni dei vini rossi più famosi del Paese.

La Primorska è famosissima per la grande varietà di vini prodotti e per le caratteristiche uniche che contraddistinguono ogni distretto della regione. Il territorio diversificato e il clima specifico che varia da zona a zona, infatti, hanno creato le condizioni uniche per la nascita di una realtà vitivinicola complessa e affascinante.

Dove si trova. Parte occidentale della Slovenia, al confine con l’Italia.

Distretti. Valle del Vipacco; Brda; Carso; Istria slovena.

Vitigni principali. Refosco, Merlot, Cabernet Sauvignon, Pinot Nero per i rossi. Rebula (Ribolla Gialla), Chardonnay, Sauvignon Blanc, Pinot Grigio, Malvasia, Pinela e Zelen per i bianchi.

Tipologie di vino. Vini rossi forti e secchi, bianchi freschi e aromatici e orange wine.

Punti di interesse della regione. Stanjel; Piran; Izola; Grotte di San Canziano; Valle del Vipava; Saline di Sicciole.

Valle del Vipacco

chiesa di santo stefano, valle del vipacco, lungo una delle più belle strade del vino in slovenia

Chiesa di Santo Stefano nella Valle del Vipacco.

Il clima della Valle del Vipacco è di tipo mediterraneo con influenze alpine e carsiche e, in certi periodi dell’anno, è caratterizzato dal freddo e forte soffio della Bora.

Il suolo è variegato, composto principalmente da marne, arenarie e calcare, ed è ideale per la coltivazione della vite.

I vini che risultano da questa combinazione, allora, non stupisce che siano freschi, eleganti, profumati e contraddistinti da una piacevole armonia.

Qui si producono vini bianchi e rossi, ma il distretto è famoso soprattutto per le sue varietà di uve a bacca bianca. Tra queste le più importanti sono Rebula (Ribolla Gialla), Sauvignon Blanc, Malvasia, Chardonnay, Pinot Bianco, Zelen e Pinela.

L’autoctono Zelen merita una menzione speciale perché negli ultimi anni sta vivendo un periodo molto fiorente e ha visto la nascita del Consorzio Zelen e di un festival che si tiene ogni anno per la sua promozione.

Tra i rossi, anche se non particolarmente diffusi, vale la pena invece citare Merlot, Cabernet Sauvignon, Barbera, Refosco, Pinot Nero.

Se deciderai di trascorrere qualche giorno in zona, non dimenticarti di abbinare i vini della Valle agli ottimi piatti della tradizione che nascono da un mix di influenze italiane e slovene. Tra quelli imperdibili ci sono la jota, il  prosciutto crudo della Valle del Vipacco e gli Štruklji ripieni di noci, ricotta, uvetta e zucchero.

A chi consigliamo la Valle del Vipacco? Agli appassionati di vini bianchi freschi, profumati e aromatici, agli amanti della natura e dell’outdoor che dopo una giornata all’aria aperta desiderano fermarsi in un ristorante tradizionale per riposarsi davanti a un piatto tipico tipico e a un buon bicchiere di vino e agli amanti della tranquillità.

La Valle del Vipacco è un incantevole mosaico di vigneti terrazzati, verdi colline e villaggi in pietra che invitano a una vacanza slow all’insegna del buon vivere!

CONSIGLI PER LA TUA VACANZA

Cantine da visitare:

  • Tenuta Burja, rinomata per la produzione di vini naturali e biodinamici.
  • Guerila, specializzata in vini biologici, con una particolare attenzione alle varietà autoctone.

Attività e attrazioni da non perdere:

  • Ajdovščina (Aidussina): città ricca di storia con rovine romane e affascinanti architetture medievali.
  • Vipava (Vipacco): il più pittoresco tra i villaggi della zona, perfetto per passeggiare tra i vigneti e organizzare una visita in cantina.
  • Goče (Gozze): caratteristico borgo famoso per le sue abitazioni in pietra.
  • Altopiano di Trnovo e Banjšice: il luogo ideale per un’escursione.

Dove dormire:

Brda

Brda, una delle migliori regioni vinicole della slovenia

Brda.

Il distretto vinicolo di Brda, quello che in Italia spesso traduciamo come Collio Sloveno, è situato a metà strada tra le Alpi e il mare ed è famoso per le sue dolci colline completamente ricoperte da vigneti.

Il clima, come potrai immaginare, è influenzato sia dalle montagne, sia dal Mar Adriatico ed è caratterizzato da inverni miti ed estati calde.

Il suolo qui è principalmente composto da marne e arenarie e conferisce ai vini una spiccata mineralità e freschezza.

In generale anche nel distretto di Brda si producono perlopiù vini bianchi per i quali i vitigni principali sono Rebula (Ribolla Gialla), Sauvignon Blanc, Chardonnay e Pinot Grigio.

La Rebula è il vitigno che in questi ultimi anni sta sempre più attirando l’attenzione e facendo parlare di sé, tanto che è nato l’evento Masterclass Brda – Home of Rebula.

Tra i vitigni a bacca rossa, invece, vale la pena citare Merlot, Cabernet Sauvignon e Pinot Nero.

Anche in questo caso ci teniamo a citare la cucina di Brda che, nuovamente, presenta un’interessante mix di influenze italiane e slovene. Tra le pietanze da non perdere ti suggeriamo la polenta bianca che accompagna spesso le zuppe o piatti unici e la frtalja, una sorta di frittata preparata in numerosissime declinazioni (alle erbe, con le cipolle, con la salsiccia, …). Quest’ultima è davvero perfetta se abbinata con un bicchiere di Rebula!

A chi consigliamo Brda? Agli amanti dei vini complessi e fuori dagli schemi e a chi desidera una vacanza capace di offrire un giusto mix di natura e cultura.

Con le sue colline ricoperte da vigneti a perdita d’occhio che si alternano a frutteti e a boschi, i suoi borghi tranquilli e le belle passeggiate nelle natura, Brda invita a trascorrere giornate rilassanti in un ambiente ideale tra relax ed esplorazione.

CONSIGLI PER LA TUA VACANZA

Cantine da visitare:

  • Movia, famosa per i suoi vini naturali e biodinamici.
  • Klet Brda, interessante realtà cooperativa che rappresenta la storia e la tradizione di questa regione.
  • Peršolja, azienda a conduzione familiare che produce ottimi vini e promette un’esperienza di degustazione informale e autentica.

Prenota QUI la tua degustazione presso la Tenuta Peršolja: include la visita guidata dei vigneti e della cantina e la degustazione di 4 vini accompagnati da una selezione di prodotti locali.

Attività e attrazioni da non perdere:

  • Torre panoramica di Gonjače: imperdibile per godersi una vista unica sui vigneti, sul Golfo di Trieste e sulle Alpi.
  • Villa Vipolže: una bellissima villa rinascimentale che oggi ospita uno spazio per eventi culturali, un magnifico hotel e un ristorante. All’interno della villa è presente anche una piccola mostra permanente.
  • Castello di Dobrovo: uno dei castelli più belli della Slovenia che oggi ospita un interessante museo.
  • Šmartno: pittoresco villaggio medievale che invita a una passeggiata lenta tra edifici storici e botteghe artigiane.

Dove dormire:

  • Hotel Gredič, ospitato all’interno di un castello letteralmente circondato dai vigneti. Ti sembrerà di essere in una fiaba!

Carso

Le grotte di san canziano: le grotte magiche della Slovenia.

Uscita del percorso di visita delle Grotte di San Canziano.

Il territorio del Carso è situato proprio al confine con l’Italia.

Qui il clima è caratterizzato da inverni freddi spesso influenzati dal soffio della Bora e da estati calde.

Il suolo è composto principalmente da roccia calcarea rossa, nota come terra rossa carsica, che conferisce ai vini una particolare mineralità.

Nonostante anche qui si producano sia vini bianchi, sia vini rossi, sono proprio questi ultimi a dominare la scena grazie specialmente al Terrano, vitigno autoctono e protagonista indiscusso della regione. Il vino finale è rosso scuro ed è caratterizzato da una spiccata acidità e da tannini pronunciati che lo rendono ideale per l’invecchiamento.

Parlando di bianchi, invece, i vitigni più diffusi sono la Vitovska e la Malvasia da cui si producono vini freschi e contraddistinti da un’interessante complessità aromatica.

Se come noi sei un vero goloso, sappi che da queste parti è praticamente obbligatorio degustare un bicchiere di Terrano accompagnato da un bel piatto di prosciutto crudo del Carso!

A chi consigliamo il Carso? A chi predilige vini robusti, minerali e adatti a lunghi affinamenti, agli appassionati di escursioni e attività all’aria aperta, a chi desidera scoprire tradizioni culturali ed enogastronomiche autentiche proprio poco oltre il confine.

Il Carso, credici, è una regione davvero affascinante caratterizzata da paesaggi unici al mondo. Le grotte solcate da fiumi sotterranei, i laghi intermittenti, le doline e gli avvallamenti sono tutti il segno dell’azione degli elementi naturali che da secoli modellano questi luoghi. Ogni giorno, qui, sarà un’avventura e una scoperta!

CONSIGLI PER LA TUA VACANZA

Cantine da visitare:

  • Štoka, rinomata per la produzione di Terrano e per interessanti spumanti.
  • Orel, bella azienda a conduzione familiare che negli ultimi anni è stata premiata con diversi riconoscimenti.

Attività e attrazioni da non perdere:

  • Grotte di Škocjan (San Canziano): un sistema di grotte calcaree, patrimonio UNESCO, noto per le sue spettacolari formazioni sotterranee.
  • Lipica: un famosissimo allevamento di cavalli lipizzani al cui interno è possibile organizzare visite guidate e assistere a spettacoli equestri.
  • Štanjel: uno dei più bei borghi della zona.

Dove dormire:

Istria slovena

Izola, nell'istria slovena

Izola.

Esteso lungo la costa adriatica tra i comuni di Capodistria e Pirano, il distretto vinicolo dell’Istria slovena ha una superficie vitata di circa 2.400 ettari.

Qui il clima mediterraneo garantisce inverni miti ed estati calde e supporta la produzione di vini di alta qualità che stanno sempre più facendo parlare di sé.

Il suolo argilloso è ricco di sedimenti marini e presenta, in alcuni casi, striature di calcare e di terra rossa.

I vitigni principali sono il Refošk (Refosco) e la Malvazija (Malvasia). Il primo è la base perfetta per vini rossi profondi e robusti caratterizzati da una spiccata acidità in bocca e da note di frutta rossa e spezie al naso. La Malvazija , invece, dà vita a vini freschi e aromatici, con note di frutta bianca, agrumi e un tocco minerale.

Tra gli altri vitigni possiamo citare Merlot e Cabernet Sauvignon tra i rossi e Sauvignon Blanc e Chardonnay tra i bianchi.

Oltre che per i vini, una vacanza nella parte slovena dell’Istria è una bella occasione per scoprire ottimi prodotti tra cui il sale delle Saline di Sicciole e l’olio EVO, ma anche verdure, frutta e addirittura tartufi. I Fuži (un tipo di pasta) conditi con il tartufo, ad esempio, è uno dei piatti da provare assolutamente, così come le cozze o i gamberi alla busara e il branzino al sale.

A chi consigliamo l’Istria slovena? A chi ama i vini strutturati e profumati e a chi desidera godersi una vacanza tra mare, borghi e natura.

L’Istria offre un’esperienza di viaggio autentica e variegata che si adatta un po’ alle esigenze di ogni tipo di viaggiatore. Con la sua straordinaria varietà di paesaggi che varia da colline affacciate sul mare a boschi rigogliosi, passando per coste frastagliate impreziosite da piccoli e pittoreschi villaggi costieri, questa zona della Slovenia è l’ideale per una lunga vacanza da vivere con calma e senza fretta!

CONSIGLI PER LA TUA VACANZA

Cantine da visitare:

  • Vinakoper, una delle cantine più grandi e rinomate della regione dove potrai prendere parte a un tour guidato con degustazione finale.
  • Santomas, celebre per i suoi vini pluripremiati, anche questa cantina offre la possibilità di prendere parte a visite e degustazioni.

Attività e attrazioni da non perdere:

  • Pirano: uno dei più bei villaggi costieri dell’Istria.
  • Capodistria: la città più grande dell’area. Bellissimo il suo centro storico!
  • Izola: una piccola cittadina di mare, da sempre porto di pescatori. Questo è il posto giusto per gustare un ottimo pranzo a base di pesce fresco.

Dove dormire:

  • Štok – Rooms, Wine & Restaurant, situato nell’entroterra di Capodistria, questo hotel offre anche degustazioni guidate dei vini dell’azienda e ospita un ottimo ristorante.

2 – Regione vinicola del Podravje

vite più antica del mondo a maribor, da vedere lungo la Strada enoturistica di Maribor

La vite più antica del mondo a Maribor.

La regione vinicola del Podravje è la più grande della Slovenia, si trova nella parte nordorientale del Paese e si estende tra i fiumi Drava e Mura.

La composizione del suolo e il clima continentale qui contribuiscono a dar vita a vini eccellenti tra cui spiccano, tra tutti, bianchi eleganti e alcuni rossi interessanti.

Di seguito, invece che descriverti i due distretti della regione nel dettaglio come abbiamo fatto in precedenza, ti consiglieremo alcune delle migliori strade del vino in Slovenia che si sviluppano e incrociano in questo angolo del Paese. Crediamo, infatti, che sia una bella idea per aiutarti a organizzare uno o più itinerari in una zona che è decisamente molto vasta da esplorare.

Dove si trova. Nord – Est della Slovenia, al confine con l’Austria e l’Ungheria.

Distretti. Stiria; Prekmurje.

Vitigni principali. Laški rizling (Riesling italico), Šipon (Furmint), Renski rizling (Riesling renano), Chardonnay, Sauvignon Blanc, Traminec (Traminer) e Pinot Bianco per i bianchi. Modra frankinja (Franconia blu), Pinot Nero e Žametna črnina per i rossi.

Tipologie di vino. Vini bianchi eleganti, vini rossi leggeri e fruttati, spumanti di alta qualità e vini dolci e da dessert.

Punti di interesse della regione. Maribor; Ptuj; Jeruzalem; Gornja Radgona; Lendava.

Se cerchi un posto unico dove soggiornare da questi parti, dai un’occhiata al Luxury vineyard resort Chateau Ramšak, un favoloso glamping immerso nella natura a pochi passi dal centro di Maribor.

Tutte le tende o le case sull’albero dispongono di una vasca idromassaggio privata e ogni mattina la colazione viene consegnata direttamente in camera.

Chateau Ramšak ospita anche una propria cantina dove è possibile organizzare degustazioni.

Insomma, è davvero un posto magnifico!

VERIFICA QUI LE TARIFFE E PRENOTA IL TUO SOGGIORNO ALLO CHATEAU RAMSAK!

Strada enoturistica di Maribor

piramida, maribor e i suoi vigneti lungo la Strada enoturistica di Maribor

Piramida, Maribor.

La Strada enoturistica di Maribor è un itinerario affascinante che si snoda dal centro città per raggiungere alcune località nei suoi dintorni. Percorrerlo è un ottimo modo per esplorare il secondo centro più popoloso della Slovenia e per scoprire il suo antichissimo legame con la produzione del vino.

Lungo la strada, le attrazioni da non perdere sono sicuramente:

  • La vite più antica del mondo (Stara Trta), situata nel centro storico di Maribor nel luogo di partenza dell’itinerario.
  • Piramida, il colle panoramico da cui si gode una vista spettacolare sulla città e sui vigneti circostanti.

Questa zona è rinomata per la produzione di vini bianchi e i vitigni più comuni sono Laški Rizling (Riesling Italico), Chardonnay, Riesling Renano, Moscato Giallo, Rulandec (Pinot Grigio) e Silvaner.

Durante l’itinerario ti suggeriamo di fermarti a visitare almeno una cantina locale. Personalmente ti suggeriamo:

  • Vinag Wine Cellar: una delle più grandi e antiche cantine vinicole d’Europa Si trova nel centro di Maribor ed è famosa per i suoi affascinanti cunicoli sotterranei dove il vino trascorrere il periodo di affinamento.

🍷 Prenota il tour classico della cantina Vinag: include la visita nei cunicoli sotto la città di Maribor e la degustazione di 2 o 3 vini della tenuta (in base all’opzione scelta): da non perdere!

  • Dveri-Pax: Una cantina storica che porta avanti la lunga tradizione vinicola dei monaci benedettini di Admont.

Lunghezza: Circa 50 km.
Percorso: Parte dal centro di Maribor (Vecchia Vigna) e prosegue verso Kamnica toccando località come Kalvarija, Mestni Vrh, Piramida, Meljski Hrib, Vodole, Malečnik e Celestrina fino a raggiungere Nebova. Il percorso si estende fino ai margini orientali delle Slovenske Gorice passando per Korena e Vurberk.

Strada enoturistica di Podpohorsk

Crno Jezero, non lontano dalla Strada enoturistica di Podpohorsk

Crno Jezero.

La Strada enoturistica di Podpohorsk è un affascinante itinerario che si snoda lungo le pendici del Pohorje partendo dalla piccola cittadina di Ruše e arrivando fino a Zreče passando attraverso Limbuško-Pekrske Gorice e Dravinjske Gorice.

Si tratta di un bel percorso che ti darà la possibilità non solo di immergerti nella tradizione vinicola locale, ma anche di esplorare le bellezze naturali della regione.

Durante l’itinerario, tra le i luoghi da non perdere ti segnaliamo:

  • Il Castello di Rače, bellissimo castello risalente al XVI secolo.
  • Parco naturale Rački ribniki-Požeg, un’area protetta caratterizzata da laghetti e stagni.
  • Slovenske Konjice, affascinante borgo dove fare una passeggiata e magari fermarsi a mangiare qualcosa.
  • Foresta vergine Šumik e lago Črno Jezero, un luogo magico dove fare un’escursione di cui, personalmente, ci siamo letteralmente innamorati.

In questa zona si producono perlopiù vini aromatici e freschi a base di Renski e Laški Rizling, Sauvignon, Gewürztraminer, Moscato Giallo e Silvaner.

Tra le cantine da visitare ci fa piacere indicarti:

  • Vinarstvo Zorjan: ottima cantina che negli anni ha ricevuto diversi riconoscimenti e che in azienda produce anche frutti di bosco essiccati.
  • Frešer Vladko: cantina che produce vini biologici e naturali.

Lunghezza: Circa 40 km.
Percorso: Parte da Ruše, attraversa le località di Zgornja Kungota, Zgornje Hoče, Fram, Spodnje Hoče, Reka e Bresternica, fino a raggiungere Slovenske Konjice e Zreče. Il percorso si sviluppa lungo le colline e i vigneti ai piedi del massiccio del Pohorje.

Strada enoturistica Gornje slovenjegoriška

strada a cuore lungo una delle più belle strade del vino in slovenia

Strada a forma di cuore.

La Strada enoturistica Gornje Slovenske Gorice procede attraverso le colline vinicole della parte più alta di Slovenske Gorice, lungo il confine austriaco.

Se cerchi un itinerario caratterizzato da panorami davvero indimenticabili, magari da percorrere in bicicletta, questo è sicuramente una buona idea.

Tra le attrazioni imperdibili ti suggeriamo sicuramente la particolarissima strada a forma di cuore nei pressi di Špičnik, un punto panoramico davvero iconico!

Anche questa zone è famosa per la produzione di vini bianchi a base principalmente di Laški Rizling (Riesling Italico), Kerner, Sauvignon Blanc, Gewürztraminer, Moscato Giallo, Silvaner e Pinot Grigio.

Durante il percorso incontrerai numerose cantine tra cui potresti decidere di visitare:

Lunghezza: Circa 45 km.
Percorso: Parte da Maribor e attraversa le località di St. George, Svečina, Plač, Kungota, Velka, Jarenina, Pernica e Jakobski Dol.

Strada del vino di Jeruzalem

vigneti di jeruzalem lungo una delle più belle strade del vino in slovenia

Vigneti di Jeruzalem.

Tra le più belle strade del vino in Slovenia, vale sicuramente la pena nominare la Strada del vino di Jeruzalem, uno dei percorsi più suggestivi in assoluto.

L’itinerario, lungo circa 40 km, attraversa le colline terrazzate della regione Prlekija tra paesaggi maestosi e i vigneti secolari.

Noi lo abbiamo percorso in auto in una giornata uggiosa e, nonostante le piante non brillassero sotto la luce del sole, dobbiamo ammettere che queste colline ricoperte da infiniti serpentoni di filari che creano forme e disegni unici, hanno saputo come lasciarci carichi di meraviglia.

Se deciderai di fare un giro da queste parti, ecco quali sono le tappe da non perdere:

  • Chiesa della Madonna Addolorata a Jeruzalem, un luogo di pellegrinaggio molto famoso in tutto il Paese.
  • Castello di Ormož, un antico castello costruito per difesa lungo il confine con l’Ungheria e che oggi ospita un interessante museo.
  • Riserva naturale della laguna di Ormož, un’area protetta al cui interno si snodano diversi sentieri per una passeggiata nella natura.

I vigneti lungo la Strada del vino sono perlopiù coltivati a Šipon (Furmint), Laški Rizling (Riesling Italico), Renski Rizling (Riesling Renano), Traminec (Gewürztraminer), Chardonnay, Sauvignon Blanc e Moscato Giallo e la produzione, come capirai, è dedicata alla produzione di eccellenti vini bianchi.

Tra le cantine che vale davvero la pena visitare ti suggeriamo:

  • Puklavec Family Wines: una delle cantine più rinomate della regione.
  • Verus vinogradi: azienda che in pochissimi anni è riuscita a diventare vera e propria protagonista del mondo enologico sloveno.

Lunghezza: Circa 40 km.
Percorso: Parte da Jeruzalem e attraversa le località di Ormož, Sveti Tomaž e Središče ob Dravi snodandosi tra vigneti e colline terrazzate.

3 – Regione vinicola del Posavje

Kostanjevica na Krki, da vedere nella Regione vinicola del Posavje

Kostanjevica na Krki.

La regione vinicola del Posavje si trova nel Sud – Est della Slovenia ed è la più piccola delle tre principali regioni vinicole del paese.

Qui il suolo è prevalentemente composto da marne e arenarie con legante calcareo e il clima è di tipo continentale con influenze prealpine.

I vitigni più coltivati sono le varietà rosse Modra Frankinja e Zametovka, mentre per i bianchi spiccano Laški Riesling e Kraljevina.

Nonostante le piccole dimensioni della zona e la maggioranza di prodotti IGP, il Posavje è famosissimo per alcune specialità enologiche uniche come il Cviček.

Questo vino rosso dal colore un po’ scarico viene prodotto con uve a bacca nera e uve a bacca bianca, presenta una spiccata freschezza ed è caratterizzato da una bassa gradazione alcolica. Si tratta di una vera perla rara che ti invitiamo ad assaggiare durante il tuo soggiorno da queste parti!

🍷Prenota una degustazione a Klet Krško, una delle più importanti e famose cantine che producono Cviček!

Non solo vino, però! La regione, infatti, merita di essere visitata non solo dagli enoappassionati, ma anche da tutti coloro i quali desiderano scoprire uno degli angoli più particolari del Paese.

Il paesaggio collinare, infatti, è punteggiato di pittoresche “zidanice (piccole casette in mattoni un tempo dimore dei vignaioli) e dalle “repnice(caratteristiche cantine scavate nel terreno).

Vale la pena, allora, godersi lunghe passeggiate tra i vigneti a piedi o in bicicletta, per godersi una Slovenia ancora poco conosciuta!

Per vivere un’esperienza davvero unica e irripetibile, ti suggeriamo di alloggiare in una zidanica. Molte di queste casette, infatti, sono state trasformate in alloggi turistici.

Personalmente ti suggeriamo Zidanica Muhič, non lontana da Novo Mesto. L’appartamento è arredato in stile moderno nonostante conservi tutte le caratteristiche della tradizione. Il panorama, poi, è davvero il pezzo forte dell’alloggio!

La regione del Posavje si suddivide in tre distretti distinti a cui accenniamo brevemente qui di seguito:

  • Bizeljsko-Sremič: l’area è famosa per i suoi spumanti e per i vini speciali. Qui, infatti, è stato prodotto il primo vino sloveno che segue il metodo del Porto.
  • Dolenjska: la terra del Cviček.
  • Bela Krajina: questo distretto è noto per i vini rosati e per gli Ice Wine.

Dove si trova. Lungo il corso inferiore del fiume Sava, al confine con la Croazia.

Distretti. Bizeljsko-Sremič; Dolenjska; Bela Krajina.

Vitigni principali. Modra Frankinja (Franconia Blu); Zametovka; Laški Rizling (Riesling Italico); Kraljevina; Plavec Žuti; Chardonnay; Sauvignon; Moscato Giallo.

Tipologie di vino. Vini rossi leggeri e fruttati, vini rosati, vini bianchi leggeri, profumati e aromatici, vini speciali.

Punti di interesse della regione. Brežice; Castello di Sevnica; Grad Raka; Kostanjevica na Krki.

Speriamo che il nostro articolo possa essere una buona fonte di ispirazione per organizzare la tua prossima avventura lungo le strade del vino in Slovenia.

Se conosci cantine, itinerari o altre esperienze di qualità, lasciaci un commento qui sotto: siamo sicuri che sarà utilissimo a tutti gli altri lettori!

Durante il tuo viaggio, poi, non dimenticarti di condividere le tue foto sui social e di taggarci su Instagram e Facebook così potremmo ricondividerle sui nostri profili!


Crediti Fotografici: Le immagini non contrassegnate dal logo di Viaggi che mangi e lì dove non espressamente indicato sono state gentilmente fornite dal partner Depositphotos.
​​
​​

In questo articolo potrebbero essere presenti link affiliati. Ciò significa che, senza assolutamente alcun costo aggiuntivo per te, potremmo ricevere una piccola commissione in caso decidessi di fare acquisti attraverso di essi. Questo aiuta a supportare il nostro lavoro e ci permette di continuare a fornirti contenuti di valore e gratuiti. Grazie di cuore per il tuo sostegno!

Lasciaci un commento