Itinerario a Montmartre: cosa vedere nel quartiere degli artisti (con mappa!)

di Selene Scinicariello

Passo dopo passo, seguendo questo nostro itinerario a Montmartre, ti sembrerà di aver abbandonato la grande città e aver raggiunto un piccolo villaggio di provincia dove le persone passeggiano ancora lentamente curiosando tra le vetrine di negozi e panetterie.

La sua atmosfera bohemien è così poetica e romantica che il quartiere sembra essere stato catapultato come per magia fuori da una fiaba.

Niente fretta, allora: il celebre quartiere parigino degli artisti si esplora con calma, al ritmo di un canzona francese!

 

MONTMARTRE IN UN CLICK.

 

 

  • Per raggiungere comodamente il tuo hotel a Montmartre dagli aeroporti di Charles De Gaulle (CDG), Orly (ORY) e Beauvais (BVA), PRENOTA UN TRANSFER PRIVATO. In questo modo eviterai le lunghissime file per i taxi (e soprattutto di incappare in qualche spiacevole truffa) e soprattutto non dovrai faticare con le valigie tra metropolitana e autobus.

 

 

 

  • Goditi un giro panoramico sul TRENINO DI MONTMARTRE: è il modo più rilassante e comodo per esplorare le strade del quartiere!

 

 

 

 

 

 

 

  • Se hai intenzione di visitare diversi musei e attrazioni durante il tuo soggiorno nella capitale francese, ACQUISTA IL PARIS PASSLIB, la card turistica ufficiale della città che include l’ingresso gratuito a diversi monumenti e numerosi sconti.

 

 

1 – Muro dei Ti Amo

 

Il tuo itinerario a Montmartre dovrebbe iniziare dal Muro dei Ti Amo, uno dei simboli più romantici di Parigi.

Questo muro si trova nella piazza giardino Jehan Rictus, a pochi passi dalla fermata della metropolitana Abbesses, ed è una vera e propria opera d’arte dedicata all’amore nata nel 2000 dal calligrafo Frédéric Baron e dall’artista murale Claire Kito.

Su una serie di 612 piastrelle di lava smaltata è riportata la frase “ti amo” trascritta oltre 300 volte in più di 250 lingue diverse.

Questo luogo che ricorda l’universalità dell’amore è il luogo perfetto per iniziare a scoprire il quartiere e per scattare una foto ricordo.

 

2 – Carrousel de Saint-Pierre

 

A questo punto potrai spostarti in Piazza Louise Michel, ai piedi della Basilica del Sacro Cuore.

Qui, tra giardini e fontane, si trova una bellissima giostra, un antico carosello. Stiamo parlando del Carrousel de Saint-Pierre che dona un tocco di magia e nostalgia all’immagine dell’enorme chiesa che si staglia verso il cielo in cima alla scalinata alle sue spalle.

Questo è il posto giusto per un bacio tra innamorati o qualche minuto di svago per i bimbi.

 

3 – Basilica del Sacro Cuore

 

La Basilica del Sacro Cuore a Parigi.

La Basilica del Sacro Cuore a Parigi.

 

A pochi passi dal Carrousel de Saint-Pierre si trova la funicolare che conduce in pochi istanti alla Basilica del Sacro Cuore. Potrai salire a bordo o, se te la senti, potrai tranquillamente proseguire a piedi facendo le scale: la strada è in salita, ma non troppo faticosa.

Una volta arrivato in cima ti ritroverai di fronte a una delle chiese più celebri di tutta la capitale francese e a uno dei suoi simboli più riconoscibili.

La costruzione iniziò nel 1875 e fu completata nel 1914. La basilica, però, fu consacrata solamente nel 1919, dopo la fine della Prima Guerra Mondiale.

La volontà della sua costruzione nacque come un atto di penitenza e devozione nazionale a seguito della sconfitta francese nella guerra franco – prussiana del 1870 e a seguito dei tumulti della Comune di Parigi.

L’edificio fu inizialmente progettato in stile romano – bizantino dall’architetto Paul Abadie, ma con la morte di quest’ultimo e con l’avanzare dei lavori vi furono numerosi cambiamenti e ad oggi lo stile della basilica è piuttosto eclettico.

La Basilique du Sacré-Cœur, oggi, domina la collina di Montmartre con la sua splendente facciata bianca.

Dal piazzale antistante potrai goderti uno dei più bei panorami su Parigi che al tramonto dà davvero il meglio di sé.

L’interno è piuttosto austero, ma la sua enorme cupola e il mosaico di Cristo in Gloria lo rendono decisamente maestoso.

Una volta entrato ricordati di non perdere:

 

  • Il Mosaico del Cristo in Gloria. L’interno della Basilica ospita uno dei mosaici più grandi del mondo raffigurante Cristo in Gloria circondato da santi e angeli. La ricchezza dei dettagli e la maestosità delle dimensioni sono davvero impressionanti!

 

  • La Cripta. La vasta cripta sotto la Basilica è un luogo di silenzio e riflessione che ospita numerose cappelle.

 

  • La Cupola. Salendo sulla cupola della Basilica rimarrai incantato da una delle viste panoramiche a 360° più spettacolari sulla città di Parigi. Per raggiungerla dovrai salire più di 300 gradini, ma lo sforzo è ampiamente ripagato dal panorama, vedrai!

 

Ricorda: l’ingresso alla Basilica del Sacro Cuore è gratuito, tuttavia per accedere alla cupola e alla cripta è richiesto un biglietto a pagamento. Non dimenticarti, inoltre, che è necessario indossare un abbigliamento adeguato a un luogo di culto.

La basilica è aperta tutti i giorni dell’anno con orari che possono variare a seconda della stagione. È consigliabile verificare gli orari di apertura aggiornati sul sito ufficiale prima della visita.

La Basilica del Sacro Cuore è uno dei luoghi più famosi della capitale francese. Per visitarla con più tranquillità, allora, ti consigliamo di arrivare presto al mattino ed evitare le ore di punta.

 

4 – Chiesa di Saint-Pierre-de-Montmartre

 

A poca distanza dalla Basilica del Sacro Cuore si trova una delle chiese più antiche di Parigi.

Più piccola e silenziosa, la Chiesa di Saint-Pierre-de-Montmartre offre un contrasto pacifico con la folla a volte un po’ troppo rumorosa che si riversa all’interno della prima.

Si tratta di un edificio ricco di storia che offre un rifugio spirituale silenzioso lontano dal turismo più caotico.

 

5 – Place du Tertre

 

Gli artisti di Montmartre.

Gli artisti di Montmartre.

 

A questo punto è giunto il momento di raggiungere il vero e proprio cuore pulsante di Montmartre.

Place du Tertre, circondata da ristoranti e caffè, è famosa per i numerosi artisti che dipingono in plein air vendendo ritratti e paesaggi a turisti e passanti.

Insomma, è una tappa obbligata per immergersi nella storia artistica del quartiere.

 

6 – Dalì Paris

 

Continuando il nostro itinerario nel quartiere di Montmartre, ti suggeriamo un’altra tappa: la mostra permanente Dalì Paris.

Dedicato all’opera di Salvador Dalí, questo museo ospita una delle più grandi collezioni dedicate all’artista di tutta la Francia. Al suo interno sono custodite sculture, incisioni e dipinti.

Se ami l’arte e apprezzi quella dell’artista catalano, allora non puoi perdere l’occasione di immergerti in viaggio nell’universo surrealista di un genio che in vita ha lasciato un’impronta indelebile su Montmartre.

 

 

ACQUISTA I BIGLIETTI PER DALI PARIS QUI!

 

7 – Le Consulat

 

Le caffetterie di Montmartre a Parigi.

Le caffetterie di Montmartre a Parigi.

 

A pochi passi dall’attrazione precedente si trova Le Consulat, un tipico bistrò parigino che ha visto tra i suoi avventori artisti come Picasso e Van Gogh.

Con la sua inconfondibile insegna rossa e le tende a righe, è diventato nel corso del tempo un simbolo del quartiere e oggi offre un’atmosfera retrò ineguagliabile e un ottimo punto di osservazione sulla vita di Montmartre.

Se fosse l’ora di pranzo questo potrebbe essere il posto giusto per gustare un’ottima zuppa di cipolle.

 

8 – Museo di Montmartre

 

Situato all’interno di un’antica casa circondata da giardini, questo museo racconta la storia del quartiere e degli artisti che sono passati di qui.

Sapevi che proprio Renoir abitò e lavorò al suo interno per un periodo?

Le collezioni includono opere di artisti montmartresi e memorabilia che evocano lo spirito bohémien del luogo.

Se hai tempo a sufficienza, vale davvero la pena entrare!

 

9 – Rue Saint-Vincent

 

Il tuo itinerario a Montmartre dovrebbe continuare su Rue Saint-Vincent, strada cantata anche da Yves Montand.

Si tratta di un esempio perfetto delle pittoresche strade acciottolate di Montmartre che ti permetterà di fare un’immersione nella Parigi più autentica e meno conosciuta.

Goditi la passeggiata senza fretta!

 

10 – Vigne du Clos Montmartre

 

In pochi lo sanno, ma nel cuore della capitale francese si produce vino!

Il vigneto di Montmartre è un ricordo del passato, quando la zona era coperta di campi e di vigneti.

Ancora oggi esiste una piccola produzione di vino affidata al Comité des Fêtes et d’Actions Sociales de Montmartre – Paris 18ième che nel corso dell’anno organizza anche eventi e manifestazioni come la divertente Fête des Vendanges che celebra la raccolta annuale.

Insomma, non perderti questa curiosa scoperta urbana!

 

11 – Avenue Junot

 

Da qui potrai continuare a passeggiare lungo Avenue Junot, un’elegante strada fiancheggiata da atelier d’arte ed edifici residenziali.

Le splendide case e la sorprendente tranquillità ti regaleranno un assaggio della vita più lussuose del quartiere.

 

12 – Place Dalida

 

La tappa successiva è Place Dalida, piazza dedicata alla celebre cantante che ha vissuto a Montmartre.

Questa piazzetta ospita una statua in suo onore che ha dato origine ad alcuni gesti scaramantici. Si dice, infatti, che toccando il seno del busto si avrà fortuna nella vita e in amore… a te decidere se sia vero o meno!

 

13 – Rue de l’Abreuvoir

 

Rue de l’Abreuvoir è considerata una delle strade più belle di Parigi grazie alla sua inconfondibile curva e alle particolarissime case ricoperte di edera.

Da non perdere!

 

14 – La Maison Rose

 

maison rose, tappa di un itinerario a montmartre

Maison Rose.

 

Al termine della via precedente, si trova La Maison Rose, un caffè dipinto di rosa che è diventato una vera e propria icona del quartiere.

Questo locale è stato immortalato nelle opere di tantissimi artisti tra cui quelli di Maurice Utrillo, “montmartrois” di nascita, che ha contribuito a rendere il luogo e Montmartre famosi in tutto il mondo.

La Maison Rose è un luogo incantevole per una pausa. Potresti fermarti qui per il Tea Time e goderti una fetta di torta in un contesto che più parigino non si può!

 

15 – Le Passe-Mureille

 

Tra le cose da vedere a Montmartre c’è sicuramente anche Le Passe-Mureille, la statua che rende omaggio al personaggio del racconto di Marcel Aymé, L’uomo che camminava attraverso i muri.

Omaggio a una novella, l’opera è anche un simbolo della magia e dell’atmosfera fiabesca che pervadono da sempre il quartiere di Montmartre e che continuano a stimolare curiosità e meraviglia.

 

16 – Moulin de la Galette

 

moulin de la gallette, dove mangiare a montmartre

Moulin de la Gallette.

 

La tappa successiva è il Moulin de la Galette, famosissimo ristorante ricavato all’interno di antico mulino a vento che oggi è uno dei pochissimi rimasti a Parigi.

Questa struttura è legata alla storia artistica di Montmartre perché è stato soggetto di moltissime opere tra cui alcuni capolavori di Renoir (ricordi il Bal au Moulin de la Galette?), Henri de Toulouse-Lautrec e di Van Gogh.

Si tratta di un importante simbolo storico della capitale francese.

 

17 – Rue Lepic

 

A questo punto è giunta l’ora di scendere dalla collina di Montmartre e per farlo ti invitiamo a percorrere la vivace strada commerciale di Rue Lepic.

Tra negozi e caffè, qui potrai sentirti parte della vita quotidiana dei parigini.

 

18 – Café Des Deux Moulins

 

Proprio lungo la via di cui ti abbiamo appena parlato sorge uno dei luoghi cinematografici più famosi di Parigi: il Café des Deux Moulins.

Se hai visto il film “Il favoloso mondo di Amélie“, questo caffè è un must da non perdere… fosse anche solo per una foto!

 

19 – Moulin Rouge

 

Il Moulin Rouge a Pigalle, tappa fondamentale per visitare parigi in un giorno.

Il Moulin Rouge a Pigalle.

 

Proprio alla fine della strada ti ritroverai davanti al famoso cabaret noto per essere il luogo in cui è stato inventato il can-can.

Il Moulin Rouge è un’icona della vita notturna parigina e ogni suo spettacolo offre un tuffo nell’epoca della Belle Époque difficilmente replicabile altrove.

Nonostante tecnicamente qui ci si trovi nel cuore del quartiere di Pigalle, abbiamo inserito il caberet nel nostro itinerario a Montmartre perché secondo noi è una degna conclusione di una splendida giornata trascorsa in zona.

Il Moulin Rouge fu inaugurato il 6 ottobre 1889 da Joseph Oller e Charles Zidler e sin dalla sua apertura si è imposto come un tempio della danza e del divertimento notturno, diventando piano piano famoso in tutto il mondo.

Il nome significa “Mulino Rosso” e deriva dal caratteristico mulino a vento di colore rosso che si trova sulla facciata dell’edificio e che con il tempo è diventato un simbolo non solo del cabaret, ma anche del quartiere stesso e di tutta Parigi.

Nel corso degli anni il Moulin Rouge ha attraversato diverse fasi e reinventandosi continuamente ha ospitando spettacoli che vanno dal cabaret tradizionale a esibizioni più moderne e sofisticate.

Oggi continua a offrire spettacoli di cabaret che mescolano tradizione e innovazione attirando visitatori da tutto il mondo.

Oltre ai numeri di danza, gli spettacoli del Moulin Rouge includono acrobazie, giocoleria e ventriloquia che sommate a scenografie spettacolari, costumi stravaganti e lussuosi, musica dal vivo e, naturalmente, all’emozionante can-can francese, offrono un intrattenimento vario e adatto a tutti.

Personalmente ti consigliamo di non perdere questa occasione e di prenotare il tuo posto per assistere a uno spettacolo: è un’esperienza imprescindibile per catturare l’essenza della vita notturna parigina e della sua storia.

L’acquisto anticipato dei biglietti è fortemente consigliato perché gli spettacoli tendono a esaurirsi molto rapidamente.

Potrai scegliere tra diverse opzioni che vanno dal semplice spettacolo accompagnato da un bicchiere di Champagne alla vera e propria cena prima dell’inizio dello show.

 

ACQUISTA I BIGLIETTI UFFICIALI PER IL MOULIN ROUGE!

 

Ricorda: sebbene non vi sia un codice di abbigliamento formale, è consigliato vestirsi in maniera elegante per rispettare l’atmosfera sofisticata del locale.

 

20 – Cimitero di Montmartre

 

L’ultima tappa dei nostri consigli su cosa vedere a Montmartre è il suo cimitero, un luogo suggestivo che ospita le spoglie mortali di molte celebrità tra cui Émile Zola, Stendhal, Edgar Degas, Dalida, François Truffaut e molti altri.

 

UN CONSIGLI PER TE!

Per esplorare al meglio il quartiere, partecipa a questo FREE TOUR DI MONTMARTRE.

Il tour guidato è in italiano e dura due ore.

La guida ti accompagnerà alla scoperta degli angoli più belli di Montmartre raccontandoti storia e aneddoti legati ai luoghi e ai personaggi famosi che li hanno frequentati.

Si tratta dell’occasione perfetta per esplorare la zona con una guida professionista senza spendere cifre enormi. Il tour, infatti, non ha un prezzo fisso e sarai tu stesso a scegliere quanto lasciare alla tua guida una volta terminata l’esperienza.

 

Cosa vedere a Montmartre: la mappa

 

Per seguire l’itinerario a Montmartre che ti abbiamo consigliato, qui sotto trovi una comoda mappa da aprire sul tuo smartphone che potrà guidarti passo dopo passo alla scoperta del quartiere.

 

 

Apri la mappa e segui l’itinerario a Montmartre.

 

Come arrivare a Montmartre

 

Montmartre è situato nel 18° arrondissement di Parigi ed è facilmente raggiungibile sia a piedi, sia con i mezzi pubblici.

 

In Metropolitana

 

La metropolitana di Parigi è il modo più comodo e veloce per raggiungere Montmartre.

Le stazioni più vicine al cuore del quartiere sono:

 

  • Anvers (Linea 2). La stazione si trova ai piedi della Basilica del Sacro Cuore. Uscendo dalla metro potrai prendere la funicolare di Montmartre per salire fino alla Basilica. Per la funicolare sono validi i biglietti T+ per bus e metro o la Paris Visite.

 

  • Blanche (Linea 2). La fermata si trova nel vicino quartiere Pigalle, proprio di fronte al Moulin Rouge. Da qui potrai proseguire a piedi e seguire l’itinerario che ti abbiamo consigliato al contrario.

 

  • Abbesses (Linea 12). Questa stazione è famosa per il suo ingresso decorato in stile Art Nouveau. La sua posizione è più vicina alla parte centrale di Montmartre e a Place du Tertre.

 

A Piedi

 

Se vuoi salire sulla collina di Montmartre a piedi potrai raggiungere la stazione Anvers con la linea 2 e poi, invece di prendere la funicolare, risalire rue Steinkerque fino alla Basilica del Sacro Cuore.

In alternativa, dalla stazione Blanche ti basterà camminare lungo Rue Lepic.

 

La scalinata sotto alla Basilica del Sacro Cuore a Montmartre.

La scalinata sotto alla Basilica del Sacro Cuore a Montmartre.

 

In Bus

 

Ci sono anche diversi autobus che servono Montmartre.

Le linee che raggiungono il quartiere e i suoi dintorni sono:

 

  • Linea 30, che ferma vicino alla stazione di Anvers.

 

  • Linea 54, che ha fermate lungo il boulevard de Rochechouart.

 

  • Montmartrobus, un servizio speciale (e il più comodo) che attraversa il cuore di Montmartre partendo da Place Pigalle e fermando in punti chiave come la Place du Tertre. Come per la funicolare, anche in questo caso è valido il biglietto T+ e la Paris Visite.

 

Non dimenticarti che per esplorare il quartiere in maniera comoda e rilassante potrai goderti un piacevole giro panoramico con il TRENINO DI MONTMARTRE!

 

Le migliori visite guidate di Montmartre

 

Quello che ti abbiamo suggerito è un itinerario che potrai seguire tranquillamente in autonomia, ma ci sono anche tantissime visite guidate tenute da professionisti che potrebbero fare al caso tuo.

Se vuoi immergerti ancora di più nella storia del quartiere e scoprirne aneddoti e curiosità, ci sono diversi tour da scegliere a seconda dei gusti e degli interessi.

Qui di seguito abbiamo selezionato per te quelli che, secondo noi, sono i migliori per rapporto qualità / prezzo.

 

 

 

 

 

 

 

Qui sotto puoi curiosare tra altre offerte e proposte di tour guidati ed esperienze parigine.

 

 

Dove mangiare a Montmartre

 

montmartre

 

Il quartiere di Montmartre è famoso non solo per la sua atmosfera bohemien e per la ricca storia artistico e culturale, ma anche per la sua eccezionale offerta culinaria che spazia dai piatti classici francesi a creazioni innovative.

Ecco una selezione di 5 locali dove ti consigliamo di fare una pausa gastronomica:

 

  • Le Consulat. Ne abbiamo già parlato, questo storico bistrò è situato in una delle zone più pittoresche di Montmartre e offre piatti tipici della cucina francese accompagnati da una selezione di vini locali. Si tratta del posto perfetto per un pranzo mentre si passeggia tra le strade di Montmartre.

 

  • La Maison Rose. Abbiamo accennato già anche a questa incantevole caffetteria dipinta di rosa che è stata spesso immortalata in numerose fotografie e dipinti di Montmartre. La Maison Rose offre un menù semplice ma delizioso che spazia dalle insalate fresche ai piatti tipici francesi sempre accompagnati da una selezione di vini locali e dessert fatti in casa. È un luogo ideale per una pausa pomeridiana o per una cena intima.

 

  • Le Moulin de la Galette. Questo ristorante unico nel suo genere sorge proprio a fianco a uno degli ultimi mulini a vento di Montmartre. Qui potrai gustare una cucina raffinata in un ambiente ricco di storia. Il menu si basa su piatti francesi classici con un tocco moderno e gli ingredienti utilizzati sono sempre quelli freschi di stagione. La terrazza esterna offre una vista incantevole, rendendolo il posto perfetto per una serata speciale.

 

  • La Boîte aux Lettres. Un piccolo e accogliente bistrot con un’atmosfera rilassata e amichevole, La Boîte aux Lettres serve eccellenti piatti della cucina francese contemporanea. La carta dei vini è attentamente selezionata e il personale è sempre pronto a consigliare l’abbinamento perfetto.

 

  • Sacrée Fleur. Specializzato in piatti a base di carne, questo ristorante è perfetto per una serata informale durante la quale sorseggiare un buon vino rosso.

 

Cosa fare a Montmartre di sera

 

L’ambiente bohémien e i panorami su Parigi rendono Montmartre uno dei luoghi più romantici dove trascorrere una serata a Parigi.

Il quartiere, infatti, al calar del sole si trasforma e diventa, se possibile, ancora più magico.

 

Non dimenticarti di leggere la nostra guida alle cose più romantiche da fare a Parigi!

 

Dopo il tramonto le stradine acciottolate e le piazze del quartiere si animano ancor di più e diventano un ritrovo per coloro i quali vogliono godersi una cena o un dopocena in un’atmosfera poetica e vivace allo stesso tempo.

Se cerchi un posto per cena sappi che alcuni ristoranti e bistrot tipici, a Montmartre, vantano terrazze e giardini segreti perfetti per un’occasione speciale. Gustare l’eccellente cucina francese magari ammirando Parigi sotto un cielo stellato è sicuramente un’esperienza indimenticabile!

Le Cabanon de la Butte, ad esempio, è caratterizzata da una vista bellissima.

Inoltre da queste parti ci sono numerosi bar, club e cabaret che offrono intrattenimento fino a tarda notte.

Nel vicino quartiere di Pigalle, ad esempio, c’è il leggendario Moulin Rouge con i suoi spettacoli di cabaret che catturano ancora oggi la vera essenza della Belle Époque parigina.

Per un’esperienza più intima, invece, potresti andare alla ricerca di piccoli locali nascosti tra le stradine del quartiere dove potrai goderti un po’ di musica dal vivo sorseggiando un cocktail.

Ti segnaliamo, ad esempio, Le 34 in Rue Leon.

Vale sicuramente anche la pena godersi una lenta passeggiata tra le strette rue di Montmartre per scoprire che a Place du Tertre gli artisti di strada continuano a dipingere anche sotto la luce soffusa dei lampioni. Ti sembrerà di essere nel bel mezzo di un film!

Non dimenticarti di raggiungere anche il piazzale della Basilica del Sacro Cuore: se la vista panoramica di Parigi ti è parsa incredibilmente suggestiva al tramonto, di notte ti lascerà a bocca aperta.

 

Dove dormire a Montmartre

 

Se stai cercando un hotel dove dormire a Montmartre, tieni in considerazione queste tre ottime soluzioni:

 

  • Montmartre Residence. Questa struttura si trova in una posizione eccellente vicino al Sacré-Cœur e combina l’eleganza di una dimora parigina, con il comfort di un vero e proprio appartamento in cui sentirsi a casa.

 

  • Hôtel Monsieur Aristide. Si tratta di un boutique hotel 4 stelle ospitato all’interno di un antico palazzo dell’Ottocento. Le camere sono 25 di cui 4 sono suites. Alcune si affacciano sul giardino, altre dispongono di una terrazza e le Suites Duplex regalano panorami spettacolari sui tetti di Parigi. Secondo noi è uno de migliori hotel romantici a Parigi!

 

  • Mom’Art Hôtel & Spa. Un altro boutique hotel caratterizzato da un’atmosfera familiare e da bellissime camere studiate nei minimi dettagli per essere uniche e tutte diverse. La posizione è l’ideale per esplorare Montmartre. Sul posto è presente un ristorante, un bar e una sauna.

 

Se nessuna di queste soluzioni ti convince o fa al caso tuo, curiosa tra le offerte su Booking.com, piattaforma che anche noi utilizziamo sempre per prenotare gli alloggi dei nostri viaggi.

Qui sotto ti lasciamo una comoda mappa sulla quale orientarti facilmente per trovare l’hotel nella posizione migliore per esplorare Montmartre.

 



Booking.com

 

Speriamo che questi nostri consigli possano aiutarti a visitare Montmartre e a scoprirne i suoi angoli più belli.

Non dimenticarti di tornare a raccontarci la tua esperienza qui sotto nei commenti e se vorrai potrai inviarci le tue foto su Instagram o Facebook: le ricondivideremo volentieri e, soprattutto, avremo la possibilità di ritornare anche noi con la mente in quello che è sicuramente il nostro quartiere preferito della capitale francese!

Se cerchi altri consigli su Parigi, curiosa nella sezione dedicata del blog: abbiamo scritto diverse guide che potrebbero tornarti utili.

 

 

 

All’interno di questo articolo potresti trovare alcuni link affiliati. Ciò significa che, senza costi aggiuntivi per te, potremmo guadagnare una piccola commissione se clicchi e fai un acquisto attraverso di loro. Questo aiuto supporta il nostro lavoro e ci permette di continuare a fornire contenuti di qualità per accompagnarti nei tuoi viaggi. Grazie per il tuo sostegno! 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Lasciaci un commento