Cosa vedere a Milos: spiagge e consigli utili

di Selene Scinicariello
Le tipiche casa syrma di Mandrakia a Milos.

L’isola di Milos è capace di stupire e i suoi colori sono indimenticabili. In questo post provo a darvi qualche consiglio sulle migliori spiagge di Milos e su ciò che dovreste assolutamente vedere durante il vostro soggiorno sull’isola. Prima, però, voglio raccontarvi la nostra esperienza.

 

L’isola di Milos: la nostra esperienza

 

Il nostro impatto con l’isola non è stato immediatamente dei migliori ed è per questo che, prima di iniziare a raccontarvi cosa vedere a Milos e a suggerirvi quali sono le spiagge migliori, voglio raccontarvi la nostra esperienza personale.

 

UN ARRIVO UN PO’ TRAUMATICO

Siamo arrivati sull’isola di Milos in piena notte.

Il traghetto della Seajet che doveva partire alle 18 dall’isola di Sifnos, infatti, non era arrivato prima delle 21.

Così, a Kamares, ci siamo abbuffati delle tipiche polpette greche, le Keftedes, fatte di ceci, zucchine e melanzane, accompagnandole da bicchieri traboccanti Retsina (il tipico vino bianco greco aromatizzato alla resina di pino).

Arrivati a Milos, ancora pieni e allegri, le luci dei locali del porto di Adamantas (o Adamas) ci hanno subito fatto capire che quest’isola sarebbe stata davvero molto diversa da quella da cui venivamo.

Il giorno successivo i nostri sospetti sembravano ormai una realtà.

 

INTOPPI VARI

I problemi della prima mattina erano iniziati quando, alle 10, orario pattuito con la signora che ci affittava la camera, il quad che avevamo affittato ancora non era pronto.

Dopo quasi un’ora di attesa decidemmo di andare a prendere un caffè… ma proprio nell’istante in cui facevamo il primo sorso, la signora, quasi arrabbiata, ci “invitava” a tornare immediatamente indietro perché il quad era arrivato.

La calma che avevamo portato con noi da Sifnos stava cominciando a svanire.

Sbrigate le procedure, finalmente salimmo sul quad, pronti a dimenticare l’inconveniente e a scoprire la nuova isola!

Purtroppo, però, ci accorgemmo quasi subito che il mezzo aveva dei problemi: le gomme tiravano da una parte e la guida risultava davvero pericolosa.

Decidemmo, perciò, di andare al negozio e di parlare con i gestori. Questi, dopo qualche controllo, ammisero che “si c’è qualche problema, ma non è pericoloso guidarlo“. Non ci lasciammo convincere e dopo aver insistito per almeno 10 minuti perché ci venisse cambiato, all’alba di mezzogiorno, riuscimmo finalmente a cominciare la nostra settimana a Milos!

Ammetto che questo inizio “traumatico” ha condizionato i nostri primi giorni sull’isola di Milos: volevamo tornare indietro, ritornare a Sifnos e ricominciare a sentire il ragliare dell’asinello che, ormai, aspettavamo di veder passare alla finestra ogni mattina e ogni sera!

Milos è assolutamente diversa da Sifnos: è molto più grande, i chilometri da percorrere per spostarsi da una spiaggia all’altra sono tanti, i turisti sono numerosi, parecchi sono italiani, e la gente locale sembra un po’ stressata da questa presenza consistente di stranieri, il che li rende non sempre ospitali.

Sarà anche che in quei primi giorni batteva un vento fortissimo che ci rendeva, forse, un po’ più intolleranti!

 

TROVARE LA PACE SULL’ISOLA DI MILOS IN CATAMARANO

La vera pace l’abbiamo trovata solamente il giorno in cui abbiamo deciso di fare il giro dell’isola in catamarano con un tour organizzato.

Ecco, da lì abbiamo davvero riscoperto l’isola di Milos.

 

Cosa vedere a Milos: 3 cose da fare assolutamente

 

Ecco, questa è stata la nostra esperienza e ora possono iniziare a darvi qualche consiglio su cosa vedere a Milos. Inizio con 3 suggerimenti che dovreste proprio seguire se vorrete goderti l’isola in tutto il suo splendore!

 

1. Visitare l’isola di Milos in catamarano

 

La bellezza dell’isola sta nelle sue rocce, nei colori della sua terra, nelle sfumature del suo mare. La bellezza di Milos sta nel rumore del vento e nel silenzio delle moltissime spiagge ancora incontaminate.

Fate il giro dell’isola di Milos e fatelo con un catamarano!

Il mare sarà lì, pronto a venirvi addosso e a bagnarvi ad ogni onda, ricordandovi che Milos è un’isola, un’isola sferzata dal vento e dalle onde. Un’isola di origine vulcanica, dove la terra che vedrete passare davanti a voi è ricca e secca allo stesso modo e saranno gli scogli lavici o le miniere di zolfo a ricordarvelo, questa volta.

 

rocce_laviche_milos

Rocce laviche, Milos

 

Scegliete un catamarano, perché a bordo sarete pochi e riuscirete non solo a conoscere nuove persone e nuove storie, ma anche a godervi la pace dei posti che vedrete, a tuffarvi senza problemi e ad ammirare i panorami senza dovervi sbracciare.

 

2. Osservare un tramonto sull’isola di Milos

Ecco che allora, capita l’isola e presa coscienza del fatto che è grande e i turisti sono tanti, Milos si mostra in tutta la sua bellezza.

L’isola di Milos è i suoi colori e le pietre che sbrilluccicano sotto i bollenti raggi del sole.

Milos è la polvere che si alza dalle strade sterrate mentre passi con il quad e il vento non è dalla tua parte.

Quest’isola è l’acqua calda che esce dalle sorgenti sottomarine e i suoi magnifici tramonti.

Qui, infatti, ho visto alcuni dei tramonti più belli della mia vita: ogni sera correvamo sul balcone dell’appartamento che avevamo affittato e davanti ad un bicchiere di ouzo ci godevamo il tramonto su Plaka!

 

LA MAGIA DI DUE TRAMONTI IN UN SOLO GIORNO

È stato in conclusione del giro in catamarano che abbiamo visto un tramonto straordinario, anzi due!

Voi avete mai visto due tramonti in uno stesso giorno?

È incredibile vedere il sole che scompare e poi, dopo qualche minuto rivederlo comparire e di nuovo svanire. Anche se sapevamo che era un effetto ottico, che era la barca che si spostava, vi assicuro che l’emozione del doppio tramonto non la dimenticheremo mai!

 

tramonto_milos

Tramonto dal catamarano, Milos

 

3. Perdersi in quad sull’isola di Milos

Milos non è solo turisti e, se ti allontani dai centri, intorno a te non ci sarà altro che il nulla: la terra brulla e un’infinità di caprette che brucano o si guardano intorno dall’alto di un muretto.

Sarà facile vederle attraversare la strada guidate dal pastore e da un cane che non avrà problemi a ringhiarti addosso mentre provi anche solo a fotografarle!

 

strade:caprette_milos

Caprette per le strade di Milos

 

Vagare per Milos è divertente e cambiare spiaggia in continuazione, passare dai sassolini alla sabbia, dal vento al mare piatto come una tavola, dal giallo dello zolfo al rosa, rosso o verde delle rocce è unico ed indimenticabile.

 

Le spiagge dell’isola di Milos: quali scegliere

Eccoci arrivati, dunque, al capitolo “dove andare al mare”. Le spiagge a Milos sono tantissime (oltre 75): provo a consigliarvene alcune.

 

Le spiagge dell’isola di Milos per gli amanti della tranquillità

 

Queste che vi elenco di seguito sono alcune delle spiagge migliori se siete alla ricerca di un po’ di tranquillità.

 

Papikinou

Papikinou è una spiaggia ad un chilometro ad est di Adamas, calma e tranquilla con tanti alberi alle spalle per l’ombra. Questa spiaggia è molto adatta alle famiglie.

 

Firopotamos

Firopotamos è spiaggetta in un piccolo centro abitato, contornata dalle caratteristiche syrma (coloratissime casette o depositi per le barche), dove il fondale, se vi piace lo snorkeling, è davvero interessante.

 

Paleochori

Paleochori è una spiaggia di piccoli sassolini, l’acqua è calda e se avete la maschera non dimenticatevi di fare un tuffo sott’acqua per vedere le simpatiche bollicine che escono dalle sorgenti termali!

 

paliochori_milos

Paliochori beach, Milos

 

Firiplaka

Firiplaka è una tranquillissima e lunga spiaggia di sabbia bianca contornata da rocce sfumate di rosa.

 

firiplaka_milos

Firiplaka, Milos

 

Provatas

Provatas è una bellissima spiaggia di sabbia finissima, assolutamente perfetta per le famiglie.

 

Agios Sostis

Agios Sostis è una spiaggia di sabbia dorata dal mare limpidissimo (da far invidia ai Caraibi!).

 

Le spiagge dell’isola di Milos per i desiderosi di avventure

 

Queste altre spiagge di Milos che ti consiglio sono indicate per i giovani o per chi è disposto a faticare un po’ per raggiungere angoli e ammirare scorci davvero unici!

 

Sarakiniko

Sarakiniko si raggiunge a piedi tramite una ripida discesa. La dura roccia bianca conferisce a questo luogo un aspetto lunare, unico nel suo genere (forse comparabile alla Scala dei Turchi in Sicilia). Le rocce sono perfette per gli amanti dei tuffi. Ricordatevi la crema solare: il bianco riflette!

Noi purtroppo non siamo riusciti a fare il bagno qui perché il vento da nord per i primi giorni era davvero troppo forte e il mare in tempesta. Siamo riusciti, però, a goderne la bellezza grazie al giro in catamarano.

 

sarakiniko_Milos

Sarakiniko, Milos

 

Papafragas

Papafragas è una lingua di acqua che entra tra le rocce tramite un ponticello naturale di pietra.

 

DSCF4409

 

Tsigrado

Tsigrado è una piccolissima spiaggetta, sempre affollata, ma dal mare cristallino. Per raggiungerla bisogna attraversare un intaglio nella roccia aiutandosi con una corda (io mi sono arresa e ho lasciato perdere, lo ammetto!).

 

 

Paliorema

Paliorema si trova dove una volta sorgevano le miniere di zolfo, oggi abbandonate. Per arrivarci bisogna fare più di mezz’ora di sterrato. Noi siamo arrivati in cima, poi abbiamo deciso di tornare indietro: il pezzo finale non ci piaceva e farlo a piedi era da pazzi sotto il sole cocente.

 

 

Le spiagge dell’isola di Milos raggiungibili solo dal mare

 

Queste ultime spiagge di Milos sono raggiungibili solo dal mare. Potrete quindi vederle se deciderete di affittare una barchetta o se, come vi suggerivamo, sceglierete di fare un giro in barca.

 

Kleftiko e Sykia

A Kleftiko e Sykia troverai un’acqua cristallina circondata da formazioni rocciose di incredibile bellezza. La baia, un tempo covo di pirati, è il posto migliore per fare snorkeling!

 

Kleftiko_Milos

Kleftiko, Milos

 

Gerakas

Gerakas è una spiaggia bianca, di minuscoli sassolini che si staccano dalla parete di roccia che si trova alle spalle, formando degli scivoli di terra. Camminando ogni tanto sentire bruciare i piedi: sono le sorgenti termali e le temperature sono altissime.

 

gerakas_milos

Gerakas Beach, Milos

 

Elencare tutte le spiagge è davvero impossibile, io vi ho presentato quelle che abbiamo visitato noi e che ci sono piaciute di più.

 

Visitare l’isola di Kimolos

Spostandovi dall’isola di Milos per una giornata vi consiglio di fare un salto alla vicina isola di Kimolos.

I traghetti partono da Pollonia ogni giorno (tranne in caso di tempesta) e il costo del biglietto è di circa 2 euro per le persone e 5 per i mezzi più piccoli.

L’isola di Kimolos è luogo di pace e tranquillità.

La superficie dell’isola è di soli 53 km² ed è abitata da poco più di 750 persone.

Partite presto la mattina, perché l’ultimo traghetto del ritorno parte intorno alle 18 e Kimolos va visitata con calma.

 

Kimolos

Kimolos

 

Noi, arrivati sull’isola, siamo stati subito fermati da un signore di una certa età che con un greco misto ad inglese cercava di dirci qualcosa che, purtroppo, non abbiamo capito.

Tra le rughe di una pelle bruciata dal sole si intravedevano degli occhietti vispi che ci scrutavano, incuriositi dal nostro essere foresti.

Chissà quante storie aveva da raccontarci quel signore!

Dopo un saluto sorridente ci siamo avviati alla spiaggia più famosa dell’isola: Prassa.

 

Cosa fare a Kimolos

Andate a Prassa a farvi un bagno! Stendete l’asciugamano su quell’incredibile sabbia bianca e tuffatevi nella fredda acqua turchese che vi si para davanti!

Per arrivare alla spiaggia godetevi il paesaggio incontaminato che vi circonda e salutate gli asini che incontrerete e che vi guarderanno incuriositi!

 

 

Non dimenticate di fare un salto a Chorio, l’unico vero paese di Kimolos. Perdetevi tra i sui vicoli. Ascoltate i rumori che provengono dalle case, le risate dei bambini e le forchette che si muovono sui piatti all’interno dei piccoli ristoranti.

Se non siete stanchi di mare, fate un salto a Karas: alcuni scogli che affacciano su una bellissima acqua cristallina.

Qui i tuffi sono d’obbligo e la maschera anche!

 

Karas_beach_Kimolos

Karas beach, Kimolos

 

Purtroppo noi non siamo riusciti a goderci troppo l’isola: la mattina ci siamo imbarcati un po’ tardi (intorno alle 11) e il tempo vola!

Se vi spingete verso Ellinika (a sinistra del porto dando le spalle al mare) incontrerete dei posti meravigliosi e assolutamente incontaminati. Noi sinceramente non sappiamo fino a dove siamo riusciti ad arrivare (di cartelli manco l’ombra), ma vi assicuro che i paesaggi e le spiagge da quella parte sono favolosi!

 

Milos è davvero un’isola bellissima, nonostante a primo impatto, soprattutto se ne venite da un’isola piccola e tranquilla come Sifnos, possa apparire troppo grande e caotica.

I paesaggi che vedrete qui, non li vedrete da nessun’altra parte!

 

La cucina tipica: cosa mangiare a Milos

A Milos potrete assaggiare alcuni dei migliori piatti tipici della cucina greca, compresi i celebri pita gyros, souvlaki, tzatziki, moussaka, pesce e formaggi di capra.

Le specialità della cucina di Milos sono il pitaraki (una specie di panzerotto ripieno di formaggio), la karpouzopita (una torta dolce di anguria) e il glikò kufeto (una specie di marmellata ricavata dai chicchi di zucchine fresche con miele e mandorle che viene offerta soprattutto durante i matrimoni per buon auspicio).

Se volete consigli sui ristornati date un’occhiata alle mie recensioni su Tripadvisor, contattatemi attraverso la pagina CONTATTI o commentate in fondo all’articolo!

 

Consigli utili per una vacanza a Milos

 

  • Affittate un quad: le strade sono per la maggior parte sterrate e per raggiungere la maggior parte delle spiagge il quad sarà per lo più indispensabile (il motorino, a mio parere, è abbastanza pericoloso da queste parti!). Controllate sempre che tutto sia in ordine e che non ci siano problemi  per la guida.

 

  • Fate un giro dell’isola con un tour in catamarano e ricordatevi di scegliere un percorso che preveda una sosta anche a Poliegos per fare un tuffo nelle acque più azzurre che avrete mai visto.

 

Poliegos

Poliegos

 

  • Passate almeno una giornata a Kimolos e ricordatevi di partire presto! Se andate con una macchina affittata state attenti al parcheggio sul traghetto: stipano le macchine peggio delle sardine!

 

Traghetto_Milos_Kimolos

Traghetto Milos-Kimolos

 

 

  • Cercate un appartamento a Tripiti: i turisti sono meno e i ristoranti e i bar nei dintorni sono vissuti molto da gente del luogo (noi ormai eravamo abitué di un baretto dove bevevamo ouzo insieme, sempre, agli stessi tre anziani greci).

 

polpi_tripiti_milos

Polpi appesi a Tripiti, Milos

 

  • Non perdetevi la visita all’anfiteatro e alle catacombe. L’ingresso al primo è gratuito, le catacombe, invece, costano 4 euro con visita guidata (ma gli studenti con tesserino non pagano!) e sono aperte da lunedì a sabato dalle 8,30 alle 18,30, mentre la domenica dalle 8,30 alle 15,00.

 

Anfiteatro_Milos

Anfiteatro, Milos

 

Come raggiungere Milos

Milos dispone di un piccolo aeroporto collegato a quello di Atene da voli Olympic Airways. Gli aerei sono piccoli e, quindi, è meglio prenotare con largo anticipo.

Altrimenti, dall’aeroporto di Atene, prendete il bus X96 che vi porta al Porto del Pireo, da qui imbarcatevi per Milos. I tempi di percorrenza della tratta sono molto lunghi e, spesso, superano le sei ore. Mi raccomando, i biglietti per il traghetto prenotateli con anticipo per aggiudicarvi le tariffe migliori e, soprattutto, per assicurarvi il posto.

 

SITI UTILI

 

Di seguito vi lascio una serie di siti che potreste trovare utile da consultare prima di una vacanza a Milos.

 

 

 

 

 

Avete intenzione di andare a Milos, volete consigli e/o indicazioni? Scrivetemi attraverso il form nella pagina CONTATTI commentate!

Se dovete ancora prenotare un hotel ricordatevi che Booking.com vi rimborsa il 10% del soggiorno se prenotate attraverso questo link. Scoprite come funziona in questo post!

 



Booking.com

Lasciaci un commento

10 comments

Rosita 6 Ottobre 2017 - 12:50

Sono stata 8gg a Sifnos + 10gg a Milos lo scorso settembre. Mese ideale per una vacanza in Grecia.
Sifnos un gioiellino, una piccola bomboniera. Milos diversa, con bellezze naturali incredibili.
L’anno prossimo mi piacerebbe visitare altre due isole delle Cicladi, troppo affascinanti!

Reply
selenescinicariello 6 Ottobre 2017 - 13:14

Vero! Due realtà completamente diverse, ma entrambe affascinanti! Noi di Sifnos ci siamo perdutamente innamorati. I miei genitori stanno tornando lì per la terza volta proprio in questi giorni e noi li invidiamo tantissimo! L’idea di visitare altre due isole delle Cicladi è stupenda, fammi sapere, quando sceglierai, cosa visiterai! Mi farebbe assolutamente piacere! Un grazie per essere passata di qui! 😉

Reply
Federica 20 Luglio 2017 - 9:21

Complimenti per l’articolo! Davvero molto utile soprattutto perché sto cercando di capire in quale isola andare a Settembre😉 Non riesco a decidermi, le vorrei vedere tutte!

Reply
SeleScinic 20 Luglio 2017 - 10:16

Milos è davvero molto bella, le spiagge sono stupende e a Settembre l’orda di turisti se ne sarà già andata: ti troverai sicuramente molto bene! Hai letto l’articolo su Sifnos? Noi ci siamo davvero innamorati di quell’isola: un posto indimenticabile… In molti ci hanno anche suggerito Naxos e Amorgos, ma non essendoci mai andata non so darti suggerimenti. Quello che davvero ti consiglio è comunque di scegliere qualche isola fuori dai soliti itinerari turistici!

Reply
wwayne 6 Luglio 2017 - 19:18

Visto che condividiamo la passione per i viaggi, vi consiglio caldamente questi splendidi film: https://wwayne.wordpress.com/2014/09/28/i-miei-10-road-movies-preferiti%e2%80%8f/. 🙂

Reply
SeleScinic 10 Luglio 2017 - 12:13

Grazie, molto interessante! L’altra mia passione, dopo il viaggio, è il cinema 😉

Reply
wwayne 10 Luglio 2017 - 12:14

Allora ti strameriti il follow! Grazie a te per la risposta! 🙂

Reply
SeleScinic 10 Luglio 2017 - 12:17

In futuro proverò a scrivere qualcosa anche io sui film: credo che il cinema sia un ottimo metodo alternativo per viaggiare!

Reply
wwayne 10 Luglio 2017 - 12:20

E soprattutto è un ottimo metodo per aumentare le visualizzazioni! 🙂 Per quello comunque non devi avere fretta: prima che un blog cominci a venire seguito e ad avere un suo pubblico, continua a volerci un sacco di tempo. Io lo so bene, perché ho aperto il blog nel 2008, e fino al 2013 le visualizzazioni stavano praticamente a zero. Di commenti poi neanche a parlarne.
Adesso la situazione è migliorata, ma tuttora ogni singolo commento o anche solo un semplice “Mi piace” lo vivo come una grandissima soddisfazione, perché non mi scordo mai da dove sono partito e quanto mi ci è voluto per ottenere questi risultati. Ti auguro di ottenerli anche tu, magari in tempi più brevi dei miei! 🙂

SeleScinic 10 Luglio 2017 - 12:26

Grazie mille dei consigli e dell’augurio! L’impegno che ci metto è tanto e le soddisfazioni, come dici tu, per me sono anche i semplici mi piace! Sapere che a qualcuno interessa, o reputa utile, quello che scrivo è già tantissimo! 😉 Ancora grazie!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE