Cosa vedere a Kamnik in Slovenia: breve guida di viaggio

di Selene Scinicariello

Scopriamo insieme cosa vedere a Kamnik in Slovenia, un piccolo borgo medievale sorto probabilmente intorno all’anno 1000, circondato da alte montagne e attraversato dal fiume Kamniška Bistrica.

Situata a soli 20 km dalla capitale, questa piccola cittadina è una delle migliori mete per una gita fuori porta nei dintorni di Lubiana, ma è anche una piacevole destinazione dove fermarsi per qualche giorno se si ama la natura e si desidera scoprire un angolo meno conosciuto del Paese.

Noi abbiamo alloggiato qui per tre giorni durante uno dei nostri viaggi in terra slovena e possiamo assicurarti che nelle vicinanze ci sono tantissimi luoghi che meritano di essere visitati!

Ecco, allora, qualche consiglio per visitare Kamnik e i suoi dintorni.

CONSIGLI PER ORGANIZZARE LA TUA VACANZA A KAMNIK IN SLOVENIA!

🏨 PRENOTA IN ANTICIPO IL TUO HOTEL A KAMNIK per organizzare il soggiorno con calma e scegliere la sistemazione più adatta alle tue esigenze.

🚘 Durante un soggiorno a Kamnik l’auto è molto utile per esplorare i dintorni, se non disponi della tua PUOI NOLEGGIARNE UNA QUI.

📝 STIPULA UN’ASSICURAZIONE DI VIAGGIO per evitare spiacevoli problemi in caso di incidenti o per tutelarti nell’eventualità in cui si renda necessario annullare la vacanza. Attraverso il link che ti abbiamo segnalato avrai diritto al 10% di sconto sulla polizza!

📖 ACQUISTA LA GUIDA LONELY PLANET DELLA SLOVENIA, troverai tantissime informazioni utili per organizzare al meglio il tuo viaggio!.

1 – Il borgo medievale di Kamnik

panorama da mali grad, tra i consigli su cosa vedere a kamnik

Panorama dal Mali Grad.

Tra le tante cittadine che abbiamo visitato in Slovenia, Kamnik è sicuramente una di quelle che più ci è rimasta nel cuore.

Vissuta e vivace durante il giorno, dopo cena cambia volto e tra le sue strade acciottolate regna un silenzio che invita a passeggiare godendosi qualche attimo di tranquillità.

Il suo centro storico è ancora perfettamente conservato e racconta una storia che risale almeno all’XI secolo.

Per moltissimo tempo la città è stata un florido centro economico e a lungo è stata anche la residenza dei duchi Andechs della Baviera tedesca.

Successivamente, a causa della creazione di nuove arterie stradali e del conseguente spostamento delle rotte commerciali, Kamnik ha perso il suo ruolo di primaria importanza, ma ha continuato a conservare e preservare il suo patrimonio storico, architettonico e culturale.

Durante una visita a Kamnik, allora, vale la pena prendersi un po’ di tempo per esplorare con calma il centro e scoprirne i suoi punti di interesse principali.

Šutna, tra i consigli su cosa vedere a kamnik

Šutna.

5 cose da vedere nel centro di Kamnik assolutamente

  • Mali Grad. Situato su uno sperone di roccia nei pressi della piazza principale, il Mali Grad (letteralmente il “piccolo castello”) è uno dei punti migliori da cui godersi una vista panoramica sulla città e sulle montagne circostanti. Dell’antico edificio è andato quasi tutto perduto, tranne la cappella romanica che è diventata uno dei simboli più riconoscibili di Kamnik.
  • Monastero Francescano. All’interno del complesso si trovano due veri e propri gioielli nascosti. La prima è senza dubbio la biblioteca con i suoi oltre 10.000 volumi tra cui incunaboli e testi antichi. La seconda è l’adiacente chiesa di San Giacomo al cui interno è possibile ammirare la Cappella del Santo Sepolcro. Quest’ultima fu costruita nel 1952 dal celebre architetto sloveno Jože Plečnik e ricca di simbolismi.
  • Šutna. La via principale del centro storico che è fiancheggiata da curatissime case ed edifici antichi tra cui spicca l’abitazione natale di Rudolf Majstr, importantissima figura della storia slovena. Qui troverai ancora diversi negozi e botteghe di artigianato locale e la splendida Chiesa dell’Immacolata.
  • Castello Zaprice. Eretto nel XVI e poi restaurato nel XVIII secolo, il castello Zaprice oggi ospita il Museo Regionale di Kamnik di cui ti parleremo tra qualche riga.
  • Stari Grad. Il “vecchio” castello si trova poco fuori dal centro storico, dall’altra parte del fiume, posizionato sopra a una collina. Dell’antico edificio, menzionato per la prima volta nel 1202, rimangono solo alcune rovine da cui potrai goderti il panorama su Kamnik e sui villaggi circostanti.

Curiosità. Una delle leggende più famose legate a questa città è quella della Veronika di Kamnik. Si narra che la donna, una ricca e orgogliosa nobile che viveva nel castello di Mali Grad, un giorno ricevette la visita di alcuni abitanti del posto che le domandarono un’offerta per la costruzione di una nuova chiesa. Veronika li cacciò in malo modo urlando che si sarebbe trasformata in un serpente piuttosto che dare loro dei soldi per il progetto. Fu così, proprio in quel momento, che la donna mutò e diventò per metà un rettile mentre la terra si apriva facendola scomparire per sempre. Pare che ancora oggi, guardando bene, nei pressi dell’antica fortezza sia possibile vedere il buco che inghiottì Veronika!

2 – Kamnik Regional Museum

Come accennavamo qualche riga fa, all’interno del Castello Zaprice ha sede il Kamnik Regional Museum, una tappa interessante per approfondire la storia e la cultura della regione.

Oltre a essere una bella occasione per esplorare le stanze dell’edificio, entrare all’interno del museo ti darà la possibilità di ammirare diverse collezioni storiche ed etnologiche che coprono un periodo che va dalla preistoria al XX secolo.

Il museo, ad esempio, ospita una sezione che illustra la vita nella città di Kamnik e nei suoi dintorni dai primi ritrovamenti paleontologici fino al XIX secolo e una mostra permanente dedicata agli usi e i costumi delle Alpi di Kamnik e della Savinja. Quest’ultima è molto interessante e comprende un focus particolare su Velika Planina, il più grande altopiano alpino della Slovenia. Un’altra esposizione interessante è quella dedicata ai mobili di Thonet. In questo caso potrai approfondire la storia e l’ingegno dell’ebanista che trasformò la produzione di mobili da artigianale a industriale.

Personalmente, comunque, riteniamo che una delle attrazioni più suggestive del Kamnik Regional Museum sia il museo all’aria aperta situato dietro al castello. Qui, infatti, si trova il parco etnografico dei granai della valle Tuhinjska dolina che ospita edifici e costruzioni risalenti ai secoli XVIII e XIX tra cui granai ben conservati, essiccatoi di frutta, un mulino e una fontana. Insomma, un vero e proprio salto indietro nel tempo per avere uno sguardo sulla vita contadina!

Per informazioni aggiornate sugli orari di apertura e i prezzi dei biglietti, ti invitiamo a visitare il sito ufficiale del museo.

3 – Volčji Potok Arboretum

Volčji Potok Arboretum, tra i consigli su cosa vedere a kamnik

Volčji Potok Arboretum.

Tra i consigli su cosa vedere a Kamnik, non può di certo mancare il Volčji Potok Arboretum, un’oasi di pace situata a pochi chilometri dal centro città.

Per quanto ci riguarda è stata in assoluto una delle attività più belle fatte in zona e nonostante sia passato un po’ di tempo da quella visita, la ricordiamo spesso e con piacere.

Si tratta del parco botanico più visitato della Slovenia e fu fondato nel XIX secolo. Oggi questa grande area verde si estende su una superficie di 85 ettari e ospita oltre 3.500 specie di piante provenienti da tutto il mondo.

Qui ci si viene per passeggiare, per rilassarsi e per ammirare i curatissimi giardini tematici come i magnifici giardini francese e inglese.

Qua e là, inoltre, ci sono laghetti e torrenti abitati da oche e papere che rendono l’atmosfera ancor più fiabesca.

L’Arboretum, inoltre, organizza diversi eventi tematici e mostre di fiori stagionali.

Il parco è aperto tutto l’anno e ogni stagione è caratterizzata da qualcosa di unico.

Se la primavera è il momento della fioritura di ben due milioni di tulipani, in estate sbocciano rododendri, rose e ninfee. In autunno, invece, il parco si trasforma in un mosaico di foglie dorate. Durante l’inverno, infine, il paesaggio assume un fascino tranquillo e silenzioso reso ancor più magico in caso di una spettacolare nevicata!

Una delle cose che più ci ha stupiti è stato notare come questo luogo non sia una semplice attrazione turistica, ma un luogo davvero vissuto dagli abitanti del posto. Durante la nostra passeggiata abbiamo incontrato persone che facevano jogging, altre che leggevano un libro all’ombra di un albero e tantissimi nonni con i nipoti nella grande area giochi… insomma, Volčji Potok non è il classico giardino botanico, ma qualcosa di più!

Per conoscere prezzi e orari di apertura aggiornati, visita il sito ufficiale del Volčji Potok Arboretum.

4 – Valle del Kamniška Bistrica

Kamniska Bistrica, tra i consigli su cosa vedere a kmanik

Kamniska Bistrica.

Il Kamniška Bistrica, il fiume che attraversa la città di Kamnik, nasce nelle montagne e scorre per 33 chilometri prima di confluire nel fiume Sava.

La corsa dell’acqua, con il passare delle epoche, ha creato angoli naturali di una bellezza unica, difficile da descrivere con le sole parole, che meritano di essere scoperti e vissuti.

Se ami la natura e le attività all’aria aperta, allora, ti consigliamo vivamente di segnarti questi luoghi lungo la Valle del Kamniška Bistrica:

  • Sorgente del fiume Kamniška Bistrica. La sorgente principale del fiume è una delle attrazioni più suggestive della valle. Qui l’acqua limpida sgorga dalle rocce creando una sorta di laghetto naturale dove in estate è piacevole rinfrescarsi piedi e gambe.
  • Gola Veliki e Mali Predaselj. Non lontano dalla sorgente il fiume crea queste due gole strette e profonde particolarmente suggestive e impressionanti (il rumore dell’acqua è davvero fortissimo!). La gola Veliki Predaselj raggiunge una profondità di 30 metri, mentre la Mali Predaselj arriva a 15 metri. Se vuoi venire da queste parti, ricordati di indossare le calzature adatte: il terreno è quasi sempre molto scivoloso!
  • Cascata Orglice. Alta circa 30 metri, questa cascata è una delle attrazioni più famose delle zona. Il suo nome sembrerebbe derivare dal suono, simile a quello della fisarmonica (orglice in sloveno), che l’acqua emette durante la piena. Altri, però, lo associano alle aquile (orli in sloveno) che in passato nidificavano proprio qui.
  • Sentiero Koželj. Un bellissimo percorso che attraversa quasi tutta la valle partendo da Zgornje Stranje e terminando presso il Planinski dom, alla sorgente del fiume.

5 – Velika Planina

villaggio pastori a velika planina in slovenia

Velika Planina.

Velika Planina è il posto più bello in assoluto da visitare mentre si è a Kamnik e uno dei luoghi più incredibili di tutta la Slovenia.

Una volta arrivato fin su, credici, sarà difficile andar via. Lasciare un luogo in cui la natura e l’uomo vivono ancora in maniera così armonica, è difficilissimo!

Questo vasto altopiano situato nelle Alpi di Kamnik e della Savinja è famoso per essere uno dei villaggi di pastori più grandi e meglio conservati d’Europa.

Durante l’estate i pastori portano il bestiame fin qua su per farlo pascolare, mentre in inverno l’altopiano si trasforma nel luogo perfetto per lo sci di fondo e per piacevoli passeggiate con le ciaspole.

Per raggiungerlo è possibile utilizzare la funivia (distante circa 15 minuti di auto da Kamnik) e poi continuare il percorso con una seggiovia o, se ami camminare, attraverso un sentiero ben segnalato.

All’arrivo lo spettacolo è letteralmente mozzafiato…  e non stiamo esagerando! Noi siamo rimasti parecchio tempo fermi immobili ad ammirare quello che sembrava uno scenario di un film: i grandi pascoli, le mucche libere e le capanne dei pastori con i tetti in legno di abete sono così autenticamente belli che sembrano quasi finti!

Il villaggio dei pastori, che conta circa 140 capanne, è sicuramente il motivo principale per raggiungere Velika Planina. Qui potrai visitare la piccola Cappella della Madonna della Neve e il Museo Preskar che racconta la storia e le tradizioni locali.

Un altro dei motivi per cui ti consigliamo di salire fin lassù, comunque, è legato alla nostra inguaribile golosità che, speriamo, possa contagiare anche te.

I pastori, infatti, offrono ai visitatori la possibilità di pranzare direttamente nelle loro capanne con prodotti caseari freschi.

Tra le specialità da assaggiare ci sono il famosissimo formaggio trnič, che un tempo i malgari regalavano alle proprie fidanzate e mogli in segno del proprio amore, e un piatto particolarissimo (adatto soprattutto a chi ama sperimentare) che si compone di latte acido e polenta di grano saraceno.

cosa mangiare velika planina: latte acido e polenta grano saraceno

Latte acido e polenta di grano saraceno.

Oltre alle capanne dei pastori, comunque, a Velika Planina ci sono anche un paio di ristoranti  dove potrai assaggiare la jota, la zuppa d’orzo, il gulasch e la salsiccia carniolana.

Noi ci siamo fermati dal pastore… anche perché quando ricapita un’occasione simile?!

Prima di concludere questo capitolo dedicato a Velika Planina, ci teniamo a segnalarti che per vivere un’esperienza davvero indimenticabile è anche possibile pernottare nelle tradizionali capanne dei pastori. Alcune di queste, infatti, sono state adattate per accogliere i visitatori e oggi sono diventati veri e propri chalet nei quali godersi la bellezza e la pace di questo luogo quando in giro non c’è più nessuno.

Lo Chalet Velika Planina-I FEEL ALPS, ad esempio, è uno dei più belli e curati e include anche una sauna!

→ Per approfondire ti consigliamo di leggere la nostra guida completa per visitare Velika Planina.

6 – Terme Snovik

Terme di Snovik. Foto da Booking.com.

Terme di Snovik. Foto da Booking.com.

Se durante la tua vacanza desideri ritagliarti un po’ di tempo da dedicare al relax e al benessere, sappi che a soli 15 minuti di auto da Kamnik si trovano le Terme Snovik.

Si tratta del complesso termale più alto della Slovenia ed è situato nella pittoresca Valle di Tuhinj circondata dalle Alpi di Kamnik e della Savinja

Le terme ospitano due grandi piscine (una interna riscaldata a 32°C e una esterna con temperatura variabile tra 26°C e 28°C) alimentate con acqua termale naturale ricca di minerali benefici come calcio e magnesio.

Inoltre potrai approfittare di una serie di trattamenti wellness tra cui massaggi, saune (turca, finlandese e ghiacciata) e terapie per il viso e il corpo.

Imperdibile è il percorso Kneipp di circa 3 km: un vero e proprio itinerario capace di risvegliare i sensi e ricaricare le energie!

Prenota QUI la tua esperienza Kneipp alle Terme Snovik!

Se viaggi con dei bimbi non ci sono problemi. I bambini sono i benvenuti e nella piscina esterna ci sono diversi scivoli dove i più piccoli possono divertirsi!

Se sei ancora alla ricerca di un alloggio in zona, sappi che le Terme Snovik offrono anche un complesso di appartamenti situato proprio sopra il centro termale. Può essere una buona idea se desideri approfittare del tuo soggiorno a Kamnik per ricaricare le pile e dedicarti un po’ al benessere personale.

7 – Menina Planina

Tra i consigli su cosa vedere a Kamnik e dintorni inseriamo anche Menina Planina, un altopiano prealpino raggiungibile in circa 45 minuti di auto da Kamnik.

Si tratta di una destinazione perfetta per gli appassionati di escursionismo e trekking perché in zona si snodano numerosi sentieri di varia difficoltà.

Tra gli ampi pascoli, le foreste secolari e le particolarissime formazioni carsiche, come doline e grotte, Menina Planina è sicuramente un luogo tutto da scoprire.

Uno dei punti più interessanti in assoluto è la Grotta Jespa, una dolina profonda 30 metri che conserva neve e ghiaccio durante tutto l’anno. Se cerchi una meta più tranquilla e rilassante, invece, ti suggeriamo di raggiungere il Lago Biba, un piccolo lago di colore scuro protetto come monumento naturale.

Menina Planina è accessibile in auto solamente fino a Dom na Menina Planina dove troverai un ottimo rifugio dove gustare i piatti della tradizione. Da lì, poi, si prosegue a piedi attraverso sentieri adatti a qualsiasi tipo di escursionista (ci sono percorsi in piano adatti anche ai passeggini e alle famiglie, non preoccuparti!).

Se te la senti, sappi che dal rifugio parte una camminata di circa 15 minuti (in salita) che conduce alla vetta Vivodnik, a 1.508 metri d’altezza. Una volta arrivato in cima, la vista è spettacolare!

8 – Logarska Dolina e Cascata Rinka

logarska dolina, uno dei parchi naturali della slovenia più belli

Logarska Dolina.

La Logarska Dolina è una delle valli glaciali più belle d’Europa, si trova a circa un’ora di auto da Kamnik ed è stata dichiarata Parco Paesaggistico nel 1987.

Si tratta di un paradiso per gli amanti delle attività all’aperto, ma è anche una bellissima destinazione per trascorrere una giornata immersi nel verde lontano dal trambusto della città.

Tra i parchi naturali della Slovenia, questo secondo noi è uno dei più affascinanti. Non dimenticheremo mai il momento in cui abbiamo raggiunto la valle incontrando la Cappella di Cristo Re sotto la quale, quasi a sorvegliare la strada, pascolava una mandria di mucche Highlander… ci è sembrato di essere stati catapultati all’interno di una favola e di essere letteralmente finiti in Scozia!

La Logarska Dolina è il posto perfetto per praticare escursionismo, ciclismo, equitazione e persino godersi un vero e proprio safari fotografico per catturare con l’obiettivo gli animali nel loro ambiente naturale.

Se ami camminare, ma non vuoi impegnarti in sentieri troppo complicati, uno dei percorsi più belli è il Pot po Logarski. Questo percorso naturale ed etnografico permette di scoprire alcuni degli angoli più affascinanti del parco.

Tra i punti più spettacolari della Logarska Dolina, inoltre, c’è la Cascata Rinka.

cascata rinka nella logarska dolina, uno dei parchi naturali della slovenia più belli

Cascata Rinka.

Con i suoi 90 metri di altezza, è una delle cascate a caduta libera più alte della Slovenia: lo spettacolo è impressionante, sia visto dall’alto, sia visto dal basso. Il rumore dell’acqua è così fragoroso da mettere soggezione!

La cascata è raggiungibile tramite un sentiero ben segnalato che conduce al rifugio Frischaufov dom na Okrešlju.

Sappi che anche durante l’inverno la valle è splendida e si trasforma in una destinazione ideale per lo sci di fondo, lo sci alpino e l’arrampicata su cascate ghiacciate. Se capiti in zona in quel periodo, non farti frenare!

Prima di concludere ci teniamo a dirti che l’ingresso in auto alla valle è a pagamento. Il biglietto, infatti, contribuisce alla manutenzione e alla protezione di questo prezioso ambiente naturale. Il costo vale sicuramente l’esperienza.

9 – Jezersko

Jezersko, tra i consigli su cosa vedere a kamnik e dintorni

Jezersko.

L’ultimo consiglio di questa breve guida dedicata a cosa vedere a Kamnik e dintorni è Jezersko. La sua splendida valle, seppur meno conosciuta rispetto a quella più celebre di cui abbiamo appena parlato, è davvero affascinante.

Questo vero e proprio gioiello nascosto tra le maestose Alpi di Kamnik e della Savinja è una meta che si raggiunge in circa un’ora da Kamnik. Il nostro consiglio è quello di fare come abbiamo fatto noi e organizzare un giro ad anello che dalla Logarska Dolina passa attraverso l’Austria per ritornare in Slovenia.

Dobbiamo ammettere che noi non saremmo mai arrivati fin qui se non fosse stato per il padrone di casa dell’appartamento in cui alloggiavamo a Kamnik che ci ha raccomandato più e più volte di raggiungere il Planšarsko Jezero.

Questo piccolo lago a forma di cuore fu creato dagli abitanti locali in memoria di un grande lago glaciale e oggi è un luogo di pace e tranquillità dove sedersi a contemplare la bellezza della natura. Siediti al bar, ordina un caffè e goditi il momento!

Se avrai più tempo da trascorrere in zona, inoltre, ti consigliamo di goderti una passeggiata rilassante alla sorgente del ruscello Jezernica che sgorga nella valle glaciale di Ravenska Kočna e poi scorre vino al Planšarsko Jezero: ti sembrerà di essere in un bosco incantato!

Cosa mangiare a Kamnik

Se anche tu, come noi, quando viaggi non puoi fare a meno di assaggiare i piatti della cucina locale, sappi che Kamnik vanta una ricca tradizione culinaria che di certo non ti deluderà!

Tra i prodotti più famosi c’è senza ombra di dubbio il formaggio Trnič di cui abbiamo già parlato nel paragrafo dedicato a Velika Planina. Questo formaggio a pasta dura viene realizzato con ricotta, panna e sale e viene decorato con ornamenti particolari. Tradizionalmente, infatti, i pastori lo donavano alle loro amate come simbolo d’amore e fedeltà.

Oltre al Trnič, comunque, ci sono anche altri piatti e prodotti che ti suggeriamo di assaggiare. Eccone alcuni:

  • Trota di Tuhinje. Allevata nella valle di Tuhinje viene preparata in vari modi tra cui, il più classico, è sulla griglia.
  • Kamniška kajžerca. Una salsiccia precotta simbolo della tradizione locale che un tempo veniva prodotta dal macellaio Podgoršek e che oggi è realizzata dalla ditta Meso Kamnik.
  • Stufato di selvaggina “Firštov”. Uno stufato di selvaggina legato alla tradizione di caccia nella regione di Kamniška Bistrica.
  • Rušovc. Una grappa di germogli e pigne di pino mescolata con zucchero e miele che viene lasciata maturare al sole per due mesi.
  • Birra. Kamnik ha una bellissima tradizione legata a questa bevanda e noi lo abbiamo scoperto ancora una volta grazie al padrone di casa dell’appartamento in cui soggiornavamo che ci ha regalato alcune bottiglie della Birreria Mali Grad. Per conoscere anche le altre realtà, dai un’occhiata sul sito ufficiale dell’Ente del Turismo!

Dove dormire a Kamnik

Se hai deciso di fermarti per qualche giorno a Kamnik in Slovenia per esplorarne il piccolo centro medievale e i bellissimi dintorni, allora probabilmente vorrai qualche dritta su dove dormire.

Personalmente ti suggeriamo ABC apartments, l’alloggio che abbiamo scelto per i nostri tre giorni in città.

Rok, il proprietario, è davvero una persona cordiale e gentile pronta a dare un sacco di consigli sui luoghi più belli da vedere, sulle attività migliori da fare e su dove mangiare nei dintorni.

Noi avevamo scelto l’appartamento B, molto spazioso, con una cucina completamente attrezzata e con un piccolo, ma carinissimo balcone affacciato sul giardino dove la sera è davvero piacevole sorseggiare un bicchiere di vino o una birra.

Se questa soluzione non è disponibile o non fa per te, prova a curiosare tra le offerte su Booking.com, la piattaforma che anche noi utilizziamo sempre per prenotare le sistemazioni per i nostri viaggi.



Booking.com

Come arrivare a Kamnik

Kamnik è facilmente raggiungibile sia dall’Italia, sia dalla capitale slovena. Vediamo le opzioni migliori.

Dall’Italia

  • In auto. Se parti dall’Italia, il percorso più comune è attraverso l’autostrada A4 in direzione di Trieste. Una volta entrato in Slovenia dovrai seguire le indicazioni per l’autostrada A1 verso Lubiana, prendere l’uscita per Kranj e seguire le indicazioni per Kamnik. Il viaggio da Trieste a Kamnik dura circa due ore e mezza.
  • In treno e autobus. In alternativa è possibile prendere un treno dall’Italia fino a Lubiana con collegamenti disponibili da diverse città italiane come Trieste, Venezia e Milano. Da Lubiana, ci sono autobus e treni regolari che collegano la capitale a Kamnik. Il viaggio in autobus da Lubiana a Kamnik dura circa 45 minuti.
  • In aereo. L’aeroporto più vicino a Kamnik è l’Aeroporto di Lubiana (Jože Pučnik Airport). Dall’Italia, ci sono voli diretti per Lubiana da diverse città italiane. Dall’aeroporto, poi, potrai noleggiare un’auto o prendere un taxi per Kamnik che dista circa 15 km.

Da Lubiana

  • In auto. Kamnik si trova a soli 25 km a nord di Lubiana ed è raggiungibile attraverso l’autostrada A1 verso Kranj per poi seguire le indicazioni per Kamnik. Il viaggio dura circa 30 minuti.
  • In treno. C’è un servizio ferroviario regolare da Lubiana a Kamnik che impiega circa 45 minuti per arrivare a destinazione. La stazione ferroviaria di Kamnik è situata vicino al centro della città.
  • In autobus. Gli autobus partono dalla stazione degli autobus di Lubiana e il viaggio dura circa 45 minuti. Gli orari sono piuttosto frequenti.

Speriamo che i nostri suggerimenti su cosa vedere a Kamnik possano esserti utili per organizzare al meglio il tuo viaggio.

Per qualsiasi domanda o dubbio, lasciaci un commento o scrivici attraverso il form nella pagina CONTATTI: se saremo in grado di aiutarti, ci farà davvero molto piacere!

Se come noi ami ancora la carta, scopri quali sono le migliori guide della Slovenia per avere sempre a portata di mano consigli e itinerari: noi abbiamo la guida della Lonely Planet e la adoriamo!

Crediti Fotografici: Le immagini non contrassegnate dal logo di Viaggi che mangi e lì dove non espressamente indicato sono state gentilmente fornite dal partner Depositphotos.

In questo articolo potrebbero essere presenti link affiliati. Ciò significa che, senza assolutamente alcun costo aggiuntivo per te, potremmo ricevere una piccola commissione in caso decidessi di fare acquisti attraverso di essi. Questo aiuta a supportare il nostro lavoro e ci permette di continuare a fornirti contenuti di valore e gratuiti. Grazie di cuore per il tuo sostegno!

Lasciaci un commento