visitare villa medicea firenze

La visita ad una Villa Medicea, nei dintorni di Firenze, è un ottima alternativa ai musei del centro città e saprà regalarti sicuramente altrettante emozioni.

Firenze e l’intera Toscana devono parte del loro splendore alla famiglia dei Medici, che qui regnarono dal 1413 al 1743.

Spesso ci si reca nel capoluogo toscano e, rimanendo abbagliati dal fascino della città, ci si dimentica delle incredibili bellezze che esistono anche al di fuori delle mura cittadine.

I Medici, infatti, tra il XV e il XVII secolo volsero il loro sguardo alle porte della città, commissionando una serie di sontuose ville.

 

LE VILLE MEDICEE ALLE PORTE DI FIRENZE

Le Ville Medicee, commissionate dalla famiglia fiorentina durante i secoli del proprio maggior splendore, oltre ad essere luoghi di piacere e di svago, divennero anche il centro delle molte attività economiche della casata

Il 23 giugno del 2013 l’Unesco, ha inserito le 12 ville e i 2 giardini medicei nella lista dei siti Patrimonio dell’Umanità.

Ne fanno parte

  • il Giardino di Boboli (Firenze)
  • il Giardino di Pratolino (Vaglia, Firenze);
  • Villa di Cafaggiolo (Barberino di Mugello),
  • Villa Il Trebbio (San Piero a Sieve),
  • Villa di Careggi (Firenze),
  • Villa Medici di Fiesole (Fiesole),
  • Villa di Castello (Firenze),
  • Villa di Poggio a Caiano (Prato),
  • Villa La Petraia (Firenze),
  • Villa di Cerreto Guidi (Firenze),
  • Palazzo di Seravezza (Lucca),
  • Villa La Magia (Quarrata, Pistoia),
  • Villa di Artimino (Carmignano, Prato)
  • Villa di Poggio Imperiale (Firenze).

Molti di questi luoghi oggi sono privati e, perciò, non facilmente visitabili.

Io ho deciso di raccontarti le ville medicee che ho visitato, sperando di invogliarti a fare altrettanto.

La Ville Medicee nei dintorni di Firenze sono, infatti, veri e propri gioielli dell’architettura rinascimentale tutti da scoprire.

 

Questo articolo verrà aggiornato ogni volta che avrò la possibilità di visitare una Villa Medicea.

 

LA VILLA MEDICEA POGGIO A CAIANO

La Villa Medicea di Poggio a Caiano si trova in provincia di Prato, a 40 minuti di auto da Firenze.

Noi l’abbiamo scoperta durante un weekend nel Chianti fiorentino.

villa_poggio_a_caiano
Villa Poggio a Caiano.

Il committente della Villa di Poggio a Caiano fu Lorenzo il Magnifico.

I lavori per la costruzione si interruppero alla sua morte, nel 1492 e ripresero, nella seconda metà del ‘500, per volontà di papa Leone X, figlio di Lorenzo.

Con la fine della dinastia dei Medici, la Villa di Poggio a Caiano passò alla famiglia reale degli Asburgo-Lorena, ospitandoli sempre durante i soggiorni estivi.

Agli inizi dell”800, invece, la Villa Medicea divenne residenza preferita di Elisa Baciocchi Buonaparte, sorella di Napoleone.

Infine, durante il periodo in cui Firenze fu capitale del Regno d’Italia (dal 3 febbraio 1865 al 30 giugno 1871), Vittorio Emanuele II fece apportare alcune modifiche alla Villa.

 

GLI INTERNI DELLA VILLA MEDICEA DI POGGIO A CAIANO

Piano Terra

Uno dei primi ambienti che si incontra all’interno di questa Villa Medicea è il Teatro delle Commedie.

villa_poggio_a_caiano_teatro
Villa Poggio a Caiano, teatro.

Un ambiente davvero particolare e, per me, assolutamente inedito all’intero di un  palazzo storico.

Il Teatro fu fatto costruire probabilmente per alleviare la nostalgia di Marguerite-Louise d’Orleans, la sposa poco apprezzata di Cosimo III, che qui era stata, di fatto, reclusa.

Il secondo ambiente davvero peculiare è la Sala dei Biliardi, la cui volta è affrescata come se fosse un pergolato.

Il terzo ambiente di cui ti voglio raccontare sono gli appartamenti di Bianca Cappello. La storia di questa donna è, infatti, molto particolare.

 

Bianca Cappello e la Villa Medicea di Poggio a Caiano

Bianca Cappello era una nobildonna veneziana, colta e raffinata, che ebbe una relazione segreta con il Granduca Francesco I, sposato con Giovanna d’Austria.

Questa relazione fu uno degli scandali più grandi del Rinascimento e una delle più avvincenti pagine delle vicende legate alla famiglia dei Medici.

A Poggio a Caiano si scrisse uno dei momenti più importanti di questa storia d’amore.

Bianca Cappello, infatti, fu confinata in una villa secondaria sulle alture di Poggio a Caiano, Il Cerretino, alimentando alcune fantasie popolari, come l’esistenza di un corridoio sotterraneo tra le due ville che permetteva agli amanti di incontrarsi in segreto.

Solo alla morte dei rispettivi coniugi i due amanti poterono finalmente rendere pubblica la loro relazione, trascorrendo proprio nella Villa Medicea di Poggio a Caiano alcuni dei momenti più belli della loro vita.

La scala che, probabilmente, collegava gli appartamenti di Bianca Cappello con quelli del Granduca, lo testimoniano.

Scala nella stanza di Bianca Cappello, Villa medicea Poggio a Caiano.
Scala nella stanza di Bianca Cappello, Villa Poggio a Caiano.

Purtroppo però, a Poggio a Caiano i due trovarono  la morte nell’ottobre 1587.

Uno studio del 2004-2006 sembra parlare di intossicazione da arsenico: un mistero, questo, mai risolto.

 

Primo Piano

Al primo piano si trova l’ambiente più affascinante della Villa Medicea di Poggio a Caiano: il salone di Leone X.

Questa enorme stanza fu progettata per essere perfettamente al centro dell’edificio.

La decorazione ad affresco è uno dei cicli pittorici più importanti del periodo del manierismo.

villa_poggio_a_caiano_volta
Villa Poggio a Caiano, particolare.

Al primo piano si trovano, poi, gli appartamenti di Vittorio Emanuele II e quelli della Contessa di Mirafiori (la Bella Rosina).

Il bagno alla francese che si trova negli appartamenti della donna, voluto da Elisa Bonaparte Baciocchi, è davvero unico nel suo genere.

Conserva ancora la vasca in marmo, una scultura di Venere e Amore all’interno di una nicchia e il mobilio originale, rendendo questo luogo ancora più magico e capace di creare sogni nei suoi visitatori.

 

INFORMAZIONI UTILI PER LA VISITA ALLA VILLA MEDICEA DI POGGIO A CAIANO

L’ingresso alla Villa e al Giardino è gratuito.

Gli ambienti della Villa Medicea sono accessibili solamente con visite accompagnate dal personale di custodia.

Al secondo piano della Villa è visitabile il Museo della Natura Morta, nel quale sono esposti circa 200 dipinti provenienti dalle collezioni medicee.

Si può scegliere se visitare solamente gli Appartamenti, solo il Museo o entrambi.

Per informazioni sugli orari di visita ti consiglio di visitare la pagina dedicata alla Villa Medicea di Poggio a Caiano del Polo Museale Toscano.

 

 

LA VILLA MEDICEA LA PETRAIA

Scoperta al ritorno da un weekend nei pressi di Certaldo, la Villa Medicea La Petraia dista solamente mezz’ora di auto da Firenze.

Villa medicea la petraia
Villa Medicea La Petraia.

La Petraia è, forse, ancora più affascinante della Villa di Poggio a Caiano.

Le origini risalgono ad un antico edificio fortificato, di cui resta ancora la grande torre, che fu ingrandito verso la fine del Cinquecento.

Una delle peculiarità di questa Villa Medicea è il sistema di terrazze su cui sviluppa il giardino.

 

 

GLI INTERNI DELLA VILLA MEDICEA LA PETRAIA

Il cortile coperto

Attraversato un iniziale vestibolo si arriva in un magnifico cortile coperto.

Qui c’è da rimanere senza fiato. Le parole sono inutili.

Io non avevo mai visto nulla di simile.

Gli affreschi che rappresentano alcune delle gesta della famiglia dei Medici rendono questa sala un capolavoro unico.

A completare il tutto troviamo un’imponente copertura in ferro e vetro e un grande lampadario in cristallo datati al 1872, quando il cortile venne trasformato in un magnifico Salone delle Feste.

Da una porta sulla destra si accede ad una grande Sala da Pranzo, detta anche Sala Rossa.

Sala da Pranzo, Villa Medicea La Petraia
Sala da Pranzo, Villa Medicea La Petraia.

 

Il Primo Piano

Al primo piano troviamo alcune stanze interessanti, tutte caratterizzate dai colori della tappezzeria:

  • La Camera della Bella Rosina, tappezzata in seta celeste con dettagli di piccole rose.
Camera da letto della "Bella Rosina", Villa Medicea La Petraia
Camera da letto della “Bella Rosina”, Villa Medicea La Petraia.
  • Il Salotto giallo, un tempo camera del Re.
  • Il Salotto verde.
  • Il Salotto rosso.
Salotto Rosso, Villa Medicea La Petraia
Salotto Rosso, Villa Medicea La Petraia.

Uno degli spazi che qui mi ha affascinata di più è stata la Sala da Gioco, realizzata dai Lorena.

La sala è davvero grande: oltre a due tavoli da biliardo, troviamo alcuni divani e altri tavolini da gioco.

Sala da Gioco, Villa Medicea La Petraia.
Sala da Gioco, Villa Medicea La Petraia.

La cosa più interessante, però, è la collezione di giochi da tavola dell’epoca: sarei stata ore ed ore a guardarli, cercando di capirne le regole (c’è anche una specie di gioco dell’oca!).

 

Il giardino

Anche il giardino merita una passeggiata, soprattutto in primavera.

Il terreno fu sezionato in tre terrazze.

Giardini, Villa Medicea La Petraia.
Giardini, Villa Medicea La Petraia.

Nella prima troviamo frutteti di piante nane, nella seconda una serie di aiuole e nella terza, formata da due zone ellittiche, sono state piantati alberi e agrumi.

È interessante notare che nella seconda terrazza sono ancora visibili due vasche ittiche.

 

INFORMAZIONI UTILI PER LA VISITA ALLA VILLA MEDICEA LA PETRAIA

L’ingresso alla Villa e al Giardino è gratuito.

Gli ambienti della Villa Medicea sono accessibili solamente con visite accompagnate dal personale di custodia.

Per informazioni sugli orari di visita ti consiglio di visitare la pagina dedicata alla Villa Medicea La Petraia del Polo Museale Toscano.

2 thoughts on “Visitare una Villa Medicea nei dintorni di Firenze”

  1. Sono stata a Firenze un numero infinito di volte ma non ho mai visto le Ville Medicee. Son bastate due foto (1 il cortile coperto de La Pietraia e 2 il teatro della Villa di Poggio a Caiano) per capire che mi sto assolutamente perdendo qualcosa. Devo andarci! Che splendore!!

Rispondi