Itinerario a Parigi in 4 giorni: cosa vedere e altri consigli

di Selene Scinicariello

Stai programmando il tuo viaggio nella capitale francese? Di seguito abbiamo preparato per te un itinerario a Parigi in 4 giorni che ti permetterà di sfruttare al massimo il tempo a disposizione in quella che è una delle città più belle e romantiche del mondo.

Le attrazioni, i musei, i monumenti e le gemme nascoste sono innumerevoli e questo fa sì che poter vedere Parigi in 4 giorni sia praticamente impossibile. Seguendo questi suggerimenti, però, riuscirai senza ombra di dubbio ad apprezzarne i suoi luoghi più importanti, iniziando a conoscerla e a innamorartene. Siamo sicuri che, una volta terminato questo viaggio, vorrai ritornare!

Ci teniamo a dirti che l’itinerario che stiamo per consigliarti è stato pensato per coprire 4 giorni interi (dal mattino alla sera). Ciò significa che riuscirai a visitare tutto ciò che ti suggeriremo solamente arrivando un giorno prima (o al mattino presto della prima giornata) e andando via il giorno successivo (o in serata dell’ultima giornata).

In ogni caso non preoccuparti: se dovessi avere meno tempo a disposizione ti basterà saltare una visita al museo oppure escludere un paio di tappe per riuscire a goderti al massimo la città senza fretta.

Inoltre noi abbiamo pensato che possa essere una buona idea utilizzare una delle quattro giornate per organizzare una gita fuori porta. In caso volessi dedicare più tempo al centro di Parigi, ti basterà evitarla per avere a disposizione un giorno in più da trascorrere tra le strade della Ville Lumiere.

In fondo all’articolo ti lasceremo qualche ulteriore spunto su cosa vedere e cosa fare in più rispetto all’itinerario consigliato.

 

Indicazioni e link utili… SE SEI DI FRETTA!

 

Alcuni velocissimi consigli per aiutarti a organizzare il tuo viaggio al meglio se hai poco tempo a disposizione.

 

4 GIORNI A PARIGI IN POCHI CLICK!

 

  • Per raggiungere comodamente il centro di Parigi dagli aeroporti di Charles De Gaulle (CDG), Orly (ORY) e Beauvais (BVA), PRENOTA UN TRANSFER PRIVATO: eviterai le lunghissime file per i taxi (e soprattutto di incappare in qualche spiacevole truffa).

 

 

 

 

  • Se ami viaggiare in treno, sappi che esistono treni diretti da Milano. Puoi verificare e confrontare le tariffe e le opzioni disponibili utilizzando la piattaforma Omio.

 

 

  • Se pensi di utilizzare molto i mezzi di trasporto, il PARIS VISITE fa per te perché offre viaggi illimitati sulla rete di trasporti pubblici (metro, bus, tram e alcuni servizi di treni RER) per un numero di giorni consecutivi a scelta (1, 2, 3 o 5 giorni).

 

  • Se hai intenzione di visitare diversi musei e attrazioni durante il tuo soggiorno nella capitale francese, ACQUISTA IL PARIS PASSLIB, la card turistica ufficiale della città.

 

 

 

 

  • Se vuoi organizzare una gita fuori porta con un tour organizzato o semplicemente vuoi prenotare una visita guidata, ti suggeriamo di utilizzare le piattaforme GetYourGuide e Civitatis. Intuitive, sicure e con un ottimo centro assistenza, ti permetteranno di scegliere tra tantissime offerte adatte a qualsiasi tipo di viaggiatore!

 

Bene, adesso iniziamo a scoprire cosa vedere a Parigi in 4 giorni e… preparati a camminare parecchio!

 

GIORNO 1 – Dall’Île de la Cité a la Tour Eiffel

 

Iniziamo questo itinerario a Parigi in 4 giorni partendo dal cuore della capitale francese, l’Île de la Cité, il luogo in cui venne fondata la città medievale.

Da qui ci sposteremo tra alcuni dei quartieri più suggestivi della Ville Lumiere per raggiungere, infine, il simbolo della città: la Tour Eiffel.

Sarà una giornata piuttosto lunga, quindi indossa scarpe comode e preparati a camminare!

 

Mattino

 

La Cattedrale di Notre Dame, Parigi.

La Cattedrale di Notre Dame, Parigi.

 

L’Île de la Cité si raggiunge comodamente con la metropolitana (fermata Cité).

Da qui potrai iniziare la tua esplorazione partendo da uno dei simboli di Parigi, la Cattedrale di Notre-Dame.

La costruzione della chiesa iniziò nel 1163 grazie al vescovo Maurice de Sully e fu sostanzialmente completata circa 200 anni dopo.

Nel corso della storia Notre-Dame fu più volte oggetto di modifiche e di restauri e durante la Rivoluzione Francese subì una vera e propria devastazione.

Oggi la chiesa è uno degli esempi più impressionanti di architettura gotica francese e le sue sculture, le vetrate e il grande rosone sono ancora in grado di stupire e meravigliare ogni visitatore.

Al momento purtroppo la chiesa non è visitabile  a causa dei lavori di restauro iniziati a seguito del terribile incendio del 2019 (che dovrebbero terminare a fine 2024).

Potrai, però, ammirarne la bellezza dall’esterno.

Non lontano da Notre-Dame si trova, invece, un’altra chiesa in cui ti suggeriamo di entrare: la Sainte-Chapelle, anch’essa gioiello dell’architettura gotica e famosa per le sue impressionanti vetrate che narrano storie della Bibbia.

L’edificio sacro fu costruito su ordine di Re Luigi IX nel 1248 per ospitare le reliquie della Passione di Cristo inclusa la Corona di Spine.

Entrando al suo interno rimarrai letteralmente a bocca aperta di fronte ai particolarissimi giochi di luci creati dalle vetrate policrome che occupano quasi l’intera superficie delle pareti. Impressionante!

Non lontano dalla Sainte-Chapelle ti invitiamo a raggiungere la Conciergerie.

Questa, un tempo, faceva parte del palazzo reale di Re Filippo IV e in seguito divenne una prigione.

Durante la Rivoluzione Francese divenne tristemente famosa per essere il luogo di prigionia di moltissimi personaggi successivamente ghigliottinati. Qui fu imprigionata anche Maria Antonietta.

Oggi è possibile entrare al suo interno per esplorare le antiche sale tra cui le celle dei prigionieri, la riproduzione della cella in cui fu incarcerata Maria Antonietta e anche le antiche cucine medievali. Su una delle torri della Conciergerie, inoltre, si trova l’orologio pubblico più antico di Parigi.

QUI puoi acquistare il biglietto e prenotare il tuo ingresso alla Sainte-Chapelle e alla Conciergerie per goderti la visita all’orario che preferisci!

 

 

Pomeriggio

 

pantheon, da non perdere in un itinerario a parigi in 4 giorni

Pantheon, Parigi.

 

A questo punto, dopo le visite mattutine, attraversa il Pont Saint-Michel per entrare nel vivace Quartiere Latino.

Qui troverai tantissime soluzioni per il pranzo anche a prezzi economici. Potresti, ad esempio, raggiungere rue Mouffetard, una strada pedonale ricca di caffè e ristorantini che offrono cucina francese e internazionale. Qui, ogni mattina, si tiene anche un coloratissimo mercato!

Per raggiungere rue Mouffetard dalla Conciergerie ci si impiegano circa 25 minuti a piedi, ma in alternativa potrai utilizzare la metropolitana.

 

UN CONSIGLIO PER TE!

Durante i tuoi 4 giorni a Parigi utilizzerai spesso i mezzi pubblici. Per questo motivo ti conviene assolutamente acquistare la Paris Visite, il pass che ti dà diritto a viaggi illimitati sulla rete di trasporti pubblici (metro, bus, tram e alcuni servizi di treni RER) per un numero di giorni consecutivi a scelta (1, 2, 3 o 5 giorni).

 

Dopo pranzo ti invitiamo a proseguire l’esplorazione del Quartiere Latino passeggiando tra le sue strade.

Una delle tappe da non perdere è senza ombra di dubbio il Pantheon.

Originariamente concepito come una chiesa dedicata a Sainte-Geneviève, patrona di Parigi, il monumento fu commissionato da Luigi XV nel 1758.  Dopo la Rivoluzione Francese, però, fu trasformato in un mausoleo e oggi ospita i resti di illustri cittadini francesi come Voltaire, Rousseau e Marie Curie.

L’interno del Pantheon è molto suggestivo ed è caratterizzato da una grande cupola sotto la quale si trova il Pendolo di Foucault, dimostrazione pratica della rotazione della Terra.

 

QUI PUOI ACQUISTARE I BIGLIETTI PER IL PANTHEON E NON PERDERE TEMPO IN CODA!

 

A pochi passi dal Pantheon si trovano i Giardini del Lussemburgo, un’oasi di pace ideale per un momento di relax.

Questo grande spazio verde fu creato nel 1612 su ordine di Maria de’ Medici e si ispira, almeno in parte, ai Giardini di Boboli a Firenze.

La sua estensione è di circa 25 ettari e al suo interno ospita numerose statue e fontane.

Da non perdere sono la Fontana di Medici, l’Orangerie e un modello della Statua della Libertà. Il giardino, inoltre, ospita anche il Senato francese.

Goditi una passeggiata e poi rilassati per qualche minuto nei pressi del grande bacino d’acqua centrale prima di riprendere il cammino.

 

Per visitare questa zona di Parigi, valuta l’idea di prendere parte a QUESTO FREE TOUR DEL QUARTIERE LATINO: è in italiano e ti permetterà di conoscere i luoghi più interessanti grazie ai racconti della guida che, alla fine del giro, ti darà tanti altri consigli per continuare l’esplorazione!

 

A questo punto potrai proseguire l’itinerario incamminandoti verso il quartiere di Saint-Germain-des-Prés.

Questa zona di Parigi è famosa per la sua atmosfera bohemien dovuta ai tanti caffè letterari, alle piccole boutique e ai negozi eleganti.

Passeggiando per le sue strade ti consigliamo di visitare l’Abbazia di Saint-Germain-des-Prés, una delle più antiche chiese di Parigi e di fermarti a curiosare tra le vetrine del Café de Flore e de Les Deux Magots, un tempo ritrovo di intellettuali e artisti. In zona si trova anche Le Procope, considerato il più antico caffè parigino!

Potresti approfittarne per una pausa a base di caffè con fetta di torta di accompagnamento!

 

Sera

 

Tour Eiffel, una delle cose da vedere a parigi in un giorno.

Tour Eiffel.

 

Nel tardo pomeriggio dirigiti verso la Tour Eiffel per ammirarla al tramonto (potrai raggiungerla comodamente con la metro).

Il nostro consiglio è quello di salire fino in cima per goderti la vista sulla città che si colora di mille sfumature prima di accendersi di migliaia di luci.

Per vivere un’esperienza indimenticabile potresti addirittura decidere di prenotare la cena in uno dei ristoranti della Tour Eiffel.

Potrai scegliere tra il Jules Verne, premiato anche dalla Guida Michelin, o Madame Brasserie, un’ambiente più easy, ma comunque raffinato. Entrambi ti regaleranno un ricordo indimenticabile!

Un’altra idea potrebbe essere quella di concludere la giornata con una crociera serale sulla Senna che ti permetterà di ammirare Parigi illuminata di sera da una prospettiva unica.

Molte compagnie propongono crociere che partono proprio vicino alla Tour Eiffel così che potrai prima salire e poi imbarcarti!

Per un’esperienza memorabile, prenota una crociera sulla Senna con cena inclusa: si tratta di una delle cose più romantiche da fare a Parigi. Se viaggi in coppia sarà un regalo bellissimo!

 

RIASSUMENDO: LINK UTILI PER IL TUO PRIMO GIORNO A PARIGI!

 

BIGLIETTI

 

TOUR

 

ALTRO

 

GIORNO 2 – Dal Museo del Louvre a Montmartre

 

Se la prima giornata è stata molto intensa, sappi che lo sarà anche la seconda. Il tempo a disposizione non è molto ed è importante sfruttarlo al meglio!

Il consiglio che ti diamo è quello di dedicare la mattinata al Louvre e nel pomeriggio spostarti nel romanticissimo quartiere di Montmartre.

 

Mattino

 

Il Museo del Louvre è una tappa fondamentale per visitare parigi in un giorno.

Il Museo del Louvre, Parigi.

 

Il secondo dei tuoi 4 giorni a Parigi inizia dal suo museo più famoso, il Louvre.

Quello che oggi è uno dei musei d’arte più grandi e visitati al mondo in origine era una fortezza medievale che venne trasformata successivamente in palazzo reale.

Solo alla fine del XVIII secolo, con la fine dell’Ancien Régime, è diventato un museo pubblico.

Ti suggeriamo di arrivare presto al mattino per approfittare del minor numero di turisti e iniziare la visita con più tranquillità. Inoltre ricordati dell’importanza di prenotare un biglietto in anticipo con orario programmato in modo da evitare le lunghe code in biglietteria che ti farebbe perdere solamente del gran tempo!

 

 

Una buona idea, inoltre, potrebbe essere quella di noleggiare un’audioguida, scaricare l’app del Louvre o, perché no, partecipare a una visita guidata che ti consentirà di arricchire la tua visita e risparmiare tempo (con QUESTA VISITA GUIDATA IN ITALIANO, ad esempio, ammirerai i principali capolavori senza perderti tra la moltitudine di opere qui custodite!).

Tra le cose da vedere assolutamente, comunque, segnati:

 

  • La Gioconda di Leonardo da Vinci, probabilmente l’opera d’arte più famosa al mondo.

 

  • La Vergine delle Rocce di Leonardo da Vinci, un altro dei capolavori di Da Vinci.

 

  • La Venere di Milo, una delle statue greche antiche più affascinanti di sempre.

 

  • La Nike di Samotracia, una spettacolare scultura di epoca ellenistica.

 

  • Il Codice di Hammurabi, uno dei più antichi insiemi di leggi scritte (di epoca babilonese).

 

  • La Libertà che guida il popolo di Eugène Delacroix, un’iconica immagine della Rivoluzione francese.

 

  • Amore e Psiche di Antonio Canova, una magnifica scultura neoclassica che rappresenta il momento in cui Amore risveglia Psiche con un bacio.

 

  • L’incoronazione di Napoleone di Jacques-Louis David, un’imponente tela che raffigura Napoleone che incorona sé stesso e sua moglie Giuseppina.

 

  • La Zattera della Medusa di Théodore Géricault, un potentissimo dipinto che ritrae i superstiti di un naufragio.

 

Queste opere rappresentano solo una piccolissima parte degli innumerevoli tesori ospitati dal Louvre.

Come ti suggerivamo all’inizio, partecipare a una visita guidata potrebbe essere il modo migliore per visitare l’enorme museo e concentrarsi solo sui capolavori più importanti grazie al supporto di una guida.

Credici, all’interno del Louvre c’è davvero da perdersi e se non si ha molto tempo a disposizione può essere piuttosto complicato apprezzarlo nel modo migliore!

Personalmente ti suggeriamo QUESTA VISITA GUIDATA IN ITALIANO che dura due ore e include già il biglietto del museo.

 

Pomeriggio

 

Le caffetterie di Montmartre a Parigi.

Le caffetterie di Montmartre a Parigi.

 

Terminata la visita al Louvre ti consigliamo di dirigerti verso uno dei quartieri più famosi e affascinanti di Parigi, Montmartre. Per farlo il mezzo più comodo è la metropolitana.

Probabilmente sarà ora di pranzo e il consiglio è quello di aspettare di raggiungere Montmartre per sederti in uno dei suoi tanti caffè e bistrot. Se, però, la fame si fa sentire, non lontano dal Louvre si trova il Westfield Forum des Halles, un grande centro commerciale dove troverai numerosi ristoranti e fast food.

Una volta arrivato a Montmartre per salire fino in cima alla su collina potrai prendere la funicolare oppure proseguire a piedi tra le sue stradine ricche di negozi e caffè.

Per scoprire cosa vedere e cosa fare nel quartiere ti invitiamo a leggere la nostra guida completa con un itinerario per visitare Montmartre: avrai una panoramica chiara e soprattutto una mappa da seguire tra i principali punti d’interesse!

In ogni caso, tra le tappe più importanti ci sono:

 

  • Basilique du Sacré-Cœur, oltre a essere una delle chiese più belle, imponenti e famose di Parigi, la sua posizione in cima alla collina offre una delle migliori viste panoramiche su Parigi!

 

  • Place du Tertre, un’affascinante piazza che è ancora oggi il cuore della vita artistica di Montmartre.

 

  • Le Mur des Je t’aime, un’incantevole opera d’arte che celebra l’universalità dell’amore.

 

  • Moulin de la Galette, uno storico mulino a vento, uno dei pochi rimasti a Parigi, che ricorda il passato rurale del quartiere. Oggi ospita un rinomato ristorante.

 

Se sei stanco di camminare, una buona idea per visitare il quartiere è quella di salire a bordo del TRENINO DI MONTMARTRE che ti accompagnerà per le sue stradine acciottolate in tutta comodità!

 

UN CONSIGLIO PER TE!

Partecipa a QUESTO FREE TOUR DI MONTMARTRE per scoprire tutte le bellezze del quartiere e i suoi angoli più suggestivi!

La visita guidata è in italiano, dura due ore e non ha un prezzo fisso. Sarai tu stesso a decidere quanto lasciare alla tua guida al termine dell’esperienza.

 

Sera

 

Il Moulin Rouge a Pigalle, tappa fondamentale per visitare parigi in un giorno.

Il Moulin Rouge a Pigalle.

 

Per concludere questa giornata ti consigliamo di goderti il tramonto dal piazzale antistante alla Basilica del Sacro Cuore: è un’esperienza imperdibile!

A quel punto, per cena, potrai scegliere uno dei ristoranti del quartiere: La Maison Rose, ad esempio, è uno dei locali più amati della zona.

In alternativa potrai scendere nell’adiacente quartiere di Pigalle, noto soprattutto per la sua vivace vita notturna. Anche qui troverai bistrot e ristoranti.

Proprio a Pigalle, inoltre, si trova il famosissimo Moulin Rouge, il celebre cabaret che ha dato vita al can-can francese.

Aperto nel 1889, il Moulin Rouge continua ancora oggi a offrire spettacoli affascinanti che mescolano danza, musica e intrattenimento in un’atmosfera unica.

Noi ti suggeriamo di non perdere l’occasione e di goderti un’esperienza irripetibile prenotando subito il tuo posto per una di queste esibizioni.

Esistono varie tipologie di biglietti: da quelli che includono spettacolo e bicchiere di Champagne, a quelli che prevedono anche la cena.

 

PRENOTA QUI I BIGLIETTI UFFICIALI PER IL MOULIN ROUGE!

 

Ricorda: la prenotazione anticipata per il Moulin Rouge è essenziale, poiché gli spettacoli tendono a esaurirsi rapidamente!

 

RIASSUMENDO: LINK UTILI PER IL TUO SECONDO GIORNO A PARIGI!

 

BIGLIETTI

 

TOUR

 

ALTRO

 

GIORNO 3 – Gita fuori porta

 

Se trascorrerai 4 giorni a Parigi, avrai tutto il tempo necessario per goderti una gita fuori città.

Le mete tra cui scegliere sono numerose e per farti un’idea potresti dare un’occhiata anche ai nostri consigli sulle gite giornaliere da fare con il treno partendo dalla capitale francese.

Di seguito ti parleremo delle 7 destinazioni che personalmente ci piacciono di più e che secondo noi dovresti tenere in considerazione.

Per raggiungere qualsiasi meta scelta potrai:

 

  • Noleggiare un’auto, ma dovrai guidare anche per diverse ore, affrontare il traffico nei dintorni della capitale e informarti sui parcheggi una volta arrivato a destinazione.

 

  • Utilizzare i mezzi pubblici, ma dovrai considerare che non sempre le località sono facilmente raggiungibili con treni e bus e, soprattutto, spesso gli orari non coincidono come vorresti.

 

La scelta migliore, in base alla nostra personale esperienza, allora è quella di partecipare a un tour guidato con partenza da Parigi. Questa modalità, infatti, ti consentirà di goderti l’esperienza senza pensare a nulla e in totale comodità.

Ecco alcune delle mete migliori per un’escursione giornaliera da Parigi e i consigli per raggiungerle.

 

1 – Disneyland Paris

 

il castello di disneyland paris visto dal basso

 

Situato a circa 30 km a est dalla capitale francese, Disneyland Paris è secondo noi la scelta migliore da fare per trascorrere una giornata diversa durante il soggiorno nella Ville Lumiere.

Questo parco a tema piace sempre a grandi e piccini e regala l’opportunità di trascorrere una giornata in un regno magico dove i sogni diventano realtà. L’incanto dei film Disney qui diventa tangibile grazie ad attrazioni e spettacoli che ti catapulteranno in una dimensione parallela fatta di pura meraviglia.

Entrambi ci siamo stati due volte ed entrambi sogniamo il giorno in cui potremo ritornarci!

 

Per maggiori informazioni non dimenticarti di leggere la nostra guida completa dedicata ai CONSIGLI PER VISITARE DISNEYLAND PARIS!

 

Come arrivare a Disneyland Paris

 

Il parco è facilmente raggiungibile con il treno RER A da Parigi fino alla stazione di Marne-la-Vallée / Chessy, a poca distanza dagli ingressi.

Ricorda di acquistare in anticipo i biglietti per evitare di perdere troppo tempo in coda: avrai solo un giorno a disposizione ed è un peccato perdere magari più di un’ora per fare i biglietti!

Dal centro di Parigi parte anche la comodissima navetta Disneyland® Paris Express.

Potrai acquistare il biglietto per il parco comprensivo di navetta QUI.

 

 

Per maggiori informazioni su COME ARRIVARE A DISNEYLAND PARIS, leggi la nostra guida approfondita!

 

2 – Versailles

 

La Reggia di Versailles è la grandiosa residenza reale francese voluta da Luigi XIV ancora oggi famoso per i suoi lussuosi interni e per i magnifici giardini.

Se ti piace visitare gli antichi palazzi e immaginare lo sfarzo delle vita di corte, questa è una tappa imperdibile!

 

Come arrivare a Versailles

 

Versailles è facilmente accessibile con la RER C da Parigi.

Ricorda anche in questo caso che è importantissimo acquistare in anticipo i biglietti per evitare di perdere troppo tempo in coda.

In alternativa noi ti consigliamo anche di prendere parte a un tour guidato che generalmente include trasporto privato, ingresso prioritario e una guida che arricchisce la visita con aneddoti storici.

Noi ti suggeriamo QUESTO anche se è in inglese perché è davvero valida. Ha un ottimo rapporto qualità prezzo, include il transfer, i biglietti d’ingresso e la visita guidata sia all’interno, sia all’esterno della Reggia e un po’ di tempo libero per girare in autonomia.

 

3 – Giverny

 

Giverny è famosa per essere stata a lungo la casa di Claude Monet, pittore che l’ha resa celebre in tutto il mondo dipingendone la natura circostante.

Il suo giardino d’acqua è stato dipinto dall’artista diverse volte e oggi è una tappa imperdibile, insieme al Museo dell’Impressionismo, di un tour all’insegna della bellezza e dell’arte.

 

Come arrivare a Giverny

 

Situata a circa 75 km da Parigi, Giverny è raggiungibile in treno dalla stazione di Saint-Lazare fino a quella di Vernon. Da qui potrai continuare in bus, in taxi o noleggiando una bici.

I tour guidati in questo caso offrono un’opzione decisamente molto comoda che include generalmente trasporto e ingresso.

Dai un’occhiata a questo tour con audioguida o guida dal vivo da Parigi (è disponibile anche in italiano).

 

4 – Champagne

 

vigneti nella champagne, una delle mete migliori per un tour enogastronomico in francia

Champagne.

 

La regione della Champagne è il cuore della produzione dell’omonimo e famosissimo vino spumante.

Se sei un appassionato o se semplicemente hai voglia di scoprire uno dei paesaggi più suggestivi di tutta la Francia, allora vale sicuramente la pena organizzare una gita da queste parti per goderti un tour di una delle tante cantine e partecipare a una degustazione.

La regione dell Champagne, inoltre, è costellata di pittoreschi villaggi e piccoli borghi dove vale la pena fermarsi per una passeggiata e un buon pranzo a base di prodotti tipici locali.

 

Come arrivare nella Champagne

 

La regione è accessibile in treno da Parigi fino alle stazioni di Reims o Épernay.

Per goderti l’esperienza in tranquillità, però, ti suggeriamo di prendere parte a un tour guidato. In questo modo, infatti, trascorrerai la giornata senza pensieri partecipando alle visite ai produttori di Champagne di fama mondiale godendoti le degustazioni senza preoccupazioni.

Tra le migliori escursioni ti segnaliamo questa che include la degustazione di 8 Champagne in due diverse cantine e un pranzo tipico. Il prezzo è abbastanza alto, ma è comprensibile!

 

5 – Valle della Loira

 

Famosa per i suoi magnifici castelli come quelli di Chambord e Chenonceau, la Valle della Loira è caratterizzata da scenari fluviali idilliaci e regala un’immersione nella storia e nell’architettura francese.

Il “Giardino di Francia” è la meta perfetta per allontanarsi dal caos cittadino e godersi una giornata in un paesaggio fiabesco.

 

Come arrivare nella Valle della Loira

 

Nonostante alcuni castelli possano essere raggiunti in treno o in bus, la Valle della Loira si presta meglio a un tour guidato che permette di visitare più castelli in un giorno con il vantaggio di essere accompagnati da guide esperte.

Dai un’occhiata a questa escursione ai Castelli della Loira in italiano: include già i biglietti per i castelli!

 

6 – Mont Saint-Michel

 

mont sain michel, meta per una gita fuori porta durante un itinerario a parigi in 4 giorni

Mont Saint Michel

 

Questo isolotto roccioso coronato da un’abbazia gotica si trova in Normandia ed è uno dei siti più spettacolari di tutta la Francia.

La baia in cui sorge Mont Saint-Michel è soggetta al fenomeno delle sabbie mobili, ma è famosa soprattutto per l’eccezionale ampiezza delle maree che risalgono con estrema velocità.

Oggi questo luogo, grazie al suo interesse storico, culturale e artistico, è considerato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

 

Come arrivare a Mont Saint-Michel

 

Per raggiungere il famoso isolotto dovrai prendere il treno fino a Pontorson e poi una navetta.

Tuttavia, data la sua lontananza da Parigi, noi ti consigliamo ancora una volta un tour guidato. Questa modalità comprende il trasporto, l’ingresso e la guida e ti consentirà di goderti una giornata senza stress.

Questa gita di un giorno a Mont Saint Michel è in inglese, ma è davvero valida e include il trasporto, la guida, i biglietti per l’abbazia e un tour a piedi dell’isola.

 

7 – Le spiagge dello Sbarco in Normandia

 

Questi luoghi storici furono il teatro dello sbarco alleato del D-Day durante la Seconda Guerra Mondiale e oggi offrono l’occasione di una visita che è anche un profondo tributo ai quei momenti che cambiarono il corso della storia.

 

Come arrivare alle spiagge dello Sbarco in Normandia

 

Situate a diverse ore di auto da Parigi, le spiagge sono più accessibili attraverso un tour guidato che spesso include visite ai principali siti dello sbarco, ai cimiteri militari e ai musei.

Tra le migliori escursioni a cui prendere parte c’è senza dubbio QUESTA che è accompagnata da un vero esperto di storia della Seconda Guerra Mondiale.

 

Ricorda: partecipare a un tour guidato da Parigi per queste gite fuori porta non solo semplifica la logistica, ma arricchisce l’esperienza con conoscenze approfondite e curiosità grazie al commento professionale di una guida. Ogni visita, allora, non solo sarà totalmente senza preoccupazioni, ma anche sicuramente molto interessante e ti consentirà di vivere un’esperienza memorabile.

 

 

GIORNO 4 – Dal Museo d’Orsay all’Arco di Trionfo

 

Siamo arrivati, così, alla fine di questo itinerario a Parigi di 4 giorni.

Anche l’ultima giornata sarà piuttosto intensa e partirà con una visita al museo per concludersi ammirando ancora una volta la capitale francese dall’alto in tutto il suo splendore.

 

Mattino

 

Orologio esterno del Museo d'Orsay.

Orologio esterno del Museo d’Orsay.

 

La tua mattinata dovrebbe assolutamente iniziare con la visita al Museo d’Orsay che è anche il nostro museo parigino preferito.

Situato all’interno di in una magnifica stazione ferroviaria dell’Ottocento riconvertita, il museo ospita la più grande collezione di opere impressioniste e post-impressioniste al mondo con capolavori di artisti come Monet, Manet, Degas, Renoir, Van Gogh e molti altri.

l Museo d’Orsay ha aperto al pubblico nel 1986, ma la sua storia iniziò molto prima.

Come dicevamo, infatti, originariamente l’edificio era una stazione ferroviaria, la Gare d’Orsay, costruita per l’Esposizione Universale del 1900.

La struttura, progettata dall’architetto Victor Laloux, ha servito le linee del sud-ovest della Francia fino al 1939 quando queste furono spostate alla stazione d’Austerlitz e Orsay continuò a essere usata solo per il traffico locale.

Nel 1950 cessò definitivamente la sua funzione e con il passare degli anni cadde in stato di abbandono tanto che negli anni Sessanta fu quasi per essere demolita.

La decisione di trasformarla in un museo risale al 1978 e l’inaugurazione avvenne, come anticipato, nel 1986: 86 anni dopo la sua costruzione!

La visita al suo interno è davvero suggestiva anche grazie alla sua particolarissima collocazione: arte, storia e architettura qui si fondono in un tutt’uno!

Tra le opere più belle del Museo d’Orsay ti segnaliamo:

 

  • La Notte Stellata di Vincent van Gogh, da non confondere con Il Cielo stellato custodito al MoMA di New York.

 

  • Autoritratto di Vincent van Gogh (1889), uno dei numerosi autoritratti che l’artista ha realizzato nel corso della propria vita.

 

  • La Colazione sull’Erba di Édouard Manet, un’opera che provocò un vero e proprio scandalo al suo debutto tanto da essere rifiutata dal Salon ufficiale di Parigi ed esposta al Salon des Refusés, dove incantò e scioccò il pubblico con la sua rappresentazione realistica e la composizione audace.

 

  • Bal du moulin de la Galette di Pierre-Auguste Renoir, un dipinto vivace e luminoso che cattura l’atmosfera festosa di Montmartre alla fine del XIX secolo.

 

  • L’Origine du monde di Gustave Courbet, un’opera audace e rivoluzionaria per il suo tempo che raffigura una vulva femminile in primo piano. Una vera e proprio sfida alle convenzioni sociali e artistiche dell’epoca… e non solo!

 

  • Le sculture di Auguste Rodin, il museo ospita alcuni pezzi celebri che riflettono la maestria dell’artista nel catturare l’emozione e il movimento umano.

 

  • La Gare Saint-Lazare di Claude Monet, l’artista dipinse diverse vedute della stazione ferroviaria di Saint-Lazare per esplorare la luce nelle sue mille sfumature.

 

  • La Scuola di Danza di Edgar Degas, uno sguardo intimo sul mondo del balletto da parte di un artista che aveva un particolare interesse per il movimento e la postura del corpo umano.

 

  • L’Assenzio di Edgar Degas, un’opera emblematica dell’impegno di Degas per la rappresentazione della realtà sociale dei suoi tempi.

 

Come per il Louvre, ricordati che è importante munirsi dei biglietti in anticipo per evitare le lunghe code all’ingresso.

Inoltre è una buona idea raggiungere il museo all’apertura così da godersi almeno un inizio visita tranquillo e con poca gente.

 

Pomeriggio

 

Arco di Trionfo, Parigi.

Arco di Trionfo, Parigi.

 

Terminata la visita al museo dirigiti verso l’Hôtel des Invalides, un grande complesso commissionato da Luigi XIV nel 1670 come ospizio e ospedale per i soldati francesi feriti o anziani.

Questo magnifico complesso architettonico è visitabile a pagamento, ma è probabile che tu non riesca a entrare per mancanza di tempo.

Al suo interno include una serie di cortili, chiese, vari edifici, musei e importanti monumenti tra cui la maestosa cupola dorata sotto la quale si trova la tomba di Napoleone Bonaparte.

Les Invalides ospita oggi il Musée de l’Armée, uno dei più importanti musei militari al mondo.

Valuta tu se entrare o meno. A seconda dei tuoi interessi potresti magari visitarlo al posto del Museo d’Orsay.

 

PRENOTA QUI I BIGLIETTI PER IL COMPLESSO DES INVALIDES!

 

In ogni caso, potrai comunque dare un’occhiata da fuori all’enorme complesso prima di cercare un posto dove pranzare nei dintorni. Da queste parti ci sono alcuni bateau (imbarcazioni) che fungono da bar, bistrot e ristoranti, ma anche alcuni carinissimi locali e chioschi affacciati sulla Senna. In alternativa porta con te un panino già pronto e goditelo seduto guardando il fiume!

L’itinerario continua poi verso Place de la Concorde, famosa per l’obelisco egiziano posto al suo centro e per essere la piazza più estesa di tutta la Francia.

A pochi passi si trova il Jardin des Tuileries.

Questo fu creato nel 1564 su ordine di Caterina de’ Medici come giardino del Palais des Tuileries (poi distrutto nel 1871) ed è il più antico e grande giardino pubblico di Parigi. Oggi al suo interno si trovano due musei: il Musée de l’Orangerie e il Jeu de Paume, uno spazio espositivo dedicato a tutte le forme d’immagine.

Se non hai ancora mangiato potresti fare una passeggiata e raggiungere uno dei caffè al suo interno, altrimenti potresti semplicemente rilassarti un po’ nel verde prima di continuare l’itinerario.

Tra i consigli su cosa vedere a Parigi in 4 giorni non abbiamo ancora accennato agli Champs-Élysées, l’avenue più celebre della capitale francese contornata da boutique di alta moda, negozi di lusso e caffè.

Dal Jardin des Tuileries potrai imboccarla e percorrendola tutta raggiungerai l’Arco di Trionfo.

Per far riposare un po’ le gambe potrai anche prendere un bus che ti permetterà di sbirciare fuori senza camminare!

L’Arco di Trionfo è uno dei monumenti più famosi di Parigi ed è situato al centro della Place Charles de Gaulle.

L’opera fu commissionata da Napoleone dopo la sua vittoria ad Austerlitz nel 1805, ma la costruzione fu completata solo nel 1836, sotto il regno di Luigi Filippo.

Sulle pareti interne dell’arco sono incisi i nomi di 660 generali francesi, mentre al di sotto del monumento si trova la Tomba del Milite Ignoto, la cui fiamma eterna commemora i soldati caduti non identificati della Prima e Seconda Guerra Mondiale.

Oggi è possibile salire in cima all’Arco di Trionfo e personalmente ti suggeriamo di farlo perché ti regalerà una vista panoramica mozzafiato su Parigi e una prospettiva particolarissima sulla Tour Eiffel!

Per evitare le code, come sempre, acquista i biglietti in anticipo: risparmierai parecchio tempo e sarai sicuro di riuscire a salire!

 

Sera

 

La Senna, Parigi.

La Senna, Parigi.

 

Se hai tempo (e forze!), un buon modo per terminare la giornata è quella di raggiungere il Trocadéro al tramonto (potrai farlo comodamente con la metropolitana).

Da qui, infatti, avrai quella che è forse la vista più spettacolare sulla Tour Eiffel che al calar del sole si illuminerà quasi come per magia: sarà un momento indimenticabile perfetto per concludere i tuoi 4 giorni a Parigi!

Se non sei riuscito a farlo la prima sera, questa potrebbe essere una nuova opportunità per godersi una crociera con cena sulla Senna prima di tornare in hotel e salutare Parigi fino alla prossima occasione.

 

RIASSUMENDO: LINK UTILI PER IL TUO QUARTO GIORNO A PARIGI!

 

BIGLIETTI

 

ALTRO

 

BONUS (se hai più tempo a disposizione)

 

In questo articolo ti abbiamo consigliato cosa vedere in 4 giorni a Parigi, ma se dovessi avere più tempo a disposizione, se alcune delle visite suggerite non ti interessano e sei già stato altre volte in città e cerchi esperienze nuove o diverse, ecco qualche altro suggerimento per arricchire ulteriormente il tuo viaggio!

 

  • Esplora Le Marais. Questo quartiere storico è noto per essere uno dei pochi ad aver conservato un aspetto prerivoluzionario. La zona è ricca di boutique di moda, gallerie d’arte e splendidi caffè. Una delle tappe imperdibile è Place des Vosges, una delle piazze più belle di Parigi. Da non perdere è anche il famoso Museo Picasso.

 

 

  • Visita il Museo Rodin. Situato all’interno dell’hotel Biron, dove Rodin visse e lavorò, il museo presenta una vasta collezione delle sue sculture tra cui “Il Pensatore” e “La Porta dell’Inferno”. Incantevole è anche il giardino che circonda l’edificio. QUI puoi acquistare i biglietti in anticipo.

 

  • Entra nell’iconico Musée Yves Saint Laurent per conoscere meglio la vita e le creazioni del celebre stilista di moda. Si tratta di una visita fuori dai soliti itinerari turistici che sicuramente ti affascinerà!

 

  • Scopri la Fondazione Louis Vuitton. Questo museo di arte contemporanea e cultura, progettato dall’architetto Frank Gehry, si trova nel Bois de Boulogne a circa 20 minuti dal centro di Parigi. Oltre alle sue collezioni d’arte, l’edificio stesso è già di per sé un’opera d’arte. Se vuoi acquistare i biglietti in anticipo, li trovi QUI.

 

 

 

  • Non perdere QUESTO TOUR GASTRONOMICO DI MONTMARTRE per vivere un’esperienza unica e divertente. Una guida locale, infatti, ti accompagnerà nell’esplorazione del quartiere attraverso i luoghi più amati dai parigini per gustare le prelibatezze tipiche. IMPERDIBILE!

 

  • Se sei un vero goloso, però, non dovresti perderti questo tour a piedi con degustazione di cioccolato e pasticceria. L’esperienza si tiene a Saint Germain des Près e prevede la sosta in 8 locali dove assaggerai il miglior cioccolato e i migliori pasticcini della zona accompagnati da tè, caffè o cioccolata calda. L’esperienza si tiene in lingua inglese.

 

 

 

Se cerchi altre esperienze, dai un’occhiata a quelle proposte qui sotto!

 

 

Altre dritte per trascorrere 4 giorni a Parigi

 

  • Se ancora non hai prenotato il tuo alloggio, sappi che le zone diLE MARAIS, QUARTIERE LATINO e SAINT-GERMAIN-DES-PRES sono perfette per cercare un hotel se vuoi essere comodo alle attrazioni, ai servizi e vicino alle fermate del trasporto pubblico.

In alternativa, comunque, ti consigliamo di anche l’8° Arrondissement e l’area conosciuta come Opéra – Grands Boulevards.

Per prenotare il tuo hotel ti invitiamo a utilizzare Booking.com, la piattaforma che usiamo sempre anche noi per prenotare i nostri alloggi. Si tratta di un mezzo sicuro, che offre ottime offerte, con un buon servizio assistenza e che spesso prevede formule con cancellazione gratuita.

 



Booking.com

 

  • Se hai intenzione di visitare diversi musei e attrazioni durante il tuo soggiorno nella capitale francese, ACQUISTA IL PARIS PASSLIB, la card turistica ufficiale della città.

Il pass è disponibile in 6 formule diverse e permette di esplorare Parigi con facilità grazie a un’ampia selezione di visite e attività tra cui poter scegliere.

La card è valida un anno e, a seconda della tipologia, include l’ingresso a 3, 5, 6 e 7 attività a scelta.

 

  • ACQUISTA IL PARIS VISITE, questa card offre viaggi illimitati sulla rete di trasporti pubblici (metro, bus, tram e alcuni servizi di treni RER) per un numero di giorni consecutivi a scelta (1, 2, 3 o 5 giorni).È comodissima e la sfrutterai parecchio visto quanto dovrai camminare in quei giorni!

 

 

Speriamo che l’itinerario a Parigi in 4 giorni che ti abbiamo appena consigliato possa esserti utile per organizzare al meglio il tuo viaggio nella capitale francese.

Ci auguriamo davvero che i nostri suggerimenti siano in grado di farti scoprire la città e di fartene innamorare!

Dai un’occhiata alla sezione del blog che abbiamo dedicato a Parigi per leggere altre guide utili alla preparazione del tuo soggiorno. In caso di dubbi o curiosità, non esitare a scriverci attraverso il form nella pagina CONTATTIo lasciandoci un commento. Se saremo in grado di aiutarti ulteriormente ci farà sicuramente piacere!

 

 

 

Spero che questa guida di Parigi in 4 giorni ti abbia ispirato e fornito tutte le informazioni di cui avevi bisogno! Volevo avvisarti che all’interno dell’articolo troverai alcuni link affiliati. Cliccandoli non solo avrai accesso a tante risorse utili per organizzare il viaggio, ma mi aiuterai anche a sostenere il mio lavoro. Senza nessun costo aggiuntivo per te, infatti, se effettuerai prenotazioni e acquisti attraverso questi link io riceverò una piccolissima percentuale. Ciò mi permette di continuare a creare guide complete e gratuite come questa. Grazie mille in anticipo per il supporto e buon viaggio nella meravigliosa Parigi!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Lasciaci un commento