4 giorni a Madrid: ecco l’itinerario con le cose da vedere!

di Selene Scinicariello

Hai deciso di trascorrere 4 giorni a Madrid? Ottima scelta!

Affascinante, cosmopolita, vivace e sempre in movimento, la capitale spagnola è una di quelle città che davvero non stanca mai… tanto che io, Selene, ci sono stata ben 5 volte.

Se un po’ di tempo fa avevo scritto una breve guida dedicata ai luoghi imperdibili della capitale spagnola e ad alcuni consigli pratici per il tuo soggiorno, di seguito troverai un vero e proprio itinerario per visitare Madrid in 4 giorni.

Seguendo i suggerimenti che abbiamo preparato per te, infatti, speriamo di aiutarti a organizzare il tuo prossimo viaggio al meglio.

Tieni conto che per non perdere neanche una delle tappe che ti indicheremo avrai bisogno di 4 giorni interi (dal mattino alla sera).

Ciò vuol dire che riuscirai a vedere tutto ciò che ti suggeriremo solo se arriverai un giorno prima (o al mattino presto della prima giornata) e andrai via un giorno dopo (o nel tardo pomeriggio dell’ultima giornata).

In ogni caso non preoccuparti: con meno tempo a disposizione ti basterà saltare una visita al museo oppure mettere da parte uno o due luoghi per riuscire a goderti al massimo la città senza fretta.

Ricorda, inoltre, che con 4 giorni a disposizione, sacrificando una visita al museo, riuscirai tranquillamente a organizzare una gita fuori porta.

Alla fine dell’articolo ti lasceremo qualche spunto in merito così come ti consiglieremo cosa vedere se sei già stato a Madrid in precedenza e hai voglia di scoprire qualcosa di nuovo.

IMPORTANTE: preparati a camminare parecchio e… indossa scarpe comode!

 

INDICAZIONI E LINK UTILI PER ORGANIZZARE I TUOI 4 GIORNI A MADRID.

 

 

 

  • CERCA UN HOTEL NEI DINTORNI DI PUERTA DEL SOL o PLAZA MAYOR se è la prima volta che visiti Madrid e desideri vivere il cuore pulsante della capitale spagnola.

 

  • Se hai intenzione di visitare le attrazioni più importanti della città acquista il Go City: Madrid All-Inclusive Pass. Questa card turistica include tantissime attrazioni e visite guidate e ti permetterà di risparmiare parecchi soldini durante i tuoi 4 giorni a Madrid!

 

 

  • Se vuoi organizzare una gita fuori porta con un tour guidato ti suggeriamo di utilizzare le piattaforme GetYourGuide e Civitatis.

 

 

  • Per confrontare gli orari e i prezzi dei treni e degli autobus per raggiungere destinazioni fuori città, PUOI FARLO QUI.

 

GIORNO 1 – Museo Thyssen-Bornemisza, Puerta del Sol, Plaza Mayor e La Latina

 

Madrid è un vero e proprio paradiso per chi ama i musei e in questo itinerario dedicato a come visitare Madrid in 4 giorni ne abbiamo inserito uno per ogni giornata.

Non preoccuparti, non ti annoierai di sicuro perché sono uno più interessante dell’altro e all’interno di ognuno avrai modo di ammirare opere celeberrime che sicuramente riconoscerai tra quelle studiate sui libri di scuola.

In ogni caso, se proprio visitare i musei non fa per te, segui il resto dei consigli che ti daremo e tieni libera una giornata per organizzare una gita fuori porta (ti lasceremo qualche consiglio alla fine di questo articolo!).

Iniziamo, allora, a parlare di come trascorrere la prima delle tue 4 giornate a Madrid.

 

Mattino

 

Per questo primo giorno nella capitale spagnola ti consigliamo di raggiungere il Museo Thyssen-Bornemisza per iniziare subito con una delle visite più interessanti in assoluto che ti offre Madrid.

 

QUI PUOI ACQUISTARE I BIGLIETTI IN ANTICIPO!

 

Il nucleo di questa pinacoteca un tempo apparteneva alla famiglia Thyssen-Bornemisza, ma dal 1993 è stata acquistata dallo Stato spagnolo per farne un museo.

All’interno del Palazzo di Villahermosa, la sede del museo, attualmente sono custodite circa 800 opere d’arte che coprono un periodo storico lunghissimo che va dal XIII secolo fino al XX secolo.

Van Eyck, Dürer, Caravaggio, Rembrandt, Canaletto, Monet, Degas, Van Gogh, Gauguin, Kirchner e Mondrian sono solo alcuni dei nomi dei grandi artisti qui esposti.

Tra le opere più interessanti e famose non possiamo non segnalare Piazza San Marco verso la Basilica del Canaletto, Annunciazione di El Greco, Madonna col Bambino di Tiziano, Arlecchino allo specchio di Picasso, Sogno causato dal volo di un’ape intorno a una melagrana un attimo prima del risveglio di Dalì e Donna nel bagno di Lichtenstein.

Per la visita calcola dai 40 minuti alle due ore a seconda del tempo che dedicherai a ogni quadro. A nostro parere per godersi il museo senza fretta è necessaria come minimo un’ora e mezza.

 

RICORDA!

Se vuoi visitare il Museo Thyssen-Bornemisza e altri musei della capitale spagnola, acquista il Go City: Madrid All-Inclusive Pass.

Il pass turistico include l’ingresso non solo a questo museo, ma anche i tour guidati del Museo del Prado e del Reina Sofia, nonché il bus turistico di Madrid e altre circa 50 attrazioni della città!

Si tratta di un’opportunità davvero molto interessante e conveniente.

 

Pomeriggio

 

Una volta terminata la visita al museo, il resto della giornata ti suggeriamo di trascorrerlo senza fretta tra le strade e le piazza principali del centro di Madrid.

Raggiungi, allora la Puerta del Sol, la piazza simbolo della capitale spagnola. Questa rappresenta il chilometro zero della rete stradale della Spagna (guarda per terra se trovi la targa che lo segnala!) ed è uno dei luoghi più iconici della città.

Tra le le cose da vedere in Puerta del Sol c’è sicuramente la Statua dell’Orso e il Corbezzolo, il simbolo di Madrid, la Statua equestre di Carlos III, la grande insegna luminosa dello sherry Tio Pepe e la  Casa de Correos, oggi sede della Comunidad de Madrid, che ogni 31 di dicembre festeggia il nuovo anno con i famosi dodici rintocchi della mezzanotte.

 

puerta del sol, da non perdere in 4 giorni a madrid

Puerta del Sol.

 

Non lontano da Puerta del Sol potrai fermarti a mangiare qualcosa al volo presso una delle sedi del Museo del Jamon, famosissimo negozio di prosciutto che offre anche una discreta scelta di piatti e di panini a un prezzo più che onesto.

Dopo pranzo, poi, ti consigliamo di proseguire esplorando il cuore del centro storico della capitale spagnola.

Proseguendo lungo la pedonale Calle Mayor, ad esempio, puoi raggiungere Plaza Mayor, vero e proprio punto di riferimento cittadino.

Questa piazza porticata è considerata il cuore della Madrid de Los Austrias, cioè di quella parte della città costruita durante il regno della dinastia Asburgo.

Qui un tempo si teneva il mercato più famoso di Madrid, ma era anche luogo di tornei, corride, eventi religiosi e, bisogna dirlo, di condanne a morte (se miti, leggende e misteri ti interessano parecchio, ti consigliamo di prendere parte a QUESTO TOUR GUIDATO DELL’INQUISIZIONE IN ITALIANO!).

Sotto ai portici troverai tantissimi bar, ristoranti e negozi tipici. Dai un’occhiata e se ancora non hai mangiato nulla, prova il tipico panino con i calamari (giuriamo, si tratta davvero di un piatto tipico di Madrid) presso il Bar La Campana!

Da Plaza Mayor ti consigliamo, poi, di raggiungere la Collegiata di San Isidro, l’antica cattedrale della città e il luogo dove sono conservate le spoglie del patrono della città.

A questo punto immergiti tra le strade del quartiere La Latina, uno dei più vivaci di Madrid.

Qui potrai curiosare tra i banchi del Mercado de la Cebada, visitare il Museo di San Isidro (è gratis!), entrare all’interno della Basilica di San Francisco el Grande per ammirare i dipinti di Goya e fare due passi nel Parco di Las Vistillas per goderti il panorama sulla Cattedrale di Santa María Real de la Almudena .

 

DA NON PERDERE!

Per scoprire al meglio il cuore pulsante di Madrid e i suoi luoghi simbolo, prendi parte a questo FREE TOUR di Madrid.

La visita guidata non ha un prezzo fisso e una volta che il tour sarà terminato sarai tu stesso a decidere quanto lasciare alla tua guida in base alla tua disponibilità e a quanto avrai gradito l’esperienza.

Secondo noi ne vale la pena anche perché la guida parla italiano!

 

Sera

 

Siccome ti trovi già nel Barrio de La Latina, uno dei più amati dalla movida madrilena, ti consigliamo vivamente di fermarti qui per “ir de tapas“.

Tra le strade Cava Baja e Cava Alta, ad esempio, si trovano alcuni dei locali più amati dalla gente del posto per una caña (una birra piccola) e qualche tapas!

A noi, ad esempio, piace tantissimo la tortilla di Juana La Loca, ma anche los huevos estrellados di Casa Lucio non sono niente male!

 

tortilla di patate da juana la loca, madrid

Tortilla di patate da Juana la Loca.

 

GIORNO 2 – Palazzo Reale, Cattedrale dell’Almudena, Tempio di Debod e Gran Via

 

Questa seconda giornata si concentrerà in una zona specifica della città, quella nei dintorni dell’imponente Palazzo Reale.

 

Mattino

 

Il tuo secondo giorno a Madrid sarà piuttosto lungo e per questo ti consigliamo di iniziare la giornata con una super colazione. Che ne dici di churros e cioccolata calda nella storica Chocolateria San Gines?

A questo punto, carico di energie, potrai raggiungere la Plaza de Oriente.

Delimitata da un lato dall’elegante Teatro Real, la piazza è adornata dalle statue dei re spagnoli disposte in ordine tra le siepi dei giardini.

La Plaza de Oriente fu voluta dal re di Spagna Giuseppe Bonaparte che desiderava dare risalto al Palazzo Reale allargandone l’accesso verso la città.

 

palacio real di madrid.

Palacio Real, Madrid.

 

L’edificio in questione è ancora la residenza ufficiale dei re di Spagna. Oggi, però, i monarchi vivano presso il più periferico Palazzo della Zarzuela e usano questo luogo solamente per cerimonie ed eventi ufficiali.

L’edificio attuale fu costruito proprio lì dove un tempo si ergeva l’Alcazar musulmano costruito intorno al IX secolo per difendersi dall’avanzata dei cristiani.

Il palazzo divenne la residenza della famiglia reale spagnola quando Madrid divenne capitale del nuovo Impero e conservò l’antico aspetto fino al 1734 quando fu distrutto da un incendio.

L’anno successivo iniziarono i lavori per la ricostruzione che vennero guidati, per volere di Filippo V, prima dall’architetto italiano Filippo Juvarra e, alla sua morte, da Sacchetti.

Oggi il Palazzo Reale di Madrid è considerato, grazie alle sue 3418 stanze disposte su un’area di circa 135 000 m², la più grande residenza reale europea!

La visita è davvero interessantissima e ti permetterà di ammirarne gli interni. Potrai visitare le sue aree più importanti comprese la Sala del Trono, la Cappella Reale, la magnifica Sala da Pranzo di Gala, la ricca Armeria Reale e l’enorme Cucina Reale.

La visita in autonomia dura minimo 45 minuti, ma noi ti suggeriamo di calcolare almeno, almeno un’ora e mezza per goderti il percorso senza fretta.

 

QUI PUOI ACQUISTARE I BIGLIETTI SALTAFILA DEL PALAZZO REALE IN ANTICIPO!

 

Pomeriggio

 

Una volta terminata la visita ti consigliamo di fare un pranzo al sacco presso i Giardini del Campo del Moro, una bellissima area verde nascosta alle spalle del Palazzo Reale. Potresti, ad esempio, portarti un panino.

Dopo aver pranzato e aver fatto quattro passi nella tranquillità di questo posto, ti invitiamo a tornare di fronte al l’ingresso del Palazzo Reale. Questa volta è il turno di visitare la Cattedrale dell’Almudena.

 

la cattedrale dell'almudena, madrid

Cattedrale dell’Almudena.

 

Si tratta del principale luogo di culto cattolico della capitale spagnola che fu consacrato solamente nel 1993 da Giovanni Paolo II.

Sebbene il desiderio della sua costruzione risalisse addirittura al XVI secolo, la sua costruzione iniziò solamente nel 1883 con la posa della prima pietra. I lavori, poi, si interruppero a causa della Guerra Civile e furono ripresi nel 1950.

Non aspettarti chissà quali affreschi e decorazioni. L’interno della Cattedrale, infatti, è particolarmente moderno, ma non per questo poco affascinante, anzi tutt’altro!

Una volta che avrai visitato la chiesa, incamminati verso la prossima tappa.

Per farlo segui Calle de Bailen e fai una piccola deviazione ai Giardini di Sabatini per scorgere un bellissimo panorama sul Palazzo Reale.

A questo punto attraversa Plaza de España con il famoso Monumento a Cervantes che raffigura Don Chisciotte e Sancio Panza e in breve tempo sarai davanti al Tempio di Debod.

 

tempio di debod, da vedere durante un itinerario a madrid in 4 giorni

Tempio di Debod.

 

Sì, non sbagli: si tratta di un vero tempio egizio!

Questo monumento fu un regalo da parte dell’Egitto alla Spagna come ringraziamento per essere intervenuta nei lavori di salvaguardia dei templi della Nubia.

Il tempio risalente al II secolo a.C. oggi è visitabile gratuitamente: dovrai solamente metterti in fila e aspettare il tuo turno.

Il momento migliore per raggiungerlo? Al tramonto quando i giochi di luce regalano un’atmosfera davvero magica e suggestiva.

A questo punto potrai tornare verso il cuore di Madrid. Per farlo ti suggeriamo di imboccare la Gran Via, una delle arterie principali della città.

Sapevi che i numerosi cinema e teatri di musical sono valsi a questa strada l’appellativo di Broadway madrilena?

 

gran via, da vedere durante un itinerario a madrid in 4 giorni

Gran Via.

 

Vivace in qualsiasi momento della giornata, la Gran Via dà il suo massimo al calar della sera quando le luci si accendono e il brulichio di persone sembra letteralmente impazzire.

Se hai ancora le forze goditi un giro tra i grandi negozi che si incontrano nei dintorni di Callao.

 

Sera

 

La giornata è stata piuttosto lunga e una buona idea per trascorrere la serata potrebbe essere quella di riposarti guardando uno spettacolo di Flamenco.

 

spettacolo flamenco torre bermejas, da non perdere se vuoi visitare madrid in 4 giorni

Flamenco al Torre Bermejas.

 

Questa tipica danza andalusa si è fatta strada tra le strade della capitale nel XIX secolo e oggi è parte integrante della cultura di questa città.

Gli artisti che vogliono davvero affermarsi in quest’arte devono necessariamente passare dai tablaos madrileni. Questi, infatti, sono considerati la migliore vetrina sia a livello nazionale, sia a livello internazionale!

I luoghi dove assistere a uno spettacolo di Flamenco a Madrid sono numerosi.

Io, Selene, ho avuto il piacere di assistere lo spettacolo del Torre Bermejas e posso assicurarti che mi è piaciuto davvero tantissimo. Pensa che qui, negli anni 50, furono scoperti talenti come Camarón e Paco de Lucía!

Durante l’esibizione avrai modo di sorseggiare una copa de vino tinto, gustare alcune tapas o addirittura cenare.

 

QUI PUOI PRENOTARE IL TUO POSTO PER LO SPETTACOLO DI FLAMENCO AL TORRE BERMEJAS!

 

GIORNO 3 – Quartiere Las Letras, Museo Reina Sofia e Lavapies

 

Anche la terza giornata di questo itinerario per visitare Madrid in 4 giorni prevede una visita al museo. Inoltre ti suggeriremo qualche passeggiata da fare tra le strade di due dei quartieri più interessanti della capitale spagnola.

 

Mattino

 

Questa terza giornata inizia con quattro passi nel Barrio de Las Letras, uno dei quartieri più particolari di Madrid.

Il “quartiere letterario” deve il suo nome al fatto che qui hanno vissuto alcuni degli autori più importanti per il cosiddetto Secolo d’Oro della Letteratura Spagnola. Cervantes, Tirso de Molina, Lope de Vega e Quevedo, ad esempio, hanno abitato da queste parti.

A ricordo di quei giorni, in Calle Huertas, noterai diverse scritte dorate sulla pavimentazione che riprendono alcune delle opere spagnole più famose.

Non solo, in zona potrai visitare la Casa Museo Lope de Vega (solo con visita guidata gratuita su prenotazione) ed entrare nel Convento delle Trinitarias Descalzas dove si trova la tomba di Cervantes.

Terminata la passeggiata è arrivato il momento di scoprire un nuovo museo madrileno. Questa volta è il turno del Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofia.

 

museo reina sofia, tappa da non perdere tra le cose da vedere a madrid in 4 giorni

Museo Reina Sofia.

 

Si tratta del più importante museo di arte moderna e contemporanea di Madrid e ospita una collezione di opere che copre il periodo storico che va dal Novecento fino ai giorni d’oggi.

All’interno di quello che fu l’antico Ospedale San Carlos oggi è possibile ammirare una collezione permanente davvero ricchissima. Tra le tante opere quella più famosa è senza ombra di dubbio la Guernica di Pablo Picasso.

Credici, vale la pena entrare al suo interno anche solo per questo capolavoro!

Tra gli altri artisti qui esposti, comunque, ci sono Salvador Dalí, Joan Miró, Joseph Beuys, René Magritte, Mark Rothko, Roy Lichtenstein, Francis Bacon e Lucio Fontana.

Noi siamo degli amanti di Dalì e ci teniamo a segnalarti che qui sono conservati Ritratto di Luis Buñuel, Ragazza alla finestra e Il grande masturbatore.

 

QUI PUOI ACQUISTARE I BIGLIETTI IN ANTICIPO!

 

Pomeriggio

 

Terminata la visita sarà sicuramente arrivata l’ora di pranzo.

Il nostro consiglio questa volta è quello di gustare qualche tapas all’interno di un mercato.

Nei dintorni, ad esempio, potrai raggiungere facilmente il Mercado Anton Martin e il Mercado de San Fernando.

Dopo aver messo qualcosa sotto ai denti ti suggeriamo di fare due passi nella zona di Lavapies, uno degli angoli più multiculturali di Madrid.

Qui un tempo risiedeva la popolazione ebraica. La tradizione racconta che il nome Lavapies derivi da un’antica fonte in cui si era soliti lavarsi i piedi prima di accedere alla sinagoga.

Oggi quest’area è considerata una delle più autentiche della capitale spagnola. Se un tempo aveva una nomea poco rosea, attualmente è considerato un quartiere trendy e sempre più in via di sviluppo.

Il motivo principale per cui ti consigliamo di fare un giro da queste parti è costituito dalle bellissime opere di Street Art che potrai ammirare sui palazzi della zona.

 

street art a alvapies, da non perdere durante un itinerario di 4 giorni a madrid

Street Art a Lavapies.

 

QUI trovi una mappa in cui sono segnate le opere più belle.

Il nostro consiglio, però, è quello di prendere parte a QUESTO TOUR DELLA STREET ART per conoscere a fondo opere e artisti di questo coloratissimo quartiere.

 

Sera

 

Anche questa giornata è stata piuttosto lunga, ma se hai ancora le forze potresti prendere parte a un tour notturno per scoprire il volto più misterioso della capitale spagnola!

QUESTO TOUR DELL’INQUISIZIONE SPAGNOLA, ad esempio, è perfetto!

 

GIORNO 4 – Plaza de Cibeles, Museo del Prado e Parque del Retiro

 

Siamo arrivati all’ultima giornata.

Durante questo articolo dedicato a cosa vedere a Madrid in 4 giorni abbiamo parlato di tantissime cose, ma ancora non avevamo accennato al celebre Museo del Prado. Oggi finalmente è arrivato il momento di visitarlo!

 

Mattino

 

La prima tappa di oggi è la Plaza de Cibeles al cui centro spicca la celebre Fuente de Cibeles, una bellissima fontana scolpita nel 1782.

Se sei un amante del calcio potresti riconoscere in questo luogo il punto di ritrovo dei tifosi del Real Madrid per festeggiare le vittorie della loro squadra del cuore!

Sulla piazza si affacciano alcuni dei palazzi più importanti della città come il Banco di Spagna, il Palazzo di Linares, il Palazzo di Buenavista e il Palacio de Comunicaciones.

Dalla piazza, poi, inizia il famoso Paseo del Prado, uno dei boulevard più iconici di Madrid.

 

museo del prado madrid

Museo del Prado, Madrid.

 

Qui si trova quello che sicuramente è il museo più importante e famoso della capitale spagnola: il Museo del Prado.

Al suo interno non è solo è conservata la collezione di pittura spagnola più completa del mondo, ma è custodita anche una ricchissima quantità di opere di grandi artisti italiani, fiamminghi, francesi e inglesi.

Tra le opere più importanti ti segnaliamo Nastagio degli Onesti di Botticelli, La morte della vergine di Mantegna, Cristo in pietà e un angelo di Antonello da Messina, le Maya di Goya, Il cavaliere con la mano sul petto di El Greco, Il giardino delle delizie di Bosch, Le tre Grazie di Rubens, La danza della morte di Pieter Brueghel e tanti, tantissimi altri.

Insomma, è facile intendere che si tratta di uno dei musei più famosi e significativi del mondo!

Calcola almeno un paio d’ore per visitare il museo, ma molto probabilmente rimarrai al suo interno anche qualcosina in più!

 

QUI PUOI ACQUISTARE I BIGLIETTI IN ANTICIPO!

 

Tieni conto che potrebbe essere davvero una buona idea quella di prendere parte a una visita guidata del Museo del Prado. Questa, infatti, ti permetterà non solo di apprezzare al massimo le più belle e importanti opere qui custodite, ma anche di non perderti tra l’incredibile quantità di arte conservata all’interno del museo!

 

Pomeriggio

 

Terminata la visita all’immenso Museo del Prado ti invitiamo a trascorrere il pomeriggio nel magnifico Parque del Retiro.

Al suo interno troverai alcuni punti ristoro, ma nulla ti vieta di portarti un pranzo al sacco per risparmiare e ottimizzare i tempi.

Il parco si estende per circa 118 ettari e dal 2021, insieme al Paseo del Prado, è stato dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO.

All’interno di questo vero e proprio polmone verde cittadino ci si può letteralmente trascorrere una giornata intera tante sono le cose da fare e da vedere!

Tra i punti da non perdere ti segnaliamo la Rosaleda (bellissima quando le rose sono in fiore), il Palazzo di Cristallo che ospita spesso mostre gratuite, la Fontana dell’Angelo Caduto, il Monumento ad Alfonso XII affacciato sull’Estanque Grande dove è possibile noleggiare una barchetta e godersi un giro panoramico del lago e il Paseo de las Estatuas.

 

lago nel parque del retiro, da non perdere in 4 giorni a madrid

Lago del Parque del Retiro.

 

Nella tranquillità di quello che è sicuramente il parco più famoso della capitale spagnola ripenserai sicuramente ai tuoi 4 giorni a Madrid e ti verrà voglia di ritornare il prima possibile!

 

Sera

 

Forse con un po’ di nostalgia sarai pronto ad affrontare l’ultima serata in città.

Di tapas ne avrai mangiate parecchie in questi giorni e potrebbe essere una buona idea finire in bellezza con una vera e propria cena al ristorante.

Tra gli indirizzi più famosi della città ti segnaliamo il Sobrino de Botín, celebre per il maialino al forno, e Malacatín dove potrai gustare un ottimo cocido madrileno (uno stufato a base di carne e verdure imperdibile se visiterai Madrid in inverno!).

Per concludere la serata, infine, sali su una delle tante terrazze della città per goderti un’ultima vista sulla capitale spagnola dall’alto sorseggiando un cocktail o una copa de Cava (lo Spumante Metodo Classico prodotto in Spagna).

 

copa de cava sulla terrazza del room mate macarena

Bicchiere di cava sulla terrazza del Room Mate Macarena.

 

Tra i bar panoramici più belli di Madrid ti segnaliamo The Hat, Café del Río, Riu Plaza España, La Azotea del Círculo e La Terraza de Macarena (il rooftop bar del bellissimo hotel dove ho soggiornato durante la mia ultima visita a Madrid!).

 

Cosa vedere a Madrid in 4 giorni se NON è la prima volta che visiti la città

 

Se hai già visitato Madrid in passato, è possibile che molte delle tappe che ti abbiamo consigliato tu le conosca già.

Se cerchi qualcosa di nuovo da fare e da vedere durante questi tuoi 4 giorni a Madrid, allora valuta di:

 

  • Goderti una passeggiata nel Parque Madrid Rio, lo spazio verde che segue il corso del Manzanarre.

 

  • Scoprire Casa de Campo, il più grande parco pubblico di Madrid (stiamo parlando di oltre 1500 ettari!).

 

 

  • Visitare il Museo Cerralbo per capire come viveva una famiglia aristocratica della fine del XIX secolo e gli inizi del XX.

 

  • Entrare all’interno del Museo del Romanticismo per essere catapultato letteralmente indietro nel tempo.

 

  • Scoprire il Museo Sorolla per conoscere il più importante pittore impressionista spagnolo.

 

  • Lasciarsi guidare in un TOUR DELLA STREET ART per entrare in contatto con un nuovo modo di fare arte e immergersi nei quartieri più local di Madrid.

 

Idee per una gita fuori porta

 

panorama di toledo

Toledo.

 

Sia che tu sia già stato a Madrid diverse volte, sia che tu non abbia intenzione di visitare tutti i musei che ti abbiamo suggerito, se hai deciso di visitare Madrid in 4 giorni potresti avere tutto il tempo per organizzare una gita fuori porta.

Tra le mete facilmente raggiungibili in giornata ti suggeriamo:

 

  • El Escorial;
  • Toledo,
  • Segovia;
  • Aranjuez;
  • Avila;
  • Alcalá de Henares;
  • Sierra de Guadarrama;
  • Cuenca.

 

Qualunque meta deciderai di raggiungere per farlo dovrai scegliere tra tre opzioni:

 

  • Noleggiare un’auto, ma dovrai mettere in conto i costi per l’assicurazione e per l’autostrada, nonché la difficoltà nel trovare parcheggio nella maggior parte delle destinazioni che ti abbiamo suggerito.

 

  • Utilizzare i mezzi pubblici, ma non tutte le località sono facilmente raggiungibili con treni e bus e, soprattutto, spesso gli orari non coincidono come vorresti.

 

  • Un tour guidato, la scelta migliore secondo noi in base alla nostra esperienza.

 

A seconda della modalità che preferirai ti consigliamo di:

 

 

 

  • DARE UN’OCCHIATA AI MIGLIORI TOUR CON PARTENZA DA MADRID per farti un’idea degli itinerari e dei prezzi. Per farlo ti suggeriamo le piattaforme GetYourGuide e Civitatis.

 

Qui di seguito, comunque, ti segnaliamo quelle che a nostro parere sono alcune delle migliori escursioni di un giorno con partenza dalla capitale spagnola.

 

  • Escursione di un giorno a Toledo: uno dei tour più completi per visitare l’affascinante città di Toledo. Il prezzo, infatti, include non solo il trasporto e la guida, ma anche il biglietto per la chiesa di Santo Tomé, Sinagoga di Santa María la Blanca, Monastero di San Juan de los Reyes, Cattedrale di Toledo e Moschea del Cristo de la Luz.

 

 

 

 

Altre dritte per visitare Madrid in 4 giorni

 

  • Se hai intenzione di visitare diversi musei nella capitale spagnola e se ami le visite guidate, ACQUISTA ASSOLUTAMENTE IL Go City: Madrid All-Inclusive Pass. Questa tessera turistica, infatti, include l’ingresso a numerose attrazioni della città e dà diritto a partecipare ad alcune delle migliori visite guidate. Per farti qualche esempio, con il Go City Madrid All-Inclusive Pass avrai diritto all’ingresso gratuito al Museo Thyssen-Bornemisza, potrai partecipare al tour del Museo del Prado, del Palazzo Reale e del Reina Sofia, potrai utilizzare gratuitamente l’autobus turistico di Madrid e avrai incluso lo spettacolo di flamenco al tablao Torres Bermejas. Non solo: oltre a queste sono incluse oltre 50 altre attrazioni!

 

 

 

Speriamo che i nostri consigli per trascorrere 4 giorni a Madrid possano esserti utili e ti invitiamo a curiosare nella sezione del blog interamente dedicata alla capitale spagnola per trovare tanti altri spunti e suggerimenti.

Se ancora non hai prenotato l’hotel, dai un’occhiata alle offerte su Booking.com, potresti trovare occasioni interessanti! Noi usiamo quasi sempre questa piattaforma per prenotare gli alloggi durante i nostri viaggi.

 



Booking.com

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Lasciaci un commento